BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ballottaggio Torino, Milano, Roma, elezioni nazionali e referendum sondaggi nazionali e previsioni aggiornati tutti male Governo R

Appare piuttosto ingarbugliata la situazione politica alla luce degli ultimi sondaggi sui ballottaggi di domenica e sulle politiche.




Quello delle elezioni e dei sondaggi aggiornati è un complicato puzzle che coinvolge i ballottaggi di domenica 19 giugno 2016 anche nelle importanti città di Roma, Milano, Bologna, Napoli e Torino, le elezioni politiche che arriveranno necessariamente entro il 2018 ovvero l'anno della fine dell'attuale legislatura e l'importante referendum costituzionale di ottobre, dal cui esito il premier ha deciso di far dipendere la prosecuzione della sua carriera politica. Ma andiamo con ordine: per quanto riguarda le elezioni a Torino, il 60% all'interno del Pd crede che Piero Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri) la spunterà su Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle), ma non si tratta di una percentuale rassicurante, considerando che sta perdendo consenso con il trascorrere dei giorni.

A Milano è un vero testa a testa tra Giuseppe Sala (Partito democratico, Lista Beppe Sala-Noi Milano, Sinistra x Milano, Italia dei Valori, altri) e Stefano Parisi (Lista civica Parisi - io corro per Milano, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, Milano popolare, Pensionati, altri). Lo scarto dei voti tra i due viene considerato minimo. A Roma, il 90% del Pd sembra aver gettato la spugna rispetto alle possibilità di vittoria di Roberto Giachetti (Partito democratico, Italia dei Valori, Verdi, Radicali, Socialisti, Democratici e Popolari, Lista civica Giachetti sindaco, Più Roma-Popolari e democratici, altri) su Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle).

C'è invece ottimismo (l'80% circa) sulla possibilità di vittoria di Virginio Merola (Partito democratico, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri) su Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri). A Napoli il Partito democratico non partecipata al ballottaggio e Luigi De Magistris (Luigi de Magistris, DemA, Mo! Unione Mediterranea, Verdi, Repubblicani Democratici, Napoli in Comune, Napoli Bene Comune, Italia dei Valori, Ce Simme Sfasteriati, Partito del Sud, Meridionalisti Napoli Capitale) è il grande favorito su Gianni Lettieri (Forza Italia, Prima Napoli, Fare Città, Giovani in Corsa, Rivoluzione Cristiana, Napoli Capitale, Pensionati d'Europa, Italia 20.50 Napoli Concreta, Impresa Comune, Camminiamo Insieme, Costruzione e Stato).

A livello nazionale si segnala infine il sondaggio Euromedia Research sulle intenzioni di voto per le elezioni politiche. Ebbene, stando alla rilevazione del 6 giugno ovvero subito dopo le elezioni comunali, si segnalano due tendenze: la perdita di voti del Partito democratico che sarebbe scesa al 30% e il sorpasso di Forza Italia ai danni della Lega. Da parte sua, il Movimento 5 Stelle punterebbe a diventare la prima forza politica del Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il