BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie attese novità no tax day Governo Renzi oltre quelle dette novità quota 100, mini pensioni, quota 41

Dopo la delusione di ieri, nella giornata odierna dovrebbe essere presentata una ulteriore novità per le pensioni e non solo.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:32): Se ci fosse, infatti, un taglio fiscale così esteso a cui andrebbe aggiunto come vorrebbe il Tesoro, ma non solo, anche la Confidustria, la detassazione permamente per i nuovi occupati, è chiaro che sarebbe una ulteriore conferma per novità per le pensioni che sarebbero davvero minime, perchè come detto non ci sarebbe davvero più spazio di fare altro e già fare questo sarebbe complesso come si evicne dalle ultime notizie e ultimissime del bilancio dove mancano almeno 10 miliardi da trovare ancora solo per fare le impostazioni fiscali dette.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:04):  Una ulteriore novità per le pensioni potrebbe essere presentata dal Governo Renzi al no tax day odierno con la decisione del taglio fiscale come abbiamo detto nelle ultime notizie e ultimissime. Il vero problema, però il boomerng potrebbe essere quello di tagliare le imposte a tutti dai dipendenti ai pensionati, dai liberi progessionisti alle aziende toccando sia Ires che Irpef ma in maniera così minima per accontentare tutti che non si sentirebbe neppure, non dando dei reali benefici. Un taglio dell'ordine del 1%-2% sarebbe minimo e potrebbe esser facilmente "mangiato" da un aumento di qualsiasi imposta locale o particolare di categoria. E sarebbe un ennesimo boomerang dopo le novità per le pensioni rappresentate dalle mini pensioni. Ma un taglio del genre sarebbe un altro segnale importante per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:04):  Abbiamo visto della riunione di ieri, ma subito domani vi potrebbe essere una ulteriore importante novità per le pensioni e non solo che interesserà tutti gli italiani e da cui si potranno capire numerose cose. E', infatti, previsto e confermato della ultime notizie e ultimissime il discorso di Renzi per la manifestazione sull'abolizione delle imposte domani.
Se domani giovedì, vorrà cercare un recupero nei ballottaggi si giocherà le carte imposte, ovvero quello che fino ad ora noi abbiamo sempre preventivato, basandoci sui numeri del DEF. Perchè carta, canta
Domani, stando a questi numeri che, comunque, hanno diversi buchi il Governo Renzi potrebbe annunciare il taglio delle imposte per tutti dai pensionati ai dipendenti fino a impreditori e liberi professionisti con l'Irpef, menre alle aziende anche con l'Ires.
Si giocherebbe, dunque, tutte sulle imposte e nulla o quasi sulle novità per le pensioni. Ma attenzione, che seppur le imposte sono molto sentite dagli italiani c'è un rischio BOOMERANG che sarebbe il secondo dopo le novità per le pensioni. Vedremo dopo quale potrebbe essere

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): In vista del nuovo faccia a faccia tra esecutivo e forze sociali sulle novità per le pensioni, le ultime e ultimissime notizie continuano a raccontare dell'organizzazione di presidi pacifici in numerose città italiane, mentre Palazzo Chigi pensa allo stop ai sussidi a pioggia a puntare su piani mirati di formazione per riqualificare il personale e meno sul ricambio generazionale. Sono attese a breve ulteriori novità sulle pensioni.

E' in programma oggi, martedì 14 giugno, la nuova riunione tra governo e forze sociali, incontro voluto dal responsabile del Dicastero dell'Occupazione che ha convocato i segretari generali delle diverse forze sociali per tornare a parlare di novità per le pensioni non solo di uscita prima ma riguardanti altre questioni previdenziali. Sarà presente all'incontro anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio e forniremo tutti gli aggiornamenti in tempo reale relativi all’incontro non appena si saprà qualcosa a partire dalle 14:30, orario in cui è stata convocata la riunione. Saranno diversi i punti in discussione, come trapelato dalle ultime notizie, e che, come detto, non verteranno esclusivamente su novità per le pensioni con mini pensione, che alle forze sociali, esattamente come alla maggior parte di lavoratori e pensionandi, non piace affatto, troppo penalizzante per chi deve andare in pensione solo qualche anno prima e che certamente a fronte di una riduzione così come prevista da questo sistema p molto più probabile che scelga di rimanere a lavoro fino al raggiungimento degli attuali requisiti, cioè la soglia dei 66 anni e sette mesi; o novità per le pensioni con quota 100 o novità per le pensioni con quota 41.

Queste ultime, come ben sappiamo, sono particolarmente sostenute dalle forze sociali ma anche da diversi esponenti del governo stesso, a partire dall’opposizione interna per arrivare a comprendere anche altre forze politiche come Lega e M5S, per cui tuttavia servirebbe una chiara definizione di coloro che potrebbero beneficiarne con chiarezza su chi rientrerebbe nella categoria dei lavoratori impegnati in attività faticose, oltre che comprendere chi ha iniziato a lavorare sin da giovanissimo. Si discuterà, infatti, di novità per le pensioni pensate per coloro che si occupano di cura della famiglia con presenza di disabili, di novità per le pensioni con cancellazione delle ricongiunzioni onerose, di novità per le pensioni con proroga delle norme per l’uscita prima delle donne lavoratrici ed eventuale estensione di queste stesse norme contributive anche per il mondo maschile, di novità per le pensioni con rivalutazione di tutti gli assegni, e di quelle novità pensioni contenute nel Fondo Indigenza come taglio di alcune agevolazioni fiscali e revisione di alcune tipologie di pensioni.

Si tratta di provvedimenti che, come ormai ben noto, servono per ridare all’intero sistema previdenziale maggiore equilibrio, ristabilendone la sostenibilità attraverso il recupero di nuove risorse economiche derivati da tagli e revisioni appena citate. Il segretario generale della Cisl si augura che la riunione di oggi possa rappresentare una svolta per il bene di lavoratori e pensionandi, che il confronto con il governo arrivi ad un punto concreto e non rimanga solo un semplice tavolo pieno di parole e di nessun fatto concreto. Per la leader della Cisl, è necessario che il premier si renda conto del fatto che, pur ormai abituato a lavorare da solo, le cose per il bene del Paese si fanno meglio se insieme e mettendo a punto soluzioni condivise da tutti.

E mentre si attende questo nuovo incontro tra governo e forze sociali, sono diverse le manifestazioni e i presidi che sono stati organizzati sempre per oggi 14 giugno nelle diverse città di Italia dai diversi Comitati per le pensioni.  Se in alcune città si terranno le manifestazioni 'No Loi ravail, No Jobs Act' e per dire 'No alle leggi sul lavoro dell'Unione Europea', con presidi organizzati ‘alla francese’, in diverse città come Pisa e Firenze, per protestare contro l'aumento dell'età pensionabile, i diversi Comitati online hanno invitato tutti gli interessati a riunirsi presso tutte le sedi della Rai, da Torino a Bari, mentre a Roma è stato organizzato un presidio presso la stessa sede del Ministero dell'Occupazione per dimostrare impegno, presenza e necessità di novità per le pensioni da rendere concrete per un miglioramento delle condizioni di vita di tutti, tanto dei pensionandi che finalmente riuscirebbero a raggiungere il meritato riposo dopo una vita trascorsa a lavoro, tanto dei più giovani che potrebbero iniziare a scorgere un roseo futuro pensionistico adesso quanto mai inesistente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il