BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tasi 2016 e Imu 2016: calcolo F24 e compilazione. Aliquote, esenzioni, detrazioni ufficiali Agenzia Entrate e singoli Comuni

Bollettini postali e modelli F24 per i versamenti delle prime rate di acconto 2016 di Imu e Tasi: regole, procedure e novità da seguire




Giovedì 16 giugno scade il termine per pagare le prime rate degli acconti di Imu e Tasi 2016 e, definite le novità delle imposte sugli immobili riguardanti principalmente la cancellazione della Tasi sull'abitazione principale e quella dell'Imu sui terreni agricoli di imprenditori e coltivatori diretti, abolito il pagamento della Tasi per gli inquilini, modalità e regole di pagamenti e calcolo delle stesse imposte non sono assolutamente cambiate. Tutti i proprietari di immobili come prime case di lusso, seconde case e pertinenze, seconde case in affitto, terreni non agricoli, uffici, negozi e altri immobili commerciali, continueranno regolarmente ad effettuare i pagamenti di Imu e Tasi sempre con bollettino postale o modello F24.

Per quanto riguarda i bollettini postali, si possono trovare in qualsiasi ufficio postale, saranno in parte già precompilati e dovranno essere completati con l’inserimento dei propri dati anagrafici e di quelli specifici relativi all’immobile per cui si deve pagare. Per il modello F24, si parte dalla compilazione dello spazio codice ente/codice comune, dove inserire il codice catastale del Comune dove sono situati gli immobili; seguono lo spazio Imm var, da barrare se uno o più immobili sono stati modificati e bisogna presentare la dichiarazione di variazione; lo spazio Numero immobili, dove riportare il numero degli immobili; e la Sezione Imu e altri Tributi locali dove inserire i codici tributo relativi a Imu e Tasi e che sono, in particolare, per l’Imu 3912 per abitazione principale e pertinenze, 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo al Comune; e quelli per la Tasi sono 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Seguono, infine, la tipologia di pagamento, dove barrare la casella Acconto; e lo spazio ‘Anno di riferimento’, dove inserire 2016. Chi sceglie di usare il modello F24 ordinario o semplificato per versamenti anche di importi superiori ai mille euro deve inviarlo obbligatoriamente in via telematica tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate o attraverso i servizi messi a disposizione da o dalla Posta. Per quanto riguarda le procedure di conteggio, la base imponibile per entrambe le imposte, da cui partono le procedure di calcolo di Imu e Tasi, è la rendita catastale rivalutata al 5% cui moltiplicare specifici coefficienti differenti in base alla tipologia di immobile.

I coefficienti in questione sono 160 per la categoria A (escluso A/10) cioè per le abitazioni e per immobili di categoria C (escluso C/1), cioè rimesse, autorimesse, tettoie; 80 per la categoria A/10, cioè studi privati, e D/5, cioè banche e assicurazioni; 55 per la categoria C/1, cioè negozi e botteghe; 140 per la categoria B, cioè convitti, ospedali, conventi, ricoveri, ecc, e per i fabbricati C/3, C/4, C/5, cioè laboratori, stabilimenti balneari; 65 per la categoria D (escluso D/5), cioè opifici e immobili a destinazione speciale e particolare, se iscritti in catasto.

Una volta effettuata questa moltiplicazione, al valore ottenuto si devono applicare le singole aliquote di Imu e Tasi, sottrarre eventuali detrazioni se previste, e la somma ottenuta sarà quella da pagare di imposte. Aliquote, nuove esenzioni e detrazioni ufficiali si possono verificare sui siti istituzionali dei singoli Comuni di residenza, sul sito del ministero delle Finanze e su quello dell’Agenzia delle Entrate, dove sono disponibili anche dati catastali, codici per tributi locali, e altre specifiche tecniche relative ai tributi sugli immobili.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il