BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie attese novità decisione Governo Renzi età donne e uomini con novità mini pensioni, quota 41, quota 100

Le norme italiane sulle pensioni sarebbero in contrasto con il Trattato comunitario che stabilisce la parità di trattamento tra uomini e donne.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:33):  L'indicazione dell'Ue sulle novità per le pensioni, comunque, potrebbe anche essere accolta al ribasso e sarebbe già un grande successo almeno analizzando le ultime notizie e ultimissime che arrivano dalle altra nazioni. La Germania si è fermata al momento a 64 anni, mentre la Francia sta lottando per i 62 anni e sembra che al momento rimaranno. La Gran Bretagna, che, però, ha l'assegno universale (come del resto le altre nazioni) è a 65 anni. Insomma, andremmo già a peggiorare la nostra situazione che è la peggiore in assoluto già al momento, senza bisogno di ulteriori novità per le pensioni negative

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:02):  E c' da aggiungere che è già stato deciso, o megli entrerà in automatico in vigore, se non ci sarà nessuna decisione diversa una novità per le pensioni ulteriore ovvero quella di innalzamento delle penalità per chi vorrà lasciare l'occupazione prima peggiorando di fatto le attuali norme dopo che già quest'anno come ben si da dalle ultime notizie e ultimissime sono aumentai già di 4 mesi i requisiti di età per uscire.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:02): Se c'è una scelta che il Governo Renzi dovrà prendere obbligatoriamente dovrà essere quella dell'età per gli uomini e per le donne al di là delle novità per le pensioni di cui tanto si parla nelle ultime notizie e ultimissime di mini pensioni, quota 100 e quota 41, queste ultime che sembrano essere più lontane. La scelta è obbligata per evitare una forte multa Ue. A questo punto potrebbe scattare di decidere che la novità per le pensioni consisti nell'abbassare l'età per l'uomo diventando uguale alla donna, oppure che alla donna si alzi. E tutto potrebbe essere deciso nella prossima manovra. L'Ue ci ha dato libertà di scelta, ma come si dice anche sotto Cottarelli aveva indicato un innalzamento. Questo significherebbe da subito 66 anni e 7 mesi. Altrimenti si potrebbe bloccare l'uomo, come si vede sotto, e tenere tutto a 65 anni e 7 mesi che sarebbe già alto per i parametri europei.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:33): Prosegue l'attività dell'esecutivo nel trovare una soluzione al rebus delle novità per le pensioni in cui si è cacciato per via del mancato allineamento della contribuzione tra uomini e donne. Stando alle ultime e ultimissime notizie la parità tra uomini e donne, anche in riferimento alla pensione e obiettivo dell'Unione europea, preoccupa non poco gli uomini a Palazzo Chigi.

C'è sempre Bruxelles che osserva da vicino le decisioni dell'Italia sulle novità per le pensioni. Anzi, le non decisioni alla luce del mancato allineamento della contribuzione tra uomini e donne. E non si tratta di una questione recente, considerando che le richieste di intervento durano da tempo così come il freno dell'Italia a trovare una soluzione. In buona sostanza, le disposizioni italiane sarebbero in contrasto con il Trattato comunitario che stabilisce la parità di trattamento tra uomini e donne. Giova ricordare come a occuparsi della vicenda era stato anche l'ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, che nel suo piano di interventi e di suggerimenti di riduzione della spesa pubblica in relazione al capitolo previdenziale, aveva indicato anche l'accoglimento della richiesta europea.

Da gennaio 2012 la pensione di anzianità è stata sostituita dalla pensione di vecchiaia anticipata. Quando è richiesta la prestazione prima dell'età di 62 anni nel caso in cui la persona abbia maturato le condizioni per il godimento della pensione, è prevista la possibilità di andare in pensione con una riduzione permanente dell'importo, così scoraggiando il ricorso al pensionamento anticipato: 1% di riduzione se la pensione anticipata è fruibile 2 anni prima dell'età di 62 anni, 2% di riduzione se il beneficio è stato sostenuto anche prima dei 2 anni antecedenti l'età di 62 anni. A partire da gennaio 2012, non si applicano né i regimi pensionistici di differimento di pagamento (le cosiddette finestre), né il sistema delle quote (in base alla somma dei contributi e di età).

A tal proposito, al centro dei ragionamenti sulle novità per le pensioni tra introdurre nel breve periodo ci sono proprio quota 100 e quota 41 per chi ha iniziato a lavorare in giovane età ma sembra che al momento sia assolutamente improbabile dopo la riunione di ieri. 

Stando alle norme in vigore che prevedono l'aumento dell'età del ritiro di quattro mesi ogni due anni per via delle migliori speranze di vita, per quanto riguarda le pensioni di vecchiaia, le lavoratrici del settore privato iscritte all'assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti e alle forme sostitutive, l'età pensionabile è fissata a 65 anni e 7 mesi sia nel 2016 e sia nel 2017 per poi salire a 66 anni e 7 mesi nel 2018. Le lavoratrici iscritte alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e alla gestione separata potranno andare in pensione a 66 anni e 1 mese nel 2016 e nel 2017 e a 66 anni e 7 mesi nel 2018.

Per i lavoratori iscritti all'assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti e alle forme sostitutive e esclusive così come per le lavoratrici dipendenti iscritte alle forme esclusive dell'Ago, le porte del congedo si apriranno a 66 anni e 7 mesi per i prossimi 3 anni. I lavoratori iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi e alla gestione separata potranno congedarsi a 66 anni e 7 mesi nel 2016, nel 2017 e nel 2018.

In merito alla pensione anticipata, infine, il requisito contributivo dal 2016 al 2018 per gli uomini è fissato a 42 anni e 10 mesi, per le donne, sempre per lo stesso triennio, a 41 anni e 10 mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il