BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie novità al no tax day fiscali pensioni Governo Renzxi oltre novità mini pensioni, quota 100, quota 41

Domani potrebbero diventare più chiare le intenzioni dell'esecutivo su riduzione delle imposte e novità per le pensioni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): A distanza di 24 ore dall'incontro sulle novità per le pensioni tra forze sociali e Ministero del Lavoro, diventano più chiare le intenzioni complessive dell'esecutivo. Le ultime e ultimissime notizie riferiscono della volontà di proseguire sul percorso di creazione delle mini pensioni con penalizzazioni, in attesa di capire l'entità degli interessi sulle rate con cui il lavoratore dovrà restituire quanto ricevuto, ma anche dell'intenzione di ridurre le imposte. Le due misure sono conciliabili? Fino a che punto?

Le ultime notizie raccontano di come le novità per le pensioni danao di pari passo con la riduzione delle imposte. O meglio, la non inesauribilità delle risorse economiche spinge l'esecutivo a fare delle scelte e, stando a quanto trapela, la priorità verrà data al taglio delle tasse. A tal proposito, una data da segnare sul calendario è proprio quella di domani giovedì 16 giugno 2016. A tre giorni dal voto per i ballottaggi, in cui sono coinvolte alcune delle principali città d'Italia, come Milano, Roma, Bologna, Napoli e Torino, parlamentari e amministratori Dem sono mobilitati per ricordare ai cittadini che questo 16 giugno, domani appunto, sedici milioni di italiani non pagheranno la Tasi sulla prima casa, come pure Imu e Irap agricola, l'Imu imbullonati e la componente lavoro dell'Irap.

Oltre un milione di volantini saranno distribuiti in tutta Italia. Anche nel tentativo di "riportare i nostri a votare" e provare a vincere quanti più ballottaggi possibile nella difficile sfida di domenica. Ed è proprio questa l'occasione che potrebbe rivelarsi utile per avere novità e aggiornamenti sulla politica economica di Palazzo Chigi in riferimento alle prossime mosse sulla riduzione delle imposte e sulle pensioni. Il premier, che è anche segretario del Partito democratico, ha lanciato la mobilitazione con la sua newsletter. Ma probabilmente non sarà ai banchetti, e lascerà la scena ai candidati sindaci.

Tutto molto lineare, se non fosse che la minoranza del partito accoglie l'iniziativa con freddezza e fa sapere che domani farà campagna elettorale, non banchetti. E si tratta proprio di quell'opposizione interna che, seppur senza grandi risultati concreti, si è mostrata particolarmente vivace sul fronte delle novità per le pensioni proponendo soluzioni alternative a quelle prospettate dell'esecutivo.

Si va dalla possibilità di concedere il congedo a 62 anni di età con 35 anni di contributi versati, secondo una tabella di incentivi e disincentivi non superiore all'8% al ritorno dell'applicazione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione, passando per il ricalcolo dell'assegno per tutti i lavoratori in attività con il metodo contributivo. In ballo c'è da sempre anche la resa strutturale del cosiddetto contributivo donna, adesso prorogata fino a fine anno, con cui concedere alle lavoratrici il congedo con qualche anno di anticipo rispetto ai requisiti in vigore in cambio della rinuncia a una parte dell'assegno. Il ritiro sarebbe possibile a 57 anni e 3 mesi di età con 35 anni di contributi per le dipendenti o a 58 anni e 3 mesi per quelle autonome.

Di parere opposto l'esecutivo che sta lavorando sulle mini pensioni con penalità. Stando alla bozza di lavoro, dal prossimo gennaio le porte del ritiro si apriranno per i nati tra il 1951 e il 1953. I lavoratori appartenenti a questa fascia di età dovranno valutare lo svantaggio di una futura pensione più o meno ridotta e il beneficio di poter fare una diversa scelta di vita. Alla base di questa iniziativa c'è il brusco innalzamento dei requisiti per andare in pensioni introdotto con l'attuale legge previdenziale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il