BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie sondaggi aggiornati elezioni comunali M5S, Pd, Lega e impatto per quota 100, quota 41, mini pensioni

C'è un legame più stretto di quel che sembra tra novità per le pensioni e gli esiti dei ballottaggi di domenica.




Continua a essere alta l'attenzione sulle novità per le pensioni, se non altro perché gli spunti di interesse ovvero i fronti da cui possono arrivare conseguenze dirette e indirette sul settore previdenziale sono numerosi. L'esecutivo sta cercando di trovare la quadra tra esigenze sociali sempre più avvertite, pressioni a intervenire per rispondere a una domanda di cambiamento sempre più diffusa e necessità di rispettare i rigidi vincoli economici che non permettono grandi modifiche ovvero lo stravolgimento dell'attuale legge previdenziale. In ogni caso, i prossimi giorni di questo mese di giugno 2016 potrebbero riservare numerose sorprese.

Le attenzioni sono in particolare puntate sugli esiti del ballottaggio di domenica 19 giugno 2016, in cui sono chiamate al voto le importanti città di Milano, Roma, Napoli, Torino e Bologna. Nonostante il premier abbia escluso conseguenze sull'esecutivo e sulla sua attività, compresa quella relativa alle novità per le pensioni, dai risultati delle elezioni. Tuttavia è inevitabile credere che nel caso di tracollo del Partito democratico, di cui il presidente del Consiglio è anche segretario, che si possa aprire un'ampia riflessione su quanto realizzato finora e soprattutto su come occorrerà intervenire nei prossimi mesi, anche in riferimento alle pensioni.

Al contrario, nel caso di vittorie, anche inaspettate, allora Palazzo Chigi riceverebbe una imporante legittimazione. I sondaggi aggiornati raccontano come Virginia Raggi (Movimento 5 Stelle) sia davanti a Roberto Giachetti (Partito democratico, Italia dei Valori, Verdi, Radicali, Socialisti, Democratici e Popolari, Lista civica Giachetti sindaco, Più Roma-Popolari e democratici, altri). In questo momento la vera sfida è a Milano tra Giuseppe Sala (Partito democratico, Lista Beppe Sala-Noi Milano, Sinistra x Milano, Italia dei Valori, altri) e Stefano Parisi (Lista civica Parisi - io corro per Milano, Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia, Milano popolare, Pensionati, altri) dove i sondaggi riferiscono di una sostanziale parità.

A Torino il Pd sta invece perdendo sicurezze, anche se Piero Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri) è ancora davanti a Chiara Appendino (Movimento 5 Stelle), comunque in recupero. Maggiore tranquillità a Bologna dove Virginio Merola (Partito democratico, Cittadini per Bologna, Città comune con Amelia, altri) dovrebbe portare a casa la vittoria su Lucia Borgonzoni (Lega Nord, Uniti si vince, Forza Italia, Fratelli d'Italia, altri). A Napoli Luigi De Magistris (Luigi de Magistris, DemA, Mo! Unione Mediterranea, Verdi, Repubblicani Democratici, Napoli in Comune, Napoli Bene Comune, Italia dei Valori, Ce Simme Sfasteriati, Partito del Sud, Meridionalisti Napoli Capitale) vola verso il traguardo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



pubblicato il