BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Ballottaggio risultati, previsioni aggiornamenti tempo reale Sala, Parisi, Raggi, Fassino, Appendino, Milano,Roma,Torino,Napoli

Quali saranno gli esiti delle elezioni a Milano,Roma,Torino, Napoli: candidati sindaco, ultimi giorni e come e quando si vota




Domani, domenica 19 giugno, si vota per il ballottaggio delle elezioni amministrative 2016. Sono complessivamente 123 i Comuni in cui si vota ma l’attenzione è puntata sulle grandi città di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna. Si vota dalle 7 alle 23 solo domenica e per votare bisogna recarsi al proprio seggio di appartenenza con documento di identità valido e tessera elettorale. Una volta entrati nella cabina elettorale con la scheda elettorale ricevuta e bisognerà semplicemente segnare una X sul candidato sindaco prescelto. Sono considerati nulli segni di riconoscimento o scritte di qualsiasi tipo, che annullano, di conseguenza, il voto espresso. L’esito più incerto di queste votazioni è quello di Milano, dove i due candidati sindaco, Beppe Sala per il centrosinistra e Stefano Parisi per il centrodestra, continuano ad essere protagonista di una serrata sfida. Era Sala in testa, poi all'inizio di questa settimana Parisi ha sorpassato Sala, ma negli ultimi giorni l'ex commissario di Expo si è riportato in vantaggio arrivando al 51,5% contro il 48,5% di Parisi. Al primo turno era finita 41,7% per Sala contro il 40,7 di Parisi.

Le stese vendite auto dei sondaggi clandestini indicano Renzault (Sala) a 51mila vendute e Silfiat (Parisi) a 48mila, di poco inferiori. E’, dunque, poca la distanza che separa i due, per cui ci si potrebbe aspettare qualsiasi risultato. Incertezza che non sussiste invece a Roma, dove secondo gli ultimi sondaggi clandestini aggiornati, Force India (Virginia Raggi del M5S) sarebbe in testa nella gara di Formula Uno sulla Ferrari (Roberto Giachetti del Pd) di oltre 20 km, ma del resto Virginia Raggi ha chiuso il primo turno al 35,6% contro il 24,8% di Giachetti, ipotecando la sua vittoria finale. La Raggi potrebbe diventare sindaco con il 60% dei voti contro il 40 di Giachetti, secondo qualche sondaggista. Necessità di migliorare trasporti pubblici, mobilità e viabilità, e i piani di lavoro graduali per lo smantellamento dei campi rom, lavoro amministrativo trasparente sono i punti in comuni tra il programma della Raggi e quello di Giachetti, che più volte ha ribadito di voler rendere l'amministrazione vicina ai cittadini, risolvendo anche l’emergenza case e rimodulando la tassa di soggiorno.

E se lui pensa già ad u eventuale progetto per rendere Roma capace di accogliere le Olimpiadi del 2024 che potrebbero rappresentare un volano per un rilancio del lavoro, per la Raggi le Olimpiadi 2024 non rappresentano una priorità perla Capitale che ha bisogno di ripartire da altri punti tra trasporto, amministrazione, gestione dei rifiuti. Nei progetti della Raggi anche maggiori investimenti per asili e scuole e piani di aiuti contro la povertà. A Torino si torna a parlare di probabile riconferma del sindaco uscente Fassino: fino a qualche settimana f la sua vittoria era praticamente vicina, ma negli ultimi giorni la sfidante Appendino del M5S è riuscita  conquistare non pochi consensi ed elettori arrivando a pochissima distanza da Fassino.

Ma ad oggi la vittoria del sindaco uscente Piero Fassino è data praticamente per certa, secondo gli ultimi sondaggi sarebbe al 60%, dopo che già al primo turno aveva conquistato il 41,8% contro il 30,9%. Infine, nessuna incertezza Napoli sulla vittoria di Luigi De Magistris che continuerà ad essere il sindaco diel capoluogo campano per altri 5 anni. L'ex magistrato si era imposto al primo turno con il 42% contro il 24% conquistato da Gianni Lettieri del centrodestra. Ora, secondo gli ultimi sondaggi, De Magistris sarebbe al 64% contro il 36 di Lettieri.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il