BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Ballottaggio Milano, Torino, Napoli, Roma, Bologna aggiornamenti in tempo reale risultati Sala, Parisi, Fassino, Raggi

Domenica 19 ballottaggi per le comunali a Milano, Torino, Napoli, Roma, Bologna: orario di apertura seggi e ultimi sondaggi aggiornati




Domenica 19 giugno, dalle 7 alle 23, si vota per i ballottaggi nelle principali città italiane che devono scegliere il proprio sindaco. Urne aperte a Milano, dove si sfidano il candidato di centrosinistra Giuseppe Sala e il candidato di centrodestra Stefano Parisi; Torino, dove si sfidano il candidato del Pd Piero Fassino e la candidata del M5S Chiara Appendino; Napoli, dove il sindaco uscente Luigi De Magistris si confronterà con il candidato di centrodestra Gianni Lettieri; Roma, dove si sfidano Virginia Raggi del M5S e Roberto Giachetti del Pd; e Bologna, dove Virginio Merola del Pd cercherà di riconquistare la sua poltrona di sindaco contro Lucia Borgonzoni.  Nel corso delle votazioni forniremo aggiornamenti in tempo reale sull’andamento delle comunali nelle diverse città fino ai risultati finali.

Ad oggi, a Milano pochi voti dividono Giuseppe Sala al 41,5% e Stefano Parisi al 40,9% e molto si gioca chiaramente sui punti dei programmi elettorali che entrambi i candidati hanno presentato. Le ultime notizie di questi ultimissimi giorni si sono concentrate soprattutto sulla questione della Moschea a Milano, questione che ha nettamente diviso i due candidati considerando che per Sala bisognerebbe partire subito con la sua costruzione, mentre per Parisi si potrebbe realizzare solo dopo aver accertato tramite precisi controlli da chi sarebbe gestita e come funzionerebbe. A Torino, il, candidato del Pd Fassino che fino a poco tempo fa certamente si sarebbe riconfermato alla guida della città, alla luce delle ultime notizie, non vive certo momenti tranquilli. Da giorni infatti è particolarmente visibile l'ascesa della Appendino. Secondo gli ultimi sondaggi di Renato Mannheimer, Fassino (Partito democratico, Lista civica per Fassino, altri) sarebbe tra il 49 e il 55% mentre la Appendino tra il 45 e il 51%. Situazione decisamente cambiata rispetto ai risultati del primo turno chiuso con il 41,8% da Fassino contro il 30,9% della Appendino del M5S.

Volano invece a Napoli le percentuali che darebbero ormai quasi per certa la riconferma di Luigi De Magistris alla guida del capoluogo partenopeo e a nulla è servita la campagna elettorale di Lettieri del centrodestra. In base ai risultati dei sondaggi clandestini sulle corse di Formula Uno, poi, nella Capitale Force India (virginia Raggi) sarebbe in testa sulla Ferrari (Roberto Giachetti) di circa una ventina di chilometri che sembrano irrecuperabili per lo sfidante. Ma non si tratta di numeri che suonano come una sorpresa perché si pensava che la Raggi potesse vincere già al primo turno, chiuso invece con il 35,2% contro il 28,4% di Giachetti del Pd.

A Bologna, per Mannheimer Merola si attesterebbe tra il 55 e il 60% mentre Lucia Borgonzoni tra il 40 e il 45%, numeri che certamente fanno riflettere considerando che la candidata della Lega, forse a sorpresa, sta dando filo da torcere al candidato del Pd in una città che mai forse avrebbe pensato di finire nelle mani della Lega. Ma questi numeri rappresentano un segnale da tenere particolarmente in considerazione e che dovrebbero portare Merola a insistere su un progetto pensato soprattutto per i suoi cittadini e in tal senso la priorità di mettere a punto aiuti sociali per chi si ritrova a vivere in condizioni di difficoltà potrebbe essere un segnale importante.  Merola ha anche annunciato una revisione della mobilità e del trasporto pubblico in città da potenziare e rendere decisamente più frequente per i cittadini in ogni zona. Di contro, una Borgonzoni che mira a rendere Bologna sempre più sicura e pulita, puntando anche su nuove misure per welfare e lavoro.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il