BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie su novità quota 100, quota 41, mini pensioni da novità illustrate Rossi, Zoggia, Renzi, Speranza

Le ultime posizioni di Zoggia, Rossi, Speranza e affermazioni premier Renzi su novità pensioni all’indomani dei risultati delle comunali




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO 13:29): Al momento Renzi e i suoi Ministri sembrano fermi a non cedere nulla sulle novità per le pensioni me le ultime notizie e ultimissime potrebbe cambiare velocemente visto i tanti confronti attesi e sondaggi che continuano a dar vittorioso il no al referendum sempre più staccato. Al momento, comunque, è da sottolineare, ci vorrebbe una bella virata a 360 gradi perchè i soldi dati per le novità per le pensioni rimangono anche in questa fase 500 milioni al massimo 800. E per le il taglio delle imposte, altro obiettivo fondamentale, ne mancano tra i 7-12 miliardi

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO 11:22): Le richieste di novità per le pensioni arrivano anche da altri esponenti come Fassino e Chiamparino che nelle ultime notizie e ultimissime affermano chiaramente che occorre prestare la massima attenzione all'indigenza, all'occupazione e alle novità per le pensioni che permettano di aumentare l'occupazione, ma anche di dare un giusto assegno a quelle più basse. Basteranno queste spinte a cambiare qualcosa?

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO 19:02): Sono nomi importanti questi di cui riportiamo le affermazioni delle ultime notizie e ultimissime. Nomi importanti perchè possono apportare novità per le pensioni, sia alla maggioranza con ripercussioni poi sulle stesse novità per le pensioni. Si va da Speranza che ha idee chiare su entrambe le posizioni così come Rossi che da Governatore della Toscana si è mosso per le novità per le pensioni e le ha richieste anche a Renzi sottolineando l'importanza di quota 100 e quota 41.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO 21:01): Dalle ultime e ultimissime notizie di queste ore sull'analisi del ballottaggio da parte del presidente del Consiglio è arrivata la conferma dell'anticipo della direzione. Si discuterà del voto alla elezioni comunali, con particolare riferimento alle situazioni di Roma e Torino, ma anche dell'attività dell'esecutivo con riferimento alle novità pensioni e altre tematiche fondamentali oltre all'elezione del segretario importante anch'essa per le novità per le pensioni per chi potrebbe essere nominato.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:21): Sono arrivate le prime parole che Renzi come riportano le indiscrezioni delle ultime notizie e ultimissime avrebbe detto ieri sera e questa mattina in riunione interna che per il momento pare continuare.
E sono affermazioni che, tra l'altro, sono confermate da diverse fonti.
Per Renzi tutto continua sul referendum, novità per le pensioni o le imposte nel bilancio in fase di scrittura non ce ne sono al momento. Non intende dimettersi da segretario nè tantomeno da capo dell'esecutivo.
E per il Congresos richiesto prima che sarebbe molto importante per le novità per le pensioni con segretari posisbili come Rossi più vicini al tema delle novità per le pensioni o sociali in generale, non fa aperture. Dice che non ci sono spazi, si farà solo dopo il Congresso come già era stato spostato.
E poi soffermandosi sulla sconfitta parla che l'errore non è stato scegliere volti nuovi e freschi, come il M5S. Fassino, sembra abbia detto, andava candidato per forza e fa esempi, invece, di giovani che hanno conquistato per il pd città importanti e mai aviuto o poco come Assisi.
Vedremo se queste parole e soprattutto questa strategia sarà portata avanti anche a telecamere accese.

All’indomani dei risultati delle elezioni comunali che, pur avendo lasciato la guida di Bologna al Pd con Virginio Merola e visto il trionfo di Giuseppe Sala del Pd a Milano, dopo una ‘lotta’ serrata con il candidato di centrodestra Stefano Parisi, hanno rappresentato una sconfitta per il partito di Renzi che ha visto ‘cadere’, a sorpresa, Torino e Roma nella mani del Movimento 5 Stelle. Nuovi sindaco di Torino e della Capitale sono, infatti Chiara Appendino e Virginia Raggi del M5S, scelte che chiaramente rispecchiano un sentire degli italiani che, come confermano le ultime notizie,sono alla ricerca di cambiamenti e novità per il Paese. Il partito di maggioranza non è riuscito a tenere fede ai suoi annunci e alle sue promesse, e il nulla di fatto finora, in ben due anni, su novità per le pensioni, dopo tante parole e discussioni, ne è la dimostrazione. Serve una mossa che riesca a capovolgere l’attuale situazione di caos e incertezza, soprattutto per l’esecutivo, e questa potrebbe essere quella di anticipare il Congresso del Pd ed eleggere un nuovo segretario di partito.

Come ha sottolineato l’esponente del Pd Davide Zoggia, le comunali hanno chiaramente dimostrato la necessità di riorganizzazione del partito, perchè gli esiti delle votazioni di ieri rappresentano un dato evidente anche per l'intero esecutivo nazionale. Secondo Zoggia è arrivato il momento che il premier capisca che per una migliore gestione e amministrazione del partito debba essere scelta una figura ad hoc, che sappia soddisfare specifiche esigenze, pronto a concentrarsi esclusivamente sulla segreteria del Pd, cosa che chiaramente non può avvenire con una persona che è presidente del Consiglio e segretario di Partito. Del resto, la stessa opposizione interna già qualche giorno fa aveva chiesto che fosse anticipato il Congresso nel caso di sconfitta alle comunali. E tra i candidati alla segretaria del Pd ci sarebbero l’attuale governatore della Toscana Rossi, Gianni Cuperlo e Roberto Speranza.

Si tratta di tre personalità che potrebbero avere diverso impatto sulle novità per le pensioni, perché tutti sono favorevoli a cambiamenti pensionistici orientati innanzitutto alla revisione dell’età  uscita dal lavoro, da abbassare, con particolari riferimenti a novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41, ma anche a misure di sostegno a chi è rimasto senza lavoro, con posizioni particolarmente critiche nei confronti del nuovo sistema dell’esecutivo basato sulla mini pensione e con coinvolgimento degli istituti di credito.   

Per Rossi,in particolare, la priorità della sua candidatura è innanzitutto quello di riportare ordine all'interno del partito, come da lui stesso dichiarato, anche perchè i risultati delle votazioni sono state davvero negative. Secondo Rossi, bisogna riportare l’attenzione su temi centrali per i cittadini come occupazione, mondo del lavoro più forte di questo, pensioni più basse che devono essere aumentare e novità per le pensioni per determinate categorie di lavoratori, come chi è entrato giovanissimo nel mondo del lavoro e chi svolge attività pesanti. E mentre nell’opposizione regna un sentimento di delusione e una voglia di voler rimettere a posto le cose, ammettendo errori e cercando di trovare soluzioni o mettere a punto novità capaci di riconquistare i cittadini, partendo proprio da novità per le pensioni ma anche in riferimento a taglio delle imposte, lo stesso premier sembra non vedere i risultati delle votazioni come una ‘tragedia’ e, stando alle ultime notizie, non avrebbe intenzione di rivedere le sue ultimissime convinzioni, e non vorrebbe cambiare nulla né per le pensioni né per altro.

Continua a ribadire che, nonostante le perdite di Torino e Roma, gli esiti di ieri sono sul locale e non sul nazionale, non rifletterebbero nulla per il suo governo. E in merito alla richiesta dell'opposizione interna di anticipare il Congresso, ha specificato che comunque non si potrà fare prima del 2 ottobre. E questo è significativo perchè proprio per allora dovrebbe esserci il referendum costituzionale, prova del nove per il premier che ha chiaramente detto che se dovesse perdere sarà pronto a dimettersi. Ma qua è la sua vera strategia? In realtà, anche se tutto avrebbe potuto far pensare, fino a qualche giorno fa, che stesse temporeggiando per l'attuazione di novità cruciali, come novità pensioni e taglio tasse, per definirle in un quadro migliore per tutti, ad oggi sembra che la priorità per il premier sia dimostrare la sua ‘forza’ al prossimo referendum d’autunno, per poi dire di essere riuscito nella sua impresa e quindi dedicarsi alle altre questioni.

Anche Roberto Speranza è tra coloro che ha chiesto di anticipare il Congresso ed eleggere un nuovo segretario di partito perchè il premier non può più continuare a mantenere il doppio ruolo. Serve un cambiamento netto all'interno della maggioranza se si vogliono davvero fa funzionare le cose ma anche se si vuole arrivare al referendum di ottobre in piena tranquillità senza scontri interni e tensioni. Speranza ritiene, inoltre, che questo cambiamento debba prevedere un nuovo riassetto anche degli equilibri interni dello stesso partito, rivedendo l'alleanza con il gruppo dei verdiniani. E se Renzi imparasse  dare più ascolto all'opposizione interna, cercando di lavorare in un clima di collaborazione, allora si potrebbe partire da diversi miglioramenti che sarebbero certamente apprezzati dai cittadini, come le stesse novità per le pensioni, considerando che proprio l’opposizione è quella da sempre rilancia sull’urgenza di modifiche e che sostiene quota 100 e quota 41 ma non la mini pensione poco conveniente dell’esecutivo che, in un clima di collaborazione come quello sperato potrebbe, anche se difficile attualmente, essere rivista.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il