BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie le attese novitÓ Governo Renzi con forze sociali, opposizioni, direzione novitÓ mini pensioni, quota 41

Dalla riunione di giovedý con le forze sociali alla direzione di venerdý del Partito democratico: sono giorni importanti per esecutivo e pensioni.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:12): Quindi abbiamo tre riunioni importanti per le novità per le pensioni come confermano le ultime notizie e ultimissime seppur in tutte non abbiamo la certezza dei temi trattatati pur arrivando qualcosa dalle ultime notizie e ultimissime:

- novità pensioni da riunione Governo Renzi-Forze Sociali con il tema che dovrebbe essere la mini pensioni, ma anche secondo alcune fonti quota 41 e quota 100 per alcuni occupati di lunga data, occupazione faticose e non occupati
- novità pensioni attraverso confronto opposizione interna e qui vi sono diversi correnti da chi vuole le dimissioni di Renzi totali, chi da segretario, chi rivedere i programmi e contenuti tra cui anche le pensioni
- novità pensioni con confronto in Direzione se si tratterà di contenuti e di programmi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:30): Cosa potrebbe, dunque, succedere per le novità per le pensioni da subito e nel medio termine? E' difficile dirlo in base alle ultime notizie e ultimissime anche perchè al momento appare chiaro come il Governo Renzi non abbia ancora una risposta pronta nè per le pensioni, nè per una strategia globale di rilancio. Certo, quello che profila tra domani e venerdì è una serie di riunioni importanti, seppur ancora non decisive che abbiamo visto sotto. Importante è anche quella dell'opposizione interna per capire cosa vorranno fare sia in termini di segretario (con nomi importanti che circolano vicini anche a quota 100, quota 41) che di temi come imposte, novità pensioni, occupazione. E poi quella con le forze sociali che arrivono più forti, ma stranamente sono in silenzio. E infine quella di venerdì dove il Governo Renzi dovrebbe dare delle risposte su come fare a riprendersi confrontandosi con le richieste dell'opposizione.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:03): Anche in queste ultime ore, raccontano le ultime e ultimissime notizie, il presidente del Consiglio e segretario del Partito democratico, sta continuando ad ammettere la sconfitta elettorale, ma appare piuttosto titubante sulla necessità di fare un passo indietro dalla guida del Pd. L'opposizione interna è decisa a far scattare la resa dei conti, anche sulle novità per le pensioni.

Forse la riunione con le forze sociali sulle novità per le pensioni arriva nel momento meno adatto per l'esecutivo. Il Partito democratico si sta infatti interrogando sulle ragioni di una sconfitta complessiva ai ballottaggi di domenica scorsa ed è alle prese con una crisi interna che, in maniera diretta o indiretta, non può che avere ripercussioni nella capacità di scelta. A differenza del recente passato, tuttavia, le forze sociali si siedono attorno al tavolo in una posizione meno debole proprio per via delle incertezze del principale partito a sostegno della maggioranza di governo. E non si può fare a meno di notare il silenzio totale di tutte le sigle sui risultati di queste importanti elezioni.

Sarà quindi anche per queste ragioni che le ipotesi di introdurre quota 100 (somma di età anagrafica e anni di contribuzione) per chi svolge attività prevalentemente faticose o lavori notturni o quota 41 (solo anni di contribuzione) per chi ha iniziato a lavorare in giovane età non stanno trovando spazio al tavolo del confronto, nonostante le prime aperture. Lo stesso progetto sulle novità per le pensioni a firma dell'Istituto nazionale della previdenza sociale, che andava proprio in questa direzione, sembra essere stato accantonato.

Allo stato le indicazioni sembrano piuttosto contrastanti tra chi crede che all'atteso tavolo di giovedì si ragionerà solo sul piano delle mini pensioni con penalizzazioni prospettato da Palazzo Chigi, spostando in sede separata il focus sulle categorie speciali, e chi stila l'elenco dei punti all'ordine del giorno di questo terzo incontro: la ricongiunzione dei periodi in gestioni diverse, la valutazione del lavoro di cura, la verifica della situazione dei salvaguardati, la valutazione degli effetti del sistema contributivo sulle carriere di lavoro discontinue, in particolare modo dei giovani precari, la previdenza integrativa e gli investimenti dei fondi pensione nell'economia reale, la modalità di rivalutazione delle pensioni e la tutela del potere di acquisto, la divisione tra spesa per assistenza e spesa per previdenza, la governance degli istituti di previdenza.

Quel che appare chiara è la posizione del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali che sembra aver escluso qualsiasi intervento sul sistema delle quote per non mettere in repentaglio i delicati e precari equilibri economici. Ma sono proprio i numeri a non tornare considerando l'intenzione di intervenire sulle novità per le pensioni, lavorare anche sul versante della riduzione delle imposte e rispondere alla sollecitazioni di Bruxelles. Passaggio intermedio sarà comunque la direzione di venerdì del Partito democratico, in occasione della quale l'opposizione interna ha promesso un regolamento dei conti politici. Il culmine si avrà con il prossimo congresso del partito, probabilmente dopo il referendum di ottobre, indipendentemente dal risultato. La conquista della segretaria è la prima tappa per la minoranza per intervenire anche sulle novità per le pensioni.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il