PayPal sbarca in Italia: per pagare basta una e-mail

Da oggi basta avere un indirizzo e-mail per inviare o ricevere soldi online in tutta sicurezza: arriva anche in Italia PayPal, leader mondiale dei pagamenti online.



Volete vendere qualcosa su Internet ma avete paura di non essere pagati? Oppure volete comprare, ma non vi va di dare in giro il vostro numero di carta di credito? Da oggi basta avere un indirizzo e-mail per inviare o ricevere soldi online in tutta sicurezza: arriva anche in Italia PayPal, leader mondiale dei pagamenti online.

Il servizio PayPal si basa su infrastrutture finanziarie già esistenti (carte di credito e conti bancari) e consente ai privati di effettuare pagamenti via e-mail per gli acquisti fatti su siti di e-commerce. PayPal funziona un po' come un contocorrente bancario: ci si iscrive, si deposita una somma di denaro. Fatto questo, è possibile trasferire i soldi a altri iscritti. Le transazioni sono gestite direttamente da PayPal, quindi nessun utente conosce le informazioni finanziarie degli altri.

Fondato nel 1998, PayPal è disponibile in 45 paesi e ha oggi 56 milioni di conti attivi. E' possibile effettuare e ricevere pagamenti in sei valute diverse: euro, sterline, yen, dollari statunitensi, dollari canadesi e dollari australiani.

Ad ottobre del 2002, PayPal è stato acquistato da eBay, principale sito d'aste online, e i due servizi sono perfettamente integrati, in modo da semplificare il pagamento fra acquirenti e venditori della community di eBay.

'Con PayPal, gli utenti internet italiani scopriranno un servizio innovativo di pagamento online rapido, efficace e sicuro', afferma Giulio Montemagno, senior manager di PayPal Italia. 'Oltre all'integrazione su eBay, PayPal contribuirà a sviluppare l'attività di commercio online delle piccole e medie imprese italiane'.

Lanciato negli Stati Uniti nel 1998, PayPal era già presente in Gran Bretagna, Germania, Austria, Svizzera, Paesi Bassi e Francia.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci Fonte: pubblicato il