BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Referendum Brexit Inghilterra risultati spoglio voto, affluenza, previsioni, exit poll, previsioni aggiornamento in tempo reale

Rimanere o lasciare l’Europa: il referendum Brexit di oggi in Inghilterra, come si risolverà e chi vincerà. Cresce l’attenzione




Europa con il fiato sospeso nell'attesa che la giornata di oggi 23 giugno termini e si sappia ql'esito del referendum sulla cosiddetta Brexit che sta chiamando in queste ore milioni di cittadini inglesi al voto. Non ci sono interpretazioni nè possibili errori da commettere: il quesito referendario è semplice, coinciso e decisamente significativo e chiede ai britannici se vogliono o meno rimanere in Europa. Impossibile sbagliarsi, impossibile non comprendere. E altrettanto impossibile sembra fare previsioni: i sondaggi dell'ultimo minuto davano infatti un serratissimo testa a testa tra la fazione dei Remain (rimanere in Europa) e lo schieramento dei Leave (lasciare l'Europa), numeri che non fanno altro che riflettere il reale sentimento di contrasto interno al Paese.

Questo referendum, infatti, divide da tempo gli stessi inglesi: c'è chi infatti continua ad essere convinto che, nonostante le attuali difficoltà, sia decisamente più conveniente rimanere in Europa, e chi, invece, ritiene che sia assolutamente meglio uscirne, per proteggere il proprio Paese e la propria economia. I seggi resteranno aperti fino alle 22 ora locale, 23 ora italiana, di questa sera. Non sono previsti exit pool e arriveranno dunque direttamente i risultati ufficiali dell’esito a notte fonda. Seguiremo gli esiti, spogli, affluenza e aggiornamenti sulle previsioni in tempo reale. Insieme alle conseguenze, che sarebbero di rilevante portata, sia da un punto di vista politico di organizzazione della stessa Europa, sia da u punto di vista economico che sociale, i principali timori legati alla possibile vittoria del Leave, cioè dell'uscita dall'Europa, sono quelli di un effetto contagio anche in altri Paesi.

Anche se le Borse sembrano scommettere sulla permanenza dell’Inghilterra in Europa, la paura, infatti, è che il voto di oggi dei 46,5 milioni di britannici possa avere una risonanza tale da portare anche altri Paesi ad indire referendum dello stesso tipo, lasciando ai propri cittadini la decisione di rimanere o meno in Europa, con la possibilità di portare alla caduta del progetto Ue. Non dimentichiamo che in Italia, la Lega e il M5S si sono dimostrati in più occasione euroscettici e considerando il crescente peso del M5s nel nostro Paese a scapito del Pd, tutto potrebbe essere immaginabile. E a far scaturire questi timori è stata anche una sorta di riconquista di terreno delle correnti politiche anti Ue e dei partiti estremisti, come quelli di destra di Francia, Ungheria e Polonia.

Del resto, da un sondaggio condotto da YouGov, è emerso che su un campione di sette Paesi interpellati, sei sceglierebbero di abbandonare l’Ue nel caso in cui vincesse in Inghilterra il fronte Brexit. Tra i Paesi dove, invece, il sentimento Ue è più forte, insieme alla nostra Italia, ci sarebbero anche Francia, Svezia e Danimarca. Non resta dunque che seguire con attenzione gli esiti del referendum per capire quali saranno effettivamente e in maniera concreta le conseguenze del voto di oggi, qualsiasi sia il risultato finale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il