BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Brexit aggiornamenti tempo reale referendum Inghilterra deve essere convalidato.Ue chiede subito uscita, indipendentisti attendono

L'Unione europea vuole fare presto e non permettere concessioni speciali o ripensamenti, nonostante lo scarto tra il restare o abbandonare sia stato minimo.




Le procedure di divorzio della Gran Bretagna dall'Unione europea non saranno cosa semplice. Esiste l'articolo 50 del Trattato di Lisbona che regola le operazioni. Vi sono poi due anni di tempo per definire le modalità con i partner europei. In realtà si tratta di un processo che potrebbe diventare più lungo e complesso, soprattutto una volta che sono state definite le modalità del distacco. È verosimile che Londra voglia dopo negoziare nuove modalità di accesso al mercato unico europeo. Esistono modelli a riguardo, come la Norvegia, il Lichtenstein e l'Islanda, che fanno parte dell'Efta, l'Associazione europea di libero scambio, con la quale l'Unione ha creato uno Spazio economico europeo.

Altro modello possibile è la partnership Ue-Svizzera. La Svizzera è membro associato di Schengen e ha negoziato con l'Unione una lunga serie di accordi bilaterali che regolano le relazioni, anche economiche. Quel che appare chiaro è come l'Unione europea voglia fare presto e non permettere concessioni speciali o ripensamenti, nonostante lo scarto tra il restare o abbandonare sia stato minimo. In ogni caso, con la Brexit la Gran Bretagna va verso la perdita d'influenza su scala globale: è la posizione espressa dal Global Times, nato dal Quotidiano del Popolo, che rileva che sia il referendum d'adesione all'Unione europea sia quello sull'indipendenza della Scozia del 2014 hanno fatto del Regno Unito uno dei fattori più incerti dell'Europa.

A prendere quota in Gran Bretagna è Nigel Farage, 52 anni, ex broker di Borsa, che ha lasciati i Tory nel 1992 dopo la firma del Trattato di Maastricht. È stato leader dello Ukip (Uk Independence Party) dal 2006 al 2009 e di nuovo dal 2010. Alle elezioni locali del 2013 l'Ukip ha ottenuto il 23% dei consensi contro il 25% del Partito Conservatore, suo diretto concorrente e il 29% del Partito Laburista. Alle Europee nel 2014 ha conquistato 24 eurodeputati. Alle ultime Politiche ha incassato il 12,6% dei voti, ma conquista un solo seggio e Farage è rimasto fuori dal Parlamento.

A poco è valso l'appello di al-Quds al-Arabi, quotidiano panarabo edito a Londra, ma soprattutto di proprietà dello Stato del Qatar, uno dei Paesi con i maggiori investimenti nel Regno Unito: «È nell'interesse degli arabi, siano cittadini britannici di origine araba che Stati investitori, la permanenza della Gran Bretagna nell'Unione europea". Allo stesso modo, non sono servite le promesse ironiche della Bild: se la Gran Bretagna resta in Europa, i tedeschi riconosceranno il famigerato gol-fantasma con cui Geoff Hurst portò l'Inghilterra al sorpasso nella finale di Coppa del Mondo del 1966, finita poi 4-2 per i britannici, e la smetteranno di fare battute sulle orecchie a sventola del principe Carlo.

Come confermato dalle ultime notizie, la prima linea di difesa contro un eventuale shock provocato da Brexit sui mercati mondiali è quella delle banche centrali. È accaduto nel settembre 2001 con l'attentato alle Torri Gemelle, all'indomani di Lehman e nella fase più acuta della crisi dell'Eurozona.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il