BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Riforma pubblica amministrazione, stipendi, rinnovo contratti dipendenti pubblici e statali Madia-Renzi: novitÓ questa settimana

Arriva l'annuncio dell'apertura del confronto tra governo e sindacati sul rinnovo del contratto dei dipendenti pubblici. Appuntamento a breve.




C'è una novità importante sul fronte del rinnovo del contratto degli statali e, più in generale della riforma della pubblica amministrazione. Si tratta dell'annuncio dell'apertura del confronto tra governo e sindacati. Il ministro per la Funzione Pubblica, Marianna Madia, ha dato appuntamento "a giorni" per un confronto sul contratto dei dipendenti pubblici, atteso da sette anni. Come data indicativa si parlava di inizio luglio ma si vogliono accelerare i tempi. Non sarà solo l'occasione per iniziare a discutere di rinnovi, ha precisato il ministro, ma anche per affrontare il tema più generale delle regole che vigono nel pubblico impiego.

Insomma, un appuntamento a 360 gradi. "Sarebbe quasi da fare un brindisi", ha commentato a caldo il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ma subito ha messo le mani avanti: "La bottiglia la stappiamo quando siamo davanti al tavolo". Di certo per la leader della Cisl, Annamaria Furlan, "era ora". Il sindacato tra i promotori del ricorso alla Consulta, Confsal Unsa, ricorda come sia passato "un anno preciso dall'udienza" che dichiarò illegittimo continuare a tenere ferme le buste paga. Tuttavia i nodi da sciogliere ci sono. C'è da capire come riattivare la contrattazione. E sul punto Marianna Madia dà le prime indicazioni. "Invertire il paradigma sulle retribuzioni, per cui non si dà di più a chi ha di più ma a chi ha di meno".

Il tutto mentre è arrivata la stretta sui furbetti del cartellino. Il decreto presentato a gennaio è infatti pronto al via libera finale, con alcuni ritocchi che allineano le nuove regole alle richieste del Parlamento. Ecco che il dipendente "sospetto" avrà diritto a una indennità, pari a metà del salario base), per il dirigente viene eliminato ogni automatismo di responsabilità penale e le fasi del procedimento verranno scandite, così da assicurare il rispetto del diritto di difesa ed evitare ricorsi. La formula scelta è "15+15" giorni per concludere tutto in un mese. La sospensione avverrà contestualmente alla contestazione dell'addebito e alla convocazione, dopodiché partono i 15 giorni per la difesa e il resto per l'istruttoria.

Ecco poi il Codice che mappa tutti i procedimenti autorizzativi per chi fa impresa. Il decreto è stato battezzato come Scia 2 e mette ordine in un campo dove si erano accavallate norme su norme. Quindi non solo licenziamenti, nel pacchetto targato Madia rientrano anche la Scia Unica (con Codice allegato) e la Conferenza dei servizi 2.0. Via libera alla ratifica dell'accordo sui comparti del pubblico impiego, precondizione per sbloccare la stagione contrattuale di cui abbiamo accennato e potere iniziare a parlare di rinnovi, con aumenti parametrati al reddito ma senza scaloni, piuttosto seguendo un meccanismo che gradua la distribuzione delle risorse. Più difficile, nonostante i rapporti in materia, una differenziazione a livello territoriale.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il