BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui surroga Giugno-Luglio 2016 migliori: offerte nuove per cambiare mutuo e passare da una banca all'altra con tassi migliori

La convenienza della surroga, quando sceglierla e migliori offerte attualmente disponibili: condizioni proposte e vantaggi




La surroga, o portabilità, di un mutuo permette di trasferire il proprio mutuo, già acceso, da una banca ad un’altra, con la possibilità di modificare i parametri del mutuo stesso, alla ricerca di condizioni più vantaggiose e considerando la continua richiesta di mutui di questi ultimi mesi e le diverse offerte chele banche stanno mettendo a punto per soddisfare le seme più disparate esigenze dei clienti, potrebbe essere una operazione decisamente conveniente. Ma il primo passo da compiere per la surroga deve essere proprio quello di confrontare le diverse offerte disponibili in modo da scegliere la proposta che effettivamente garantisce condizioni migliori rispetto a quelle del proprio mutuo in essere. Vediamo, dunque, di analizzare le migliori offerte di surroga attualmente disponibili e le condizioni proposte.
 
Resistono tra le migliori offerte di surroga mutuo ancora disponibili per questo mese di giugno 2016 e per i primi giorni del mese di luglio, Mutuo Sempre Light di Ubi Banca, che prevede uno spread dell'1,25% sul trasferimento di un mutuo da altra banca, un tasso variabile Euribor 1 mese sommato allo spread all’1,25% che decresce nel tempo, e prevede una durata massima del finanziamento di 20 anni per il 50% del valore della casa. Con Mutuo Sempre Light, per esempio, per un importo di 100.000 euro per surroga, per una durata di 20 anni e per il 50% del valore della casa, si pagherebbe una rata mensile 471,14 euro, con tan dell’1,25% e taeg dell’1,21%, e non sono previste spese di istruttoria, imposta sostitutiva, perizia, incasso rata.

Segue l’offerta di Mutuo valore Italia Trasloca di Unicredit, che consente di tenere sotto controllo l'andamento delle proprie rate con il tagliando che sarà inviato ogni anno in regime di tasso variabile o 90 giorni prima della scadenza pattuita per il regime a tasso fisso e di adeguare il piano dei pagamenti in base alle proprie esigenze; permette di trasferire il finanziamento alle condizioni concordate con la Banca, senza alcun addebito di penali o altri oneri di qualsiasi natura da parte dell’Istituto con cui il Mutuo è in essere.

Questa tipologia di surroga prevedono: un importo minimo finanziabile di 30mila euro, durate di rimborso comprese tra da 5 a 30 anni per mutuo a tasso variabile; da 5 a 20 anni per mutui a tasso fisso; e da 5 a 30 anni per mutuo a tasso misto, mentre per quanto riguarda le modalità di rimborso, è previsto l’addebito automatico in conto corrente con rate mensili. Tra le altre offerte di surroga attualmente disponibili spicca quella Mutuo Youbanking Premium del Banco Popolare, a tasso fisso che, per esempio, per la richiesta di 135 mila euro prevede il pagamento di una rata mensile di 575,50 euro con Tan del 2,05% e Taeg del 2,25%, spese di istruttoria di 1.000 euro e costo della perizia di 320 euro. Il mutuo è destinato a privati che non superino gli 80 anni di età alla scadenza del contratto e finanzia fino all’80% del valore dell’immobile e non è prevista alcuna penale per l’estinzione anticipata del contratto.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il