BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Prestiti personali Settembre migliori nuove offerte con tassi interessi più bassi, condizioni migliori e tempi più veloci

Quali sono le migliori offerte di prestiti personali attualmente disponibili, cosa propongono e quale scegliere in base a condizioni ed esigenze




Banche e finanziarie continuano a mettere a punto proposte di prestiti personali per rispondere alla sempre crescente richiesta di finanziamenti da parte degli italiani che spesso si ritrovano a non farcela ad affrontare le spese quotidiane con il solo stipendio mensile. Per garantire, dunque, la possibilità di richiedere nuova liquidità, sia per spese ordinarie che per spese straordinarie, come acquisto di una nuova auto o un bel viaggio, sono diverse le proposte tra cui si può scegliere, chiaramente a seconda delle proprie esigenze. Vediamo di seguito quali sono le migliori offerte di prestiti personali disponibili per il mese di Settembre 2016.

Intesa Sanpaolo propone ancora PerTe Prestito in Tasca, prestito personale che permette di scegliere durata e importo compreso tra mille e 5mila euro, può essere sottoscritto anche online, prevede tempi di rimborso compresi tra le 12 e le 48 rate, e viene accreditato direttamente sul conto corrente del richiedente. Ma non è questa l’unica proposta Intesa Sanpaolo in fatto di prestiti: è, infatti, disponibile anche un prestito dedicato esclusivamente agli studenti che vogliono pagarsi studi universitari o post universitari; si chiama PeTe Prestito con Lode e permette di richiedere finanziamenti proprio per continuare i propri studi universitari e post-universitari senza richiesta di garanzie patrimoniali o personali. Il periodo di rimborso di questo prestito è di massimo 48 mesi ma può essere rimborsato anche anticipatamente su richiesta dello studente.

La finanziaria Consel offre ancora forme di prestiti personal che possono essere richiesti direttamente anche online e permettono di risparmiare sulle spese di gestione del finanziamento, e che propongono condizioni diverse a seconda di cifra richiesta e tipo di lavoratore che richiede il prestito. Nel caso, per esempio, di una richiesta di 2000 euro, da restituire entro un anno con pagamento di 12 rate mensili, il tasso d’interesse sarà fisso del 8,24%; il Taeg del 10,19% e le rate mensili saranno di 174 euro.

Zeta Finanziamenti propone il prestito personale Cessione del Quinto dello Stipendio, che prevede un rimborso a rate costanti trattenute direttamente in busta paga, dedicato a lavoratori dipendenti pubblici e privati con contratto a tempo indeterminato, che permette di richieder fino a 50.000 euro ed è legato al livello di retribuzione della persona e alla sua anzianità di lavoro, permette di ridurre alcune rate e la rata della Cessione del Quinto non può superare 1 quinto della retribuzione netta. I versamenti vengono effettuati direttamente dall'amministrazione dell'azienda dove lavora il richiedente e questo prestito può avere una durata fino a 120 mesi.

Tra le migliori offerte di prestiti personali attualmente disponibili anche quello di Prestiamoci, un prestito personale cosiddetto peer-to-peer, cioè tra privati, che funziona direttamente tra creditore e contraente attraverso una piattaforma online e senza necessità di alcuna intermediazione di banche o finanziarie. Questa forma di prestito offre dunque la possibilità di risparmiare sui costi di gestione e sulle spese normalmente previste per i finanziamenti erogati dai tradizionali intermediatori bancari e, per esempio, per un prestito di 15.000 euro da restituire in 5 anni, Prestiamoci garantisce un tan fisso al 3,90 %, taeg del 5,38%, il rimborso con una rata mensile di 275,60 euro e prevede spese di apertura di 536 euro.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti SETTEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il