BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 al via Governo Renzi-Direzione tra nuove aperture e temi importanti

Cosa aspettarsi dalla nuova riunione della Direzione del Pd di lunedý, nuova segreteria, novitÓ pensioni e misure sociali gli argomenti forse in discussione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:44): Continuando l'elenco delle novità per le pensioni a livello tematico che emergono dalle ultime notizie ve ne sono almeno altre due da aggiungere nella sintesi sotto:

- novità pensioni con unione dei contributi gratis e semplificata che interesserebbe migliaia di cittadini
- novità pensioni con un aumento del valore di quelle più basse.

Ovviamente già da questo semplice elenco si capisce subito come ci siano temi intorno al fuoco, sia considerando le priorità che finora ha dato il Governo Renzi alle novità per le pensioni, sia in termini di fattibilità reale economica con i soldi al momento non tanto disponibili ma che si vogliono spendere, che si ha la vera volontà di spendere.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9,33): Se si dovesse invece parlare di temi e programmi le novità per le pensioni sarebbero quasi sicuramente affrontate soprattutto dopo le ultime notizie e ultimissime che confermano che una parte anche dei fedeli di Renzi le richiede. Ed è questo un punto fondamentale non c'è solo opposizione interna ma finalmente anche una parte della maggioranza che nelle riunioni scorse ha definito le novità per le pensioni fondamentali. In sintesi si potrebbe parlare di:

- Novità pensioni con miglioramento del sistema pensato per le mini pensioni anche se alcuni lo vorrebbero eliminare
Novità pensioni con il ritorno ad un confronto sulla fattibilità di quota 100 e quota 41 anche solo sperimentale con i fondi attualmente disponibili

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:07): La Direzione se dovesser affrontare "solo" la struttura e l'organizzazione e non i temi e le priorità da affrontare avrebbe, comunque, una importanza non da poco per le novità per le pensioni come riferiscono le ultime notizie e ultimissime.

- novità pensioni con elezioni nuovi vice segretari e consiglier nella segreteria con persone almeno nelle ultime notizie e ultimissime che circolano che considerano le pensioni importanti
- novità pensioni con nuovo segretario e anche in questo caso vale quanto detto sopra
- novità pensioni decidendo cosa fare nel caso di vittoria o sconfitta referendum e su quando e come fare il referendum in relazione anche a nuove elezioni cosinderate da molti come la vera svolta possibile per le novità sulle pensioni reali

Ma si dovrebbe parlare anche di temi e le novità per pensioni non semplicemente il sociale è stato ripreso come fondamentale da alcune parti trasversali sia della maggioranza che dell'opposizione interna nelle ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Dalle ore 15 inizierà la direzione della maggioranza lunedì e si dovrà capire se dopo i tanti rinvii si cercherà di focalizzarsi sui singoli temi e tra questi vi sarebbero le novità per le pensioni chiesti sia da una parte della maggioranza che dall'opposizione interna o se ci si fermerà solo alle struttura, organizzazione e segreteria, anche se la stessa segreteria potrebbe avere un ruolo importante per le novità per le pensioni se andassero persone come Rossi o Emiliano solo per fare due nomi che dalle ultime notizie e ultimissime emergono nonostante si cercherà di evitare un congresso prima del previsto

Duri gli ultimi attacchi di D’Alema nei confronti del premier e pronto a votare no al referendum costituzionale che si terrà il prossimo ottobre se non cambierà la a strategia di lavoro, da dimissioni da segretario del partito all’attuazione di necessarie misure sociali; critico l’ex premier Prodi che ha spiegato al premier come la strada per tornare ad essere uniti e lavorare in maniera serena e compatta sia innanzitutto quella di cancellare le diseguaglianze sociali esistenti, obiettivo che si potrebbe raggiungere sia con aiuti sociali, facendo chiaro richiamo all’assegno universale, sia con novità per le pensioni che consentano ai lavoratori costretti a rimanere a lavoro più a lungo di andare finalmente in pensione lasciando posti di lavoro liberi per i giovani oggi disoccupati e costretti a vivere in condizioni precarie; decisa l’opposizione interna a continuare a chiedere al premier ulteriori modifiche per le pensioni ma anche le sue dimissioni da segretario del partito.

Non è certo rosea la situazione politica di premier e Pd in vista della nuova riunione della Direzione del Pd di lunedì 4 luglio, appuntamento importante soprattutto all’indomani dell’esito del voto inglese per capire quale sia la strada migliore da seguire per continuare a governare al meglio l’Italia e soprattutto le mosse giuste per ricompattare la maggioranza per evitare distacchi dalla coalizione e un’ulteriore crescita del Movimento 5 Stelle che dopo le ultime comunali ha dimostrato di avere ormai tutte le carte in regole per prendere il comando, tanto che dalle ultimissime notizie sulle intenzioni di voto degli italiani per le prossime politiche avrebbe anche superato il Pd. Gli argomenti che dovrebbero essere al centro delle discussioni della nuova Direzione del Pd sarebbero novità per la riorganizzazione dei segretari, misure sociali e novità pensioni che alcuni fedelissimi dello stesso premier, come Orfini e ministro della Giustizia Orlando, hanno chiaramente rilanciato.

Come parte dell’opposizione interna, però, anche da parte di questi ultimi non vi sarebbe appoggio al novo sistema basato sulla mini pensione con coinvolgimento degli istituti di credito che lo stesso esecutivo sta portando avanti, anche attraverso nuovi confronti con le forze sociali, e piuttosto sarebbero più propensi, come del resto richiesto da mesi da opposizione interna e Comitato ristretto per le pensioni, a novità pensioni di quota 100 e a novità pensioni di quota 41, che sarebbero le novità certamente migliori anche per risolvere le diseguaglianze sociali esistenti. Il programma di agire con novità pensioni e con misure sociali potrebbe però anche passare in secondo piano, soprattutto all’indomani dell’ultima ipotesi circolata secondo cui il premier, per riconquistare nuovi appoggi, potrebbe puntare su modifiche dell’Italicum, che piacerebbero a centristi e forze di destra.

E nulla si potrebbe fare nemmeno sul piano di taglio delle imposte. Difficile, dunque, aspettarsi nuove indicazioni positive su novità per le pensioni, soprattutto in riferimento a novità per le pensioni di quota 100 e a novità per le pensioni di quota 41, probabilmente l’unica modifica pensionistica su cui l’esecutivo continuerà a lavorare sarà il piano di mini pensione, per cui però le forze sociali hanno avanzato richieste di cambiamento per quanto riguarda le penalità a abbassare e un aumento degli anni di uscita prima, aumentandoli da tre a quattro. E nulla probabilmente si dirà su altre questioni previdenziali, come cancellazione delle ricongiunzioni onerose e aumenti delle pensioni più basse. Probabilmente non ci sarà da aspettarsi nemmeno che il premier, così come a gran voce richiesto, lasci la sua carica di segretario del partito, eppure dovrebbe farlo perché come sottolineato da tanti, da D’Alema a Bersani e Cuperlo, gli esiti delle scorse comunali hanno dimostrato che il premier ha perso quel legame speciale che aveva con i cittadini ed è necessario che un’altra figura si occupi esclusivamente del partito, per evitare che ogni colpa di cadute come quelle delle comunali ricadano su di esso e per una migliore gestione dello stesso. Con il premier che si impegnerà solo a fare il premier, almeno per il momento.  

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il