BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie novitÓ cosa stato detto incontro petizione pubblica e Gruppo Facebook-Nannicini novitÓ quota 100,quota 41

Quali sono i nuovi obiettivi di lavoro del governo e quali richieste novitÓ pensioni da comitato ristretto e forze sociali contrarie a sistema di mini pensione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:22): Si è concluso l'incontro per fare il punto sulla raccolta e la petizione pubblica per quota 100 e quota 41. Il comittao rsitretto che si occupa delle novità per le pensioni ha delineato una seconda fase di richieste:

- novità pensioni con mini pensioni per chi ha fatto occupazione pesanti e/o iniziato presto
- novità pensioni con quota 41 senza penalità
- novità pensioni con mini pensioni ma con penalità massime dell'8% riprese da quota 100
- novità pensioni con uscita prima a 62 anni sempre con le mini pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:38):  Sta per iniziare il resoconto per la petiziomne pubblica fatta e vedremo, dunque, quali saranno le novità per le pensioni dal Comitato Ristretto se più verso ancora quota 100 e quota 41 o le mini pensioni con delle aperture che sembrava fossero state fatte da alcune ultime notizie e ultimissime. Appena avremo quanto detto ve lo riporteremo subito

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Ed è un peccato che non ci siano vedute uguali per le novità per le pensioni dei gruppi Facebook, visto che l'obiettivo dovrebbe essere unico e che il grande impegno messo ha portato sicuramente ad un risultato importante, ovvero quella delle visibilità del problema come dimostrato dalle ultime notizie e ultimissime. Ora la petizione con le firme era stata richiesta anche ai Gruppi di supportarla per dare una maggiore spinta a questa novità per le pensioni al momento ancora ferma. Vedremo le prossime mosse se saranno più chiare, dove dovrebbe essere, dopo la conferenza attesa.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:22) Oltre alle attese che abbiamo visto per le novità per le pensioi dlle forze sociali e Comitato Ristretto (sotto), tra le ultime notizie e ultimissime spicca una ulteriore novità per le pensioni ovvero che vi sarà un confronto l'11 Luglio con Nannicini del Gruppo Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti, mentre domani vi sarà la conferenza dlla raccolta firme dove sarà sempre presente una serie di Comitati che sia online che territorialmente hanno raccolto le firme. A questo punto da questa conferenza si capirà anche l'idea del Presidente del Comitato se continueranno con forza e subito su quota 100 o aspettare un momento più favorevole e puntare su una mini pensioni migliorata come in alcune ultime sue affermazioni riprese dalle ultime notizie e ultimissime. C'è da sottolineare come vedremo anche dopo, comunque, che non c'è unità di intenti e vedute tra i vari Gruppo che si stanno impegnando per le novità per le pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:39): L'intenzione, come viene fuori anche dalle ultime e ultimissime notizie sulle novità per le pensioni, è quella di andare avanti sul progetto delle mini pensioni con penalizzazioni. Ma come sta emergendo in occasione delle riunioni del Gruppo Pensioni a Montecitorio e delle riunioni con le forze sociali, nel mirino ci sono anche misure per chi ha iniziato a lavorare da giovane e per chi svolge attività faticose

Come cambiano le strategia di lavoro del governo con il passare delle settimane, tra tensioni politiche e necessità di misure sociali e novità per le pensioni sempre più richieste? Potrebbero essere diversi gli obiettivi da perseguire in base alle ultime notizie che arrivano da Comitato ristretto, riunione con le forze sociali, e stesso governo. Il Comitato ristretto, che tornerà a riunirsi in questa settimana, continuerà a concentrarsi sul Fondo Indigenza, già in ritardo considerando che avrebbe dovuto essere pronto per la fine di giugno. E sembra essersi bloccato anche l’iter sul Testo unico per le novità per le pensioni al centro dell’attenzione del Comitato, anche se quota 100 e quota 41 restano i principali obiettivi, ma in realtà quelli attualmente fattibili riguarderebbero l’unione contributi senza spese e modifiche mini pensioni tra penalità da ridurre, e abbassare dal 15% all’8% per chi decide di andare in pensione prima, e anni di uscita prima, da aumentare, invece, portandoli da tre a quattro.

Per quanto riguarda poi le novità di quota 100 e le novità di quota 41 rimane comunque l’idea di continuare a fare pressing sul governo per la loro attuazione, soprattutto adesso che, come confermano le ultime notizie, parte della maggioranza ne sostiene l’introduzione, come necessità, insieme a misure sociali. Modificare l’unione dei contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali, rendendola gratuita, è tra gli obiettivi anche delle forze sociali che si preparano a nuove riunioni con il governo. Dalle precedenti già tenutesi, è chiaramente emersa la contrarietà di quasi tutte le sigle al sistema di uscita prima basato sulla mini pensioni e, al contrario, la volontà di novità per le pensioni di quota 41 e novità per le pensioni di quota 100 ma con penalità solo a carico di chi percepisce pensioni più alte.

Per la prima volta, poi, dopo le riunioni già tenutesi tra governo e forze sociali e considerando le divergenze di intenti attuali con il governo, si prospetta un nuovo sciopero generale. La Cgi, infatti, ci sarebbe ancora molto da fare sulle pensioni e con particolare riferimento al sistema di mini pensione restano ancora confronti aperti da chiudere e capire se il governo accetterà le richieste di modifiche presentate, che sulla scia di quelle del Comitato ristretto per le pensioni chiedono una riduzione delle penalizzazioni per l’uscita prima e aumentare da tre a quattro anni il tempo di anticipo dell’uscita stessa. E le divergenze con il governo derivano proprio dal progetto di attuazione di questo sistema: per il governo così come modulato dovrebbe rimanere e restano da capire le valutazioni effettive che si faranno delle richieste di cambiamento presentate e non vi sarebbero indicazioni di alcuna modifica per quanto riguarda novità di quota 100 e novità di quota 41.

A confermare questa strada di lavoro il consigliere economico del premier che ha chiaramente spiegato come al vaglio del governo stesso non vi sia alcuna novità pensioni di uscita prima di quota 100 e quota 41 ma si pensa solo a possibili miglioramenti del sistema di mini pensioni, alla possibilità di approvazione di riunione dei contributi versati nelle diverse gestioni ma senza spese, e all’eventuale aumento delle pensioni partendo dalle più basse. Continuano, dunque, ad essere troppe le ipotesi di lavoro ma ancora molta confusione. E resta da capire quali saranno davvero le modifiche che verranno eventualmente approvate riguardo al piano di mini pensione, e se ci saranno chiaramente, e quali altre novità in tema di pensioni il governo saprà riservare ai cittadini, soprattutto per riuscire a riconquistare consensi ed elettori anche in vista del prossimo referendum costituzionale che si terrà nel mese di ottobre. Ma novità per le pensioni e misure sociali potrebbero essere la giusta ricetta per permettere alla maggioranza di riconquistare anche gli appoggi delle forze politiche, dall’opposizione interna alla coalizione, cosa che chiaramente avrebbe risvolti positivi sempre in vista del referendum d’autunno.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il