BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie illustrate novitÓ mini pensioni, quota 100, quota 41 da novitÓ Barca, Renzi, Boeri, Brunetta, Nannicini

Le ultime posizioni di Gnecchi, Barca, Brunetta, Nannicini su novitÓ per le pensioni, richieste di modifiche e cosa potrebbe ancora cambiare




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:04): Ed è chiaro nelle su affermazioni sule novità per le pensioni appena riportat dalle ultime notizie e ultimissime Boeri che ritorna a parlare dopo molto silenzio, spiegando che se le mini pensioni solo quelle attuali è meglio non fare nulla, perchè altre novità per le pensioni approvate in maniera estemporaneo come la staffetta hanno portato a pochissimi aderenti per i costi amministrativi e non solo. Sono stati tanti fatti errori che insieme a quelli già presenti nella norma attuale sono costati davvero tanto. Le idee di Boeri sono chiare:

- novità pensioni con un piano simile a quota 100 con penalità forse un poco più alte
- novità pensioni con quota 41 con penalità assenti o minime
- novità pensioni con assegno universale per i 50enni-55enni senza occupazione basate su quoazinete familiare
- novità pernsioni con cumulo senza costi dei soldi versati a categorie diversi di pensioni


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:08): E sempre in mezzo lui, Renzi che predica ottimismo e nello stesso tira dritto son le sue strategie non ascoltando nessuno, anzi dicendo che mai si è fatto per il sociale quanto il suo Governo in questi due anni e che l'economia va bene così come l'occupazione. Peccato che, le ultime notizie e ultimissime non sono così favorevoli. Forse, avrebbe bisogno di ascoltare di più quello che gli viene detto tra cui le novità per le pensioni che ormai chiede una gran parte dgli italiani anche per favorire l'occupazione. Ma ppi ci sono le continue defezioni, poche rispetto alle tante parole e proclami,ma Braca è una di qusste arrivate dopo Cottarelli e il silezio di molti come Gutgeld o Boeri.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Brunetta ancorfa una volta fornisce alcuni dati e rilievi per cui mostra che lasconfitta al referendum è inevitabili così come nuove elezioni. E proprio nuove elezioni sono quelle che sperano la maggior parte di vuole novità per le pensioni. E probabilmente anche Barca. D'altra parte c'è chi crede che si possa dialogare ancora e trovare novità per le pensioni condivise come Gnecchi e Nannicini come testimoniano le ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:30): Cresce l'attesa per la conferenza stampa con la presenza del presidente del gruppo Pensioni a Montecitorio sulle novità per le pensioni e il faccia a faccia tra il gruppo Lavoratori quota 41 e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Il tutto mentre le ultime e ultimissime notizie riferiscono che procede a gonfie vele la raccolta firme per la richiesta di quota 41.

Dopo aver raccolto oltre 46mila firme per sostenere novità pensioni di quota 41, cancellazione dei costi onerosi previsti per il sistema di riunione dei contributi versati nelle diverse gestioni previdenziali, e rivalutazioni delle pensioni più basse, domani, mercoledì 6 luglio, l'onorevole Gnecchi si prepara a consegnare e commentare l'esito di questa raccolta firme che chiaramente mette ancora una volta in luce l'esigenza di risolvere delicate questioni pensionistiche che prescindono dalla sola uscita prima per tutti e dal piano di mini pensione che invece l'esecutivo sta portando avanti. C'è da aspettarsi che la stessa Gnecchi, membro tra l'altro del Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio, rilanci ancora una volta su urgenza di novità pensioni di quota 100 e novità pensioni di quota 41 che dirà all'esecutivo essere sempre più prioritarie. Del resto, insieme al presidente dello stesso Comitato, è da tempo che si batte per novità per le pensioni orientare in tal senso ed è difficile, alla luce soprattutto delle ultime notizie sulle condizioni in cui si sono ritrovati a vivere gli interessati a quota 100 e quota 41, cioè chi svolge attività pesanti e chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale, che si possano ancora rimandare queste soluzioni.
    
Possibili nuovi assetti che potrebbero avere impatto anche sulle novità per le pensioni potrebbero derivare dalle annunciate dimissioni di Fabrizio Barca dalla Commissione che dovrebbe occuparsi di cambiamenti nella gestione del Pd. Barca ha preso questa decisione all'indomani delle parole del premier in occasione della Direzione del Pd, parole che hanno chiaramente dimostrato la non volontà di voler indirizzarsi verso cambiamenti e questo potrebbe essere un primo passo verso cambiamenti negativi. Serve coalizione e collaborazione per lavorare bene in vista del prossimo referendum costituzionale di ottobre ma soprattutto per ricompattare maggioranza e rafforzare i rapporti con la coalizione, tutto importante anche nel perseguimento di reali novità per le pensioni, ma si tratta di un sentimento di collaborazione che non è emerso dal premier, nonostante abbia più volte richiamato alla compattezza il suo schieramento politico, nè da parte di Barca che con la sua decisione ha probabilmente dimostrato di non crederci abbastanza.

Dal canto suo, Renato Brunetta di Forza Italia, da sempre contrario alla novità pensione basata sulla mini pensione nelle intenzioni dell’esecutivo, ha spiegato in questi ultimissimi giorni che nei recenti sondaggi cresce il no al referendum di ottobre, dato tra l'altro in costante aumento, numeri che secondo Brunetta potrebbero portare alla dimissioni del premier e all'indire elezioni anticipate anche se, come si sa ormai, difficilmente il presidente della Repubblica direbbe sì ad elezioni anticipate. e però questo fosse lo scenario e il premier si dimettesse davvero, anche se lui stesso ha smentito questa possibilità, o se diventasse guida di un governo istituzionale fino alle elezioni, è possibile che a vincere non sarà il Pd ma potrebbe essere quel M5S che sta abbastanza crescendo in Italia, come hanno dimostrato anche gli esiti delle ultime comunali. E in tal caso le speranze di novità per le pensioni reali crescerebbero, soprattutto se lo stesso M5S dovesse dimostrare di mantenere gli annunci di introduzione dell’assegno universale a Torino e Roma.

Perché dunque l’esecutivo riconquisti consensi e fiducia in vista del referendum e di eventuali nuove elezioni è necessario puntare davvero sul tema delle pensioni tanto care ai cittadini, aprendo anche ad ulteriori novità pensioni che non siano solo il sistema basato sulla mini pensione che agli stessi interessati, cioè lavoratori e pensionandi, non piace per niente e che risulta, a prescindere, decisamente poco vantaggioso. Intanto, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Nannicini, nei giorni scorsi ha assicurato che si sta lavorando per soluzioni precise dedicate ai quota 100 e ai quota 41, parlando anche della possibilità di estensione del piano di mini pensione a tutti, statali, privati, autonomi e liberi professionisti. Ma le ultime notizie si concentrano soprattutto sulle sue affermazioni sulla mini pensione. Ha, infatti, confermato che saranno previste detrazioni modulate in maniera particolare per chi perde la propria occupazione e non può ancora andare in pensione, saranno previsti aiuti per chi è indigente e sarà decisamente poco costoso riunire i contributi versati da chi cambia impiego nelle diverse gestioni previdenziali.  

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il