BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni confronto importante Gruppo Facebook-Sottosegretario

Petizione per novitÓ pensioni e attesa conferenza con presidente Comitato ristretto e sottosegretario alla presidenza del Consiglio per nuove indicazioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Da sottolineare come il sottosegretario sia stato espressamente voluto per dedicarsi alle novità sulle pensioni e all'occupazione e che solo da circa 2 mesi ha potuto avere per intero il suo staff. E' una persona da sempre molto attenta al sociale e alle pensioni, basti vedere le sue pubblicazioni e come studioso si è occupato di quetsi temi con il responsabile dell'Istituto della Previdenza attuale con cui si sta occupando ora del delicato tema come confermano le ultime notizie e ultimissime. E, poi vedremo quali sono le sue vere idee, o almeno quelle iniziali sulle novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:49): Tra l'altro si è anche parlato di come srà importante anche il cumulo dei contributi e nelle ultime notizie e ultimissime si è evidenziato come hanno preso la parola anche i comitati quota 41 presenti che hanno spiegato le proprie posizioni sulle novità per le pensioni. Cosa che faranno anche con il Sottosegretario con il quale sono riuscito ad organizzare un confronto dove sicuramente sarà prioritaria quota 41 e quota 100, ma probabilmente ci si confronterà anche per le mini pensioni ma che dovranno essere corrette rispetto a quanto dette finora nelle ultime notizie e ultimissime perchè già definite così inacettabili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:04): Si è appena conclusa il primo degli attesi eventi per le novità per le pensioni dove sono protagonisti anche i Gruppi ei Comitati Facebook. Ha parlato il Presidente del Gruppo Ristretto per le novità per le pensioni è si è sottolineato quanto segue dalle ultime notizie e ultimissine:

- novità pensioni tramite quota 41 per tutti, senza nessun blocco o penalità
- novità pensioni con mini pensioni con allargamento platea a chi ha iniziato presto a lavorare o ha fatto occupazione faticose
- novità pensioni con penalità per le mini pensioni uguali alla scaletta di quota 100
- novità pensioni con allargamento della platea delle mini pensioni ad un anno prima.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Continuano a crescere le firme della petizione promossa dai chi ha iniziato a lavorare in giovane età per sollecitare specifiche novità per le pensioni. Le ultime e ultimissime notizie sono favorevoli. Non tanto perché all'orizzonte si intravede un nuovo provvedimento all'orizzonte, ma per la centralità che la questione sta acquisendo nel confronto sulla previdenza italiana.

Sono oltre 290mila le firme raccolte online per la petizione che chiede novità per le pensioni ma continuano ad essere presenti banchetti in piazze e strade per contribuire a raccogliere ancora più firme tanto da dimostrare quanti siano gli italiani che chiedono una revisione dell'attuale legge pensioni, soprattutto da parte di coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo occupazionale,e intorno cioè ai 14, 15 anni, o coloro che sono impiegati in attività decisamente faticose ma che sono costretti ancora a restare a lavoro a causa delle norme previdenziali in vigore. Continua, dunque, a riscuotere un grande successo la petizione organizzata dal presidente del Comitato ristretto per le pensioni, per modificare l'attuale legge e risolvere le ingiustizie sociali createsi. In questi ultimissimi giorni, il presidente, da sempre dalla parte di novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41, ha anche aperto alla possibilità di approvazione del nuovo sistema basato sulla mini pensione, invitando i tanti a cui non piace a non demonizzare questo piano.

Il presidente del Comitato è ben consapevole del fatto che al momento questa possa essere l’unica reale modifica valida per l’attuale legge, sperando però che vengano approvate le richieste di riduzione delle penalità, che lo stesso Comitato ha chiesto di abbassare dal 15 al’8%, e modifiche degli anni di uscita prima, da aumentare facendoli passare da tre a quattro. Sono tuttavia altre le richieste del Comitato all’esecutivo e diversi i dubbi ancora da sciogliere sullo stesso sistema di mini pensione e probabilmente qualcosa si saprà di più domani, mercoledì 6 luglio, quando il presidente sarà protagonista della conferenza stampa di domani, in cui insieme a colleghi del Comitato, esporrà le proprie richieste al sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Tra le ulteriori richieste, il piano di uscita prima a 62 anni con 35 anni di contributi e penalizzazioni fino ad un massimo dell'8% ma anche cancellazione delle penalità per l'uscita prima dei quota 41.

Sono le stesse richieste che da tempo ormai vengono portate avanti anche dai gruppi online di Facebook di quota 100 e quota 41, a sostegno e tutela soprattutto di quelle categorie di persone, o impiegate in attività faticose o entrati giovanissimi nel mondo occupazionale, che sono state particolarmente penalizzate dall'entrata in vigore dell'attuale legge pensioni. Sono gli stessi gruppi che da settimane continuano ad esprimere contrarietà nei confronti del sistema di mini pensione che invece l'esecutivo vuol portare avanti. Nonostante queste critiche, gli stessi gruppi online sembrano spaccati, tra chi continua a credere nel Pd e nelle iniziative portate avanti, come si dice, a favore dei cittadini, e chi invece non ha più fiducia nella stessa forza politica e attende gli esiti del referendum costituzionale che si terrà ad ottobre sperando siano negativi e possano traghettare verso nuove elezioni che potrebbero rappresentare l’occasione per rilanciare su novità per le pensioni.

Se, infatti, dovesse aprirsi questo scenario, per riconquistare fiducia ed elettori il Pd dovrebbe puntare tutto su novità per le pensioni e misure sociali, temi particolarmente cari ai cittadini, soprattutto perché sfiderebbe quel Movimento 5 Stelle che, già uscito vittorioso dalle scorse comunali, sta conquistando sempre più consensi, come dimostrano gli ultimi sondaggi che lo danno ormai in testa sul Pd a livello nazionale, e che ancora potrebbe conquistarne se a Torino e a Roma dovesse davvero introdurre l’annunciato assegno universale, cosa che rappresenterebbe l’effettiva volontà del Movimento di cambiare le cose. Cresce, dunque, l’attesa per la conferenza di domani da cui certamente, in qualsiasi modo, trarremo nuove indicazioni sulle intenzioni dell’esecutivo.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il