BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni importanti mosse iniziali Appendino e Raggi per livello nazionale

Le politiche della Appendino e della Raggi a Torino e Roma e quali influenze potrebbero avere su novità pensioni e vittoria nazionale




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Altro segnale importante che questi test a livello di due città importantissime sono davvero significativi è il fatto che tutta l'organizzazione del Movimento 5 Stelle vi sta lavorando con numerosi esperti e studiosi di diverse tematiche che sono impegnati a cercare di sperimentare sul campo i differenti piani e progetti da innescare poi a livello nazionale comprese quelli collegati alle novità per le pensioni come i due indicati sotto. E non una falsa notizie, ma è stata ripresa nelle ultime notizie e ultimissime da Corsera e altre testate e giornali e mai smentita dal Movimento che non ha mai nascosto di voler utilizzare le migliori strategie possibili di esperti e studiosi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Le prime decisioni a Roma, ma in particolare a Torino, sono degli ottimi inizi per il Movimento 5 Stelle. In modo particolare a Torino con revisione della spesa e risparmi già stanziati al sociale. Due mosse che sarebbero la base a livello nazionale per le novità per le pensioni tanto attesa come si evince chiaramente dalle ultime notizie e ultimissime.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:15): Con la definizione della giunta, anche il nuovo sindaco di Roma Virginia Raggi può mettersi in scia della collega di Torino Chiara Appendino e iniziare l'attività amministrativa. Stando alle ultime e ultimissime notizie, i temi del sociale e delle novità per le pensioni sono centrali anche a livello locale. Il primo segnale è arrivato da Torino con il taglio di 5 milioni di spesa pubblica in costi della politica, la maggior parte dei quali saranno spesi in interventi a favore dei giovani.

Il Movimento 5 Stelle inizia il suo percorso di cambiamento, della politica locale, che potrebbe avere grandi influenze su quella nazionale così come anche in relazione a provvedimenti fondamentali, come le novità per le pensioni. Gli annunci susseguitisi durante le campagne elettorali delle comunali prevedevano diverse novità sia a Torino, dove a sorpresa ha vinto le votazioni Chiara Appendino, sia a Roma guidata dal neo sindaco Virginia Raggi, e partendo da Torino sono stati annunciati sostegni alle persone che risultino in condizioni di indigenza, mentre nella Capitale la Raggi aveva assicurato che in caso di vittoria avrebbe introdotto l’assegno universale, a livello locale chiaramente, e se in entrambe le città dovessero essere mantenute tali promesse, il M5S potrebbe decisamente volare nei consensi degli italiani. Se, infatti, finora determinati provvedimenti, tanto per novità per le pensioni, quanto per aiuti sociali, sono stati sempre rimandati a causa della mancanza di soldi, in realtà il M5S ha sempre detto che, volendo, le risorse economiche si potrebbero sempre recuperare con tagli agli sprechi, revisione della spesa pubblica, tagli alle elevate pensioni degli esponenti istituzionali e impiegare eventuali fondi recuperati proprio per novità per le pensioni.

Stando alle ultime notizie, sembra che a Torino il neo sindaco Chiara Appendino abbia avviato il piano di taglio dei costi della politica da cui dovrebbe riuscire a recuperare ben cinque milioni di euro da dedicare poi ai giovani e al rilancio delle piccole imprese che si impegnano ad assumere giovani. Un milione all’anno per cinque anni, destinati alle piccole e medie imprese del territorio. Si tratta solo di una prima manovra per andare a incidere su un tema così delicato e importante per la nostra comunità. Misure di rilancio dell’occupazione giovanile che potrebbero essere accompagnate anche da aiuti sociali, e in particolar modo, dall’assegno universale per chi vive in condizioni di difficoltà, a patire dai più indigenti. E’ questo un altro obiettivo per il miglioramento della comunità.

Passando a Roma, la Raggi, dopo aver finalmente scelto la sua giunta, inizierà i veri e propri lavori di cambiamento del volto della città, partendo da un’analisi delle spese per capire quale sia la versa situazione per poi ridurle, e allora inizieranno i veri e propri test per capire fino a che punto il M5S potrebbe conquistare una vittoria nazionale, tanto che lo stesso Corsera scrive che diversi esperti, studiosi e professori stanno lavorando, anche insieme a Davide Casaleggio, figlio di Gianroberto, con le neo sindaco per la definizione di programmi specifici proprio in vista di test nazionali per la vittoria eventuale del Movimento.

Si tratta di due esempi, quelli di Torino e di Roma, che potrebbero rilanciare sempre più o, al contrario, affossare il M5S perché le loro mosse se attuate potrebbero essere allargate anche a livello nazionale in caso di successo. E le strategie del M5S sono particolarmente importanti soprattutto in riferimento alle novità per le pensioni, su cui lo stesso Movimento sembra avere le idee chiare: da sempre convinto della necessità di introduzione dell’assegno universale per tutti così come di novità per le pensioni di quota 100 e quota 41 e, infatti, tra le ultime richieste presentate allo stesso esecutivo, spiccano approvazione dell'assegno universale per tutti; abolizione delle elevate pensioni degli alti esponenti istituzionali; insieme ad abolizione dell'Irap e nuove misure per combattere la corruzione. Si tratta in alcuni casi di provvedimenti, semplici, e che permetterebbero di recuperare soldi, esattamente come nei progetti della Appendino a Torino, da impiegare poi per ulteriori novità, da quelle per le pensioni che stanno diventando chiaramente sempre più urgenti, a quelle per welfare e occupazione, altri due temi fondamentali da affrontare tanto quanto le novità per le pensioni. Non resta, dunque, che aspettare di capire come andranno le cose nelle due grandi città italiane e quali influenze potrebbero avere in un secondo momento a livello nazionale.  

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il