Mutui 2016 luglio migliori: offerte variabile e fisso tassi di interesse più bassi, spese, condizioni

Continua a essere in costante movimento il mercato dei mutui a tasso fisso o variabile in questo mese di luglio.

Mutui 2016 luglio migliori: offerte vari


Non è mai semplice riuscire a trovare la migliore proposta di mutuo a tasso fisso o variabile. E anche questo mese di luglio 2016 non fa differenze. La principale difficoltà sta nell'individuare la soluzione più congeniale alla propria prospettiva. Provando a fare il caso di un impiegato di 35 anni, residente a Milano, con reddito di 2.600 euro mensili, importo mutuo 135.000 euro, valore immobile 180.000 euro e durata mutuo 25 anni, appare interessante la proposta di Banca Popolare di Lodi con il suo tasso fisso dell'1,89%, rata di 565 euro e Taeg del 2,09%. Sempre lo stesso istituto di credito propone sul fronte del variabile una percentuale dell'1,15% (naturalmente varia di mese in mese), rata di 518 euro e Taeg dell'1,33%.

Il Mutuo Bancadinamica è destinato ai residenti in Italia da almeno 3 anni, titolari di conto corrente Bancadinamica, età massima 80 anni alla scadenza del contratto. La rata è di 518 al mese per via di un Tan dell'1,15% e di un Taeg dell'1,33%. Sono da mettere in conto spese iniziali di istruttoria di 1.000 euro e di perizia di 320 euro.

La proposta di Unicredit è Mutuo Valore Italia Giovani, prodotto riservato ai clienti di età inferiore a 40 anni. È possibile scegliere tra tasso fisso e variabile, con importo minimo concedibile pari a 30mila euro e massimo fino all'80% del valore dell'abitazione offerta in garanzia estendibile fino l 100% attivando il Fondo di garanzia per i mutui prima casa, per importi non superiori a 250mila euro, indipendentemente dalla tipologia di contratto di lavoro. Con Credem, mutuo casa a tasso fisso o variabile per acquistare o ristrutturare un'abitazione, lo spread proposto ammonta allo 0,99% valido per finanziamenti ipotecari con durata di 20 anni, per un massimo finanziabile del 50%, sia a tasso fisso sia variabile.

Intesa Sanpaolo propone un mutuo dedicato ai giovani con meno di 35 anni. L'idea è di offrire la possibilità di comprare casa anche a chi è appena entrato nel mondo del lavoro, ai lavoratori atipici e a quelli dotati di contratto a tutele crescenti. Prevede la possibilità di finanziare fino al 100% del valore dell'abitazione, con durata fino a 40 anni per il tasso fisso e fino a 30 anni per quello variabile; opzioni gratuita per sospendere per sei mesi e per tre volte il pagamento delle rate; possibilità di allungare o ridurre la durata per un massimo di 10 anni. Nel caso di mutuo con tasso fisso a 30 anni, con importo richiesto di 200mila euro, il Taeg ammonta al 2,2%.

Giovani coppie e famiglie a tasso Bce con Monte dei Paschi di Siena: mutuo a tasso variabile per l'acquisto o la ristrutturazione dell'immobile denominato prima casa. È indicizzato al tasso Bce e l'importo massimo finanziabile è pari all'80% del valore dell'abitazione, con un minimo di 50mila euro. La durata massima dell'ammortamento è di 30 anni. Mutuo giovani coppie e famiglie: finanziamento per l'acquisto o la ristrutturazione di un immobile adibito a prima casa che può essere a tasso fisso o variabile. Anche in questo caso, l'importo massimo finanziabile è pari all'80% del valore dell'abitazione, con un minimo di 50mila euro.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il