BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie tra novità reali e cosa pensa sul mondo esterno il Palazzo per novità mini pensioni, quota 100, quota 41

Sono ancora tante le incertezze che condizionano l'introduzione di novità per le pensioni nel sistema italiano.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23
:12): 
 C'è molta differenza, almeno leggendo le ultime notizie e ultimissime, da quello che è la realtà del mondo e della nostra societò e quello che che pensa il Palazzo. Certo ci sono numerosi temi importanti, ma se non ci fosse questo distacco alcune novità per le pensioni sarebbero già state fatte per rilanciare la fiducia ma anche la stessa occupazione e produttività

Ragioni economiche e volontà politiche, congiunture internazionali ed equilibri politici interni: le novità per le pensioni solo legate a molte variabili. Sotto il primo punto di vista la situazione non è affatto delle migliori. Il Prodotto interno lordo cresce meno di quanto immaginato e l'Istat disegna un quadro futuro a tinte fosche. Anche se non modifica il +0,3% di Pil registrato nel primo trimestre, fa notare che "l'indicatore composito anticipatore dell'economia italiana ha segnato un'ulteriore discesa, prospettando un rallentamento nel ritmo di crescita dell'attività economica nel breve termine". A far scattare l'allarme è il minore ottimismo che c'è in giro, che fa frenare i consumi e peggiora il clima di fiducia.

Ma sono anche la volontà politiche a non convincere fino in fondo. Per ora l'esecutivo non si schioda dalla proposta delle mini pensioni con penalizzazioni e interessi da pagare a banche e assicurazioni, ma in realtà ci sono tutti i dettagli ancora da definire. Il punto è che la priorità in termini di investimenti e di spesa pubblica non è assegnata alle novità per le pensioni, ma alla riduzione delle imposte, sia quelle a carico dei redditi medi Irpef e sia sul lavoro. Il quadro diventerà comunque più chiaro nelle prossime settimane, quando entreranno nel vivo i lavori di scrittura della prossima manovra, lo strumento per fare passare le novità per le pensioni.

Le principale difficoltà arrivano comunque dalle tensioni interne sia nel Pd e sia nella stessa maggioranza. Il premier segretario smentisce che il Partito democratico abbia difficoltà a raccogliere le firme ("ne abbiamo 400.000") e rivendica di non avere paura di metterci la faccia. A chi, come Roberto Formigoni, da Nuovo centro destra minaccia di togliere la fiducia all'esecutivo, replica: "Non tremiamo mica". E alle correnti che nel Partito democratico si agitano, arriva una stoccata decisa: "Qui nessuno è garantito, a partire da me. Finché ci sono io, le correnti non torneranno a guidare il partito. Girate sul territorio", avverte.

All'opposizione interna che chiede novità per le pensioni e di separare il ruolo di segretario e premier: "Se volete cacciarmi vincete il congresso. La stagione in cui qualcuno dall'alto della sua intelligenza si diverte ad abbattere il leader è finita; no alla strategia del Conte Ugolino". E in platea nella direzione del Partito democratico, più d'uno ha guardato Massimo D'Alema. In merito alla divisione dei ruoli di segretario e premier, per Pier Luigi Bersani non è un dibattito lunare mentre Gianni Cuperlo propone un ticket tra candidato segretario e candidato premier.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il