BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quali novità riunione ieri, prossime attese questa settimana per novità mini pensioni, quota 41, quota 100

Cosa accadrà nei prossimi giorni che potrebbe rivelarsi decisivo per novità per le pensioni per tutti o meno: appuntamenti e incontri in programma




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:37):  E' finito l'incontro e sono state redatte dal gruppo le principali novità per le pensioni che in parte forniscono ulteriori dettagli a gia quelle conosciute nelle ultime notizie e ultimissime. Verrà richiesto un conteggio dei costi per quota 41 e si potrebbero studiare dei metodi per eventuali buchi contributivi. Non vi sarà nessuna mini pensione per i quota 41, ma per disoccupati e altre tipologie il pagamento degli interessi sara al 99,5% da parte dello stato. Vi sarà o si vorrebbe fare il cumulo gratis dei contributi e si sta pensando di richiedere un contributo di solidarietà fino a redditi da 100mila euro e non solo pensioni d'oro

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:16):  Vi sono una serie di foto che mostrano come la riunione sia continuato per una buona parte del pomeriggio tra Gruppo Facebook Quota 41 per le novità per le pensioni e Nanninicini. Vi si vedono i delgati del Gruppo, mengtre al tavolo con Nannici due della sua squadra di tecnici. Al momento non ci sono ulteriori ultime notizie e ultimissime

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:24): E' tutto pronto per la riunione e il confronto che vi sarà nel pomeriggio odierno tra il Gruppo Facebook online quota 41 e quota 100 e uno dei decisori delle novità per le pensioni. Come abbiamo visto non l'unica tra le ultime notizie e ultimissime importanti ma sicuramente è assolutamente degna di nota e la seguiremo ovviamente.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:12): tra gli altri eventi attesi si aggiunge dalle ultime notizie  e ultimissime una serie di riunioni del Comitato Ristretto a Montecitorio dove si vorrebbero arrivare al testo unico per le novità per le pensioni entro l'estate. È da ricordare importante riunione odierna tra gruppo Online e consigliere per le novità sulle pensioni

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 16:12): Proseguiamo con le attese per le novità per le pensioni di questa settimana tra quelli ufficiali e ufficiosi che vengono confermati dalle ultime notizie e ultimissime o da alcune indiscrezioni:

- pensioni novità concluso esame prima stasura Fondo Indigenza con collegamenti importanti per le pensioni
- pensioni novità con trattative a livello comunitario per minori vincoli e maggiori risorse economiche seppur in parte appanati dal problema istituti.
- pensioni novità confronti con forze sociali continuano con alcuni obiettivi svelati da fonti importanti che vedremo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:03): Si preannunciano una serie di impegni e confronti per le novità per le pensioni probabilmente tra i più importanti prima delle ferie, anche se le novità per le pensioni e le relative ultime notizie e ultimissime visto l'importanza del tema ci accompagneranno anche più avanti. Tra le attese più importanti vi sono:

- pensioni novità con continuazione stesura bilancio
- pensioni novità con trattative sottotraccia per il mantenimento della maggioranza e la piena operativa
- pensioni novità con confronto Gruppo Online Quota 41 e sottosegretario consigliere economico che  probabilmente tra le ultime notizie e ultimissime almeno potenzialmente è la più importante.

Nei prossimi giorni continueranno incontri e trattative sottotraccia tra esecutivo e forze sociali per la definizione di novità per le pensioni precise e puntuali che sappiamo fornire indicazioni certe sul funzionamento del sistema basato sulla mini pensione che l’esecutivo sta portando avanti. Nei giorni scorsi, come hanno riportato delle ultime notizie, le forze sociali hanno chiesto modifiche al piano di mini pensione, sia per quanto riguarda le penalità, previste al 15% ma da portare all’8%, sia per quanto riguarda gli anni di anticipo per la pensione, previste a tre ma da aumentare a quattro e nei prossimi incontri si cercherà di capire se l’esecutivo potrà accettare tali richieste di modifiche o meno. Certamente farlo sarebbe la dimostrazione di un passo in avanti verso le richieste provenienti da altri schieramenti, il che significherebbe far capire che non si va avanti da soli. Anche perché la situazione politica attuale è piuttosto delicata, con parte di Ncd e parte di Ala che, all’indomani delle dichiarazioni del premier stesso nel corso dell’ultima riunione della Direzione del Pd di non voler fare un passo indietro sull’Italiacum e di non voler lasciare la carica di segretario, potrebbero abbandonare l’esecutivo, e i rapporti con l’opposizione interna sempre più tesi.

In vista del prossimo referendum costituzionale che si terrà ad ottobre, dunque, il premier ha bisogno di appoggi e aprire a modifiche per novità per le pensioni alle forze sociali potrebbe significare conquistare nuovi appoggi proprio per il referendum d’autunno, vera e propria prova del nove per l’esecutivo stesso che in base ai risultati potrebbe aprire diversi scenari, con relative diverse conseguenze per novità per le pensioni. E non solo in riferimento al piano di mini pensione ma anche per quanto riguarda novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41. Nel caso in cui il referendum dovesse essere vinto dal premier, probabilmente nulla si continuerebbe a fare per le novità per le pensioni entro l’anno, rimandando tutto, come si era detto già tempo fa, alle prossime elezioni che si terranno nel 2018, come attualmente previsto. Ma le vere novità potrebbero arrivare in caso di sconfitta del premier al referendum o nel caso in cui nelle prossime settimane davvero Ncd e Ala decideranno di abbandonare la coalizione.

In tal caso, è possibile che si andrebbe ad elezioni anticipate e sembra che lo sfidante di Renzi come candidato premier sarebbe Luigi Di Maio del M5S: si prospetterebbe una sfida decisamente apertissima, considerando che le ultime notizie riferiscono grandi apprezzamenti tanto per Di Maio stesso quanto per il M5S che anche a livello nazionale sta riscuotendo sempre più consensi. E proprio per contrastare questa crescente fiducia da parte degli italiani e riconquistare elettori, il Pd potrebbe puntare sulle novità per le pensioni, cosa che si rivelerebbe vincente, considerando le pensioni, insieme a imposte e occupazione, sono i temi più cari ai cittadini. In questo caso potrebbero aprirsi nuove porte per novità pensioni di quota 100, novità pensioni di quota 41, mini pensione, novità pensioni minori, come cancellazione dei costi onerosi per la riunione dei contributi versati nelle diverse gestioni, aumenti delle pensioni minime, o novità per il sistema di recupero degli anni scolastici, con possibilità di recuperare  le risorse economiche necessarie attraverso altri provvedimenti.

L’esecutivo, infatti, ha più volte dimostrato di poter recuperare i soldi necessari anche lì dove non siano disponibili per attuare provvedimenti su cui è deciso ad andare avanti, come fatto, per esempio, per la cancellazione della Tasi sulla prima casa per tutti. Se, dunque, nei prossimi giorni si attendono ulteriori sviluppi che potrebbero incidere su equilibrio politico, tenuta dell’esecutivo stesso con conseguenze per novità per le pensioni, da lunedì al via il confronto tra il comitato di quota 41 nato su Facebook e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio e consigliere economico sulle novità pensioni da attuare e necessarie, come quota 41 e quota 100, e continueranno, sempre la prossima settimana, le trattative per la definizione degli eventuali aiuti per il salvataggio degli istituti bancari italiani che, chiaramente, incideranno sulle novità per le pensioni, perché se dovessero essere concessi gli aiuti si ridurrebbero le possibilità di avere soldi che potrebbero consentire di intervenire con novità per le pensioni.

Continueranno, inoltre, i lavori sul Fondo indigenza, e, stando alle ultime notizie, entro la metà di questo mese dovrebbe essere finalmente presentato il testo completo sul riordino delle prestazioni assistenziali e dei servizi sociali, testo che ha ultimamente visto l'introduzione di un'unica misura di contrasto all'indigenza, che comprenderà assegno sociale, prestazioni assistenziali, quattordicesime, aumenti dei trattamenti minimi, asdi. Questa misura unica di aiuto sociale prevederebbe l'erogazione di 448 euro al mese e la condizione per ottenerla sarebbe l'adesione a progetti attivi occupazionali. Una sorta di assegno universale ma modulato in maniera diversa rispetto a quanto previsto dalla misura che era stata proposta per gli over 55 che restano senza lavoro e non possono ancora andare in pensione, categorie di persone per cui, però, si attende ancora una novità specifica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il