BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie attese novitÓ cosa si dirÓ Governo Renzi incontro Gruppo Facebook novitÓ quota 100, quota 41,mini pensioni

Sono tanti i nodi ancora da sciogliere sulle novitÓ per le pensioni che attendono un intervento pi¨ deciso e in tempi brevi.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:07): Cosa si dirà nell'incontro tra il consigliere eocnomico del Governo Reni con delega per le novità per le pensioni e il Gruppo Facebook Quota 41 che per primo con una pressione mediatica importante frutto di tutti i gruppi, ha avuto il merito di costruirsi questa oppurtunità di questo incontro dove per la prima volta vengonos entiti direttamente i cittadini? Non è semplice dirlo, le ultime notizie e ultimissime confermano, comunque, l'incontro. E non facile dirlo perchè le posizioni seppur, secondo noi, entrmbi concilianti (non tanto del Governo Renzi, ma del Consigliere in sè come abbiamo raccontato sotto) e, comunque, la disponibilità del Gruppo, sono lontane attualmente per tutta una serie di vincoli e volontà economiche ma anche di strategie e priorità politiche.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:07) E' un incontro dove come detto alcune temi sulle novità per le pensioni potrebbero essere in comune in quanto il consigliere economico del Governo Renzi aveva inizialmente prospettato tre novità per le pensioni basandosi su meccanisimi simili a quota 100, quota 41 con un costo tra i 5-7 miliardi, espandibili a 10 nei migliori dei casi, ma non subito come mostrano le ultime notizie e ultimissime ufficiali. Il problema è che poi i soldi si sono trasformati in un miliardo e sono scesi ancora alla metà ora per le novità delle pensioni con le mini pensioni che sono chiaramente un adatttamento alle sue vere idee per chi ha seguito la vicneda e l'intero percorso anche professionale del consigliere del Governo Renzi. E ci sono addirittura problemi di copertura di 7-12 miliardi su tutto il bilancio. Pur con tutta la buona volontà, si inizia in salita

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 23:17): E' un incontro a suo modo storico quello tra il Governo Renzi e il Gruppo Facebook organizzato per le novità per le pensioni che è la prima volta che accade. Per la prima il Governo Renzi accetta attraverso il consigliere economico che decide e ampi poteri sulle novità per le pensioni di incontro il Gruppo Online Facebook per quota 41 e quota 100. Ci sono grandi interogativi, però, su quanto potrebbe accadere realmente anche eprchè le ultime notizie e ultimissime potenzialmente potrebbero indicare dei temi comuni, ma non da un punto di vista ufficialme, almeno fino attualmente.

Palazzo Chigi si è anche reso disponibile a dare una soluzione al pensionamento per coloro che hanno iniziato a lavorare in giovane età. E una prima risposta ovvero un orientamento sulle intenzione potrà arrivare già domani lunedì 11 luglio 2016, in occasione dell'incontro programmato tra il consigliere economico del premier e sottosegretario alla presidenza del Consiglio con responsabilità su pensioni e occupazione, Tommaso Nannicini, e una delegazione dei Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti. La richiesta è di applicare misure come quota 40 o quota 41, da intendere come anni di contribuzione versata, per accedere al trattamento previdenziale.

Lavoratori che hanno iniziato l'attività occupazionale molto presto, quali sono i nodi ancora da sciogliere e che attendono un intervento più deciso e in tempi brevi? Esecutivo e forze sociali si sono trovati sostanzialmente d'accordo sulla necessità di valutare, compatibilmente con le risorse disponibili, un ampliamento della no tax area ovvero della soglia di reddito entro la quale i pensionati non sono tenuti a versare l'Irpef. Con l'ultima manovra si è passati da 7.750 euro a 8.000 euro per gli over 75 anni e da 7.500 euro a 7.750 euro per gli under 75. In prospettiva, tra le prossime misure da mettere in conto c'è proprio una rivisitazione di questi numeri.

In parallelo c'è da affrontare rapidamente il nodo indicizzazioni. Sempre l'esecutivo si è detto pronto a valutare alcune modifiche mirate per ampliare la platea dei lavoratori che svolgono attività prevalentemente faticose, esclusi dai requisiti pensionistici previsti dall'attuale legge previdenziale. Si tratta di una delle questioni che è finita sul tavolo delle discussioni con le forze sociali. Da sciogliere una parte dei nodi del progetto delle mini pensioni. A cominciare da quello dell'effettivo contributo dello Stato, con conseguente calibratura delle detrazioni fiscali, per compensare, soprattutto a favore dei disoccupati di lungo corso.

Sono destinate a emergere alcune novità. Come un pacchetto ad hoc per garantire le mini pensioni anche agli statali, tenendo conto delle leggere differenze che attualmente permangono in parte sulle uscite e in toto sulle liquidazioni. Sull'attuale legge previdenziale, le forze sociali vorrebbero modificare il provvedimento. Per Palazzo Chigi invece la norma va preservata nella sua interezza (le mini pensioni non modificherebbero di una virgola le norme contenute nell'attuale legge previdenziale) anche per evitare uno stop di Bruxelles. Le altre questioni aperte nel confronto tra governo e forze sociali restano il costo del premio assicurativo contro il rischio di premorienza e l'effettivo ruolo degli istituti di credito nel meccanismo dell'erogazione delle mini pensioni.

E se la situazione economica di una fetta consistente degli anziani non è rosea, anche per i giovani la strada è in salita: secondo i dati diffusi dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico l'occupazione è aumentata ma il 57% degli under 25 che lavora è precario. Per qualcuno è arrivato il momento di lavorare sulla staffetta generazionale.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il