BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni appoggio Movimento 5 Stelle-Di Maio inizia da realtÓ importanti

Crescono i consensi nei confronti del Movimento 5 Stelle e sarebbero importanti le conseguenze per novitÓ per le pensioni: situazione e cosa aspettarsi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): Non vi sono solo le novità per le pensioni dette sotto, ma anche ulteriori che le ultime notizie e ultimissime confermano seppur tutta la questione delle pensioni come abbiamo detto è da rivedere facendo un controllo dei bilanci se si vincessero le elezioni per stabilire i parametri come pensioni massime e le basi delle pensioni più basse. Da sottolineare, comunque, tra le altre novità sicuramente la revisione delle pensioni più alte con principio di aiuto per le altre che la stessa maggioranza attuale sembra che abbia in mente di chiedere come anche dalle ultime notizie e ultimissime anche se c'è sempre il nodo del consenso vicino al voto.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): E, dunque, se prima si ricercava un appoggio dalle aziende di medie-piccole dimensioni e da singoli imporenditori e professionisti con iniziative ad hoc e che continuano, ora vi sono stati e continuano confronti con le grandi imprese e la finanza sia italiana che internazionale come riportano le ultime notizie e ultimissime per far comprendere il programma (dove vi sono anche novità per le pensioni interessati che vedremo), ma soprattutto cosa sono e cosa voliono per il futuro i 5 Stelle con un Di Maio che sta sempre prendendo più piede in queste riunioni. Per quanto riguarda le novità per le pensioni in sintesi l'assegno universale e l'aumento di quelle più basse sono le più conosciute, ma in realtà c'è anche:

- pensioni novità a 60 anni per tutti
- pensioni novità con un importo massimo e minimo (da verificare l'importo)
- pensioni novità con ricalcolo più alte

(segue...)

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Il Movimento 5 Stelle e il suo leader stanno facendo passi avanti molto importanti per farsi conoscere e soprattutto far comprendere il proprio programma all'estero, a livello internazionale come confermano le ultime notizie e ultimissime le quali stesso confermano che diversi esponenti economici e finanziari stanno cercando di capire le idee del Movimento 5 Stelle sulle varie tematiche. E le novità per le pensioni e sociali considerati da tutti ormai importanti per il rilancio, almeno in parte dell'economia, attraverso la fiducia, sono tra quelli considerati.

E’ ancora decisamente incerta e non certo rosea l’attuale situazione economica dell’Italia e probabilmente una svolta per rinnovare il Paese potrebbe arrivare dal Movimento 5 Stelle, alla luce delle ultime notizie sui crescenti consensi che sta riscuotendo tra gli italiani. Con sommo piacere per tutti coloro che richiedono e auspicano novità per le pensioni ormai da due anni: il M5S, infatti, è da sempre favorevole a cambiamenti dell’attuale legge e per questo sono a lavoro esperti e studiosi di supporto al Movimento, insieme al figlio di Casaleggio, per capire quali siano i reali margini di realizzazione delle principali novità per le pensioni su cui punta il M5S, vale a dire: introduzione dell’assegno universale per tutti e aumento delle pensioni più basse; abolizione delle elevate pensioni percepite dagli alti esponenti istituzionali; ricalcolo contributivo delle pensioni più alte in modo da rimettere in equilibrio il sistema previdenziale italiano e garantire la pensione anche ai giovani di oggi; età pensionabile a 60 anni; divieto di cumulo.  

Nato come alternativa al partito di maggioranza, con l’obiettivo di diventare una forza politica capace di conquistare consensi e cuore degli italiani, il Movimento 5 Stelle è effettivamente riuscito ad imporsi e le ultimissime notizie sui successi conquistati nelle grandi città di Torino e Roma, dove sono state elette sindaco, rispettivamente, Chiara Appendino e Virginia Raggi, ne sono una forte conferma. Una crescita sempre più grande confermata anche dal fatto che i cosiddetti poteri forti, coloro che cioè governano anche dietro le quinte, guardano con particolare interesse e attenzione a Luigi Di Maio, pronti ad 'abbandonare' il premier se ne fosse il caso. Del resto, proprio Luigi Di Maio, cme da lui stesso dichiarato, sarebbe il candidato premier che sfiderebbe Renzi alle prossime elezioni politiche e considerando l'attuale panorama politico è chiaro come csi cerchi di capire chi, come e in che modo potrebbe essere la nuova guida del Paese.

E la buona considerazione nei confronti di Di Maio dai cosiddetti grandi è confermata anche dal fatto che vivrebbero molto tranquillamente il passaggio da Renzi al pentastellato, meglio di quanto sia stato vissuto il passaggio da Letta e Renzi, tra caos, intrighi e sotterfugi. Ora lappoggio al candidato del M5S è chiaro e c'era da aspettarselo visto che il Movimento sta riscuotendo sempre più consensi tra gli italiani. Lui, dal canto suo, in previsione di una possibile candidatura a premier ha già iniziato a viaggiare nei luoghi ‘importanti’ per iniziare a farsi conoscere: qualche tempo fa è stato a Londra, ed è stato poi prima a Parigi, dove ha incontrato i presidenti delle commissioni affari esteri e finanze dell’assemblea nazionale, e Jean-Vincent Placé, segretario per la riforma dello Stato e la semplificazione, poi a Strasburgo e quindi a Berlino.

Una sorta di tour elettorale che a settembre prevederà il viaggio di Di Maio negli Stati Uniti, proprio nel momento in cui in Italia si sarà alle battute finali della campagna referendaria sulla riforma costituzionale. Ma le idee del M5S in merito sono chiare: chiaramente schierato sul fronte del no, i pentastellati non hanno intenzione di organizzare comitati per la promozione del no che in una strategia politica potrebbe trasformarsi nella possibilità per l’esecutivo di rilanciare sempre più sul referendum con maggiore pubblicità. La posizione di Di Maio e le sue intenzioni sono supportate dai risultati dei recenti sondaggi secondo i quali il Movimento 5 Stelle starebbe decisamente dilagando, riuscito a conquistare diversi punti sul Pd. In particolare, secondo gli ultimi sondaggi elettorali Ipsos, pubblicati dal Corriere (Ipsos), il Movimento 5 Stelle è visto come il primo partito italiano, avanti di 8 decimali sul Partito Democratico) e dal 32% abbondante di gennaio 2016 il Pd è scivolato sotto la soglia psicologica del 30%, superata invece dai pentastellati che nello stesso periodo erano appena al 26.6%.

Si tratta di risultati che il M5S è riuscito a conquistare grazie alle sue reali politiche di annunci e fatti e se i neo sindaci di Torino e Roma dovessero davvero attuare quelle novità per le pensioni previste a livello locale e introdurre l’assegno universale, così come annunciato in campagna elettorale, sempre nello loro città, i consensi e la fiducia nei confronti del M5S crescerebbero decisamente ancor di più, perché ancora si dimostrerebbe come effettivamente ciò che viene annunciato si trasforma poi in realtà per i cittadini. E un risvolto molto importante del successo del M5S è certamente quello che si avrebbe per novità per le pensioni: da sempre, infatti, il M5S, insieme anche alla Lega, chiede che venga completamente cambiata l’attuale legge ma non potendo accadere questo, continua comunque a rilanciare sulla necessità di novità per le pensioni, che rientrano tra i punti ufficiali dello stesso programma del M5S e che potrebbero diventare il vero e proprio cavallo di battaglia del Movimento.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il