BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 cosa trapela da Governo Renzi-Forze Sociali confronti in silenzio

Continuano le trattative tra governo e forze sociali su novità per le pensioni: come stanno andando e quali le soluzioni possibili alla fine




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:14): Vi sono poi alcue novità per le pensioni legate all'aumento di quelle più basse o addirittura un taglio delle imposte geeralizzato per tutti dipendenti, autonomi, pensionati che però limiterebbe già le altre novità per le pensioni per uscire prima. Ma questo sarebbe il vero obiettivo primario del Governo Renzi ovvero il calo delle imposte per tutti e non l'uscire prima. Il problema è che questa strategia come rivelano alcune ultime notizie e ultimissime seppur valida in macroeconomia potrebbe essere meno impattante rispetto quota 100, mini pensioni e quota 41 per una nazione come la nostra.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:02): Quali argomenti per le novità per le pensioni stanno trattando nelle riunioni il Governo Renzi e le Forze Sociali e vi sono queste fantomatiche riunioni? La risposta è positiva come confermano diverse fonti anche importanti come il SOLE tra le le ultime notizie e ultimissime. Tra gli argomenti vi sono:

- pensioni novità con le mini pensioni con diversi calcoli e penalità, per cercare di trovare la quadra arrivando a soddisfare alcune esigenze delle forze sociali.
- pensioni novità nel rivedere le aspettative di vita di alcuni (seppur complesso)
- pensioni novità con una serie di contributi figurativi per aiutare ad andare in pensione prima ad alcune categorie con una serie dciamo di bonus anche questo , però, per alcune particolari categorie.

Quando si parla di alcune categorie si parla di chi ha iniziato una occupazione da giovanissimo, da chi è malato, senza occupazione da diversi anni e chi ha fatto fa occupazioni pesanti.


Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Sono le ultime e ultimissime notizie a rivelare come non ci siano solo le mini pensioni con penalizzazioni al centro del confronto tra esecutivo e forze sociali sulle novità per le pensioni. Si cerca una soluzione anche per l'unioniuone dei periodi in gestioni diverse, per la disciplina dei lavori faticosi, per la valutazione delle tematiche relative a chi ha iniziato a lavorare da giovane e per il taglio delle imposte

Quali sono le novità su cui ci si confronta nelle riunioni ‘segrete’ tra Governo Renzi e Forze Sociali? Dopo le prime riunioni su cui ci è confrontati sul nuovo sistema basato sulla mini pensione, con richieste di modifiche presentate dalle stesse forze sociali, sia in merito alle penalità, che hanno chiesto di ridurre dal 15 all’8%, sia in merito agli ani di uscita prima, che invece hanno chiesto ai aumentare da tre a quattro, i nuovi incontri si stanno svolgendo a porte chiuse e ci chiede come stiano procedendo le trattative di cambiamento dell’attuale legge pensioni, considerando anche le richieste di novità per le pensioni su cui premono da tempo le forze sociali, vale a dire novità pensioni di quota 100 e novità pensioni di quota 41, necessarie per riuscire a dare finalmente tutele e garanzie a quelle categorie di persone fortemente penalizzate dall’attuale legge pensioni, e cioè coloro che hanno iniziato a lavorare prestissimo, cioè a 14, 15 e che dopo aver maturato 40, 41 anni di contributi sono ancora costretti a rimanere a lavoro per raggiungere un requisito anagrafico quasi impossibile per tanti, e coloro che sono impiegati in occupazioni decisamente faticose.

Mentre il governo sta portando avanti il piano di mini pensione per i nati tra il 1951 e il 1953, con coinvolgimento degli istituti di credito, penalità fino al 15% e restituzione dell’anticipo con un piano 20ennale e relativi interessi, che però saranno, come detto, a carico dello Stato e non del lavoratore stesso, e in merito a cui vi sarebbero ancora alcuni nodi da sciogliere, la partita sulla novità per le pensioni sembra decisamente aperta e a chiuderla potrebbe essere quel compromesso che si cercherà di mettere a punto tra governo e forze sociali, modifiche capaci di soddisfare tutti e le richieste di tutti, con l’obiettivo di riuscire a definire una soluzione, tra l’altro, organica e strutturale, anche se potrebbe sembrare al momento decisamente difficile. La risposta si avrà probabilmente verso la metà del mese di agosto quando gli incontri dovrebbero essere conclusi, anche se bisognerà poi aspettare effettivamente la prossima Manovra per capire cosa farà davvero il governo per novità per le pensioni.

Punti di incontro al momento decisi tra governo e forze sociali da affrontare necessariamente, secondo le ultime notizie, sarebbero estensione della detassazione per i pensionati che al momento vale per gli over 75 fino a 8mila euro, riduzione dei costi per la riunione dei contributi previdenziali versati in diverse gestioni, e novità per le pensioni di quota 100 e novità per le pensioni di quota 41, oltre che risolvere alcuni dubbi ancora relativi al sistema basato sulla mini pensione, dall’entità delle detrazioni fiscali per i meno abbienti, disoccupati di lungo periodo e lavoratori in condizioni disagiate a basso reddito, e quanto incideranno sulla riduzione delle penalità, all’entità degli interessi, ai costi legati all’assicurazione, ai soldi che servirebbero, in generale, per novità per le pensioni.

Il sistema di mini pensione in discussione è al momento quello che si sta portando avanti proprio perché decisamente meno costoso rispetto ai miliardari quota 100 e quota 41: il governo avrebbe infatti previsto un investimento di 500 milioni di euro che però potrebbero essere aumentati a 700. Inoltre, si discute dell’ipotesi di far valere questo sistema per tutti, statali, privati, autonomi, liberi professionisti. In questo contesto, dal governo si dicono anche pronti ad una revisione delle tabelle delle diverse occupazioni, in modo da chiarire quali siano da considerarsi effettivamente faticose e concentrarsi così con determinate soluzioni sulle categorie di persone che sono inserite in tale mondo lavorativo. Sono, dunque, diverse le questioni aperte e la speranza è che si riesca a chiuderle tutte, pur consapevoli degli elevati costi che implicherebbero, e i sistemi e i provvedimenti da cui eventualmente recuperare i soldi necessari. Come già dimostrato, se ci fosse davvero la volontà politica di agire con novità per le pensioni si studierebbero anche i sistemi per riuscire a recuperare le coperture necessarie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il