BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Terzo Ciclo nuovo 2016, chiamata diretta insegnati scuola CV Online, concorso scuola scontro su bocciati: indicazioni nuove

Sta per mettersi in moto la macchina delle assunzioni per chiamata dei dirigenti scolastici. Cambia il mondo della scuola.




Mentre si resta in attesa dell'attivazione del Tfa terzo ciclo per l'abilitazione di nuovi insegnanti, fa discutere l'alta percentuale che, in base a indiscrezioni dell'ultim'ora, avrebbe caratterizzato le prove scritte del concorso scuola per docenti. Stando a quanto reso noto dal Coordinamento specializzati sostegno e dall'Associazione coordinamento nazionale Tfa, e percentuali di bocciature si aggirano attorno "al 45-50% tra il I e II grado, pur trattandosi di dati solo parziali che potrebbero addirittura salire". Numeri ancora più accentuati per Infanzia e Primaria, "dove solo la Regione Piemonte ha raggiunto in media il 65% di bocciature".

Si resta naturalmente in attesa dei dati ufficiali del Ministero dell'Istruzione mentre sta per mettersi in moto la macchina delle assunzioni per chiamata dei dirigenti scolastici. Il primo passaggio è la pubblicazione del curriculum vitae su Istanze on line da parte di ciascun docente. Per quanto riguarda i titoli valutabili, nell'ambito del servizio di insegnamento in scuole, inserite in aree a rischio e immigrazione, con progetti di sperimentazione Miur, con corsi di educazione per gli adulti, collocate all'estero. Sul fronte titoli di studio e culturali: specializzazione sostegno, master e dottorati. Per quanto riguarda le certificazioni: quelle informatiche e quelle linguistiche, livello linguistico, italiano L2, master DSA.

Capitolo formazione realizzata dalla scuola o dall'amministrazione: didattica, disciplinare, orientamento, dispersione, integrazione, alternanza scuola lavoro, cittadinanza e costituzione, DSA/BES, didattica laboratoriale, nuove tecnologie e didattica, pratica sportiva. Ecco poi che per quanto riguarda le collaborazioni con università, semaforo verde su attività di ricerca e contratti per l'insegnamento. Infine, saranno presi in considerazione anche gli incarichi da relatore, moderatore, tutor di tirocinanti o neoassunti.

Il tutto mentre il Ministero dell'Istruzione fa sapere che nell'anno scolastico appena trascorso circa 90.000 docenti di sostegno, assunti a tempo indeterminato, hanno lavorato negli istituti scolastici per garantire e promuovere l'inclusione di alunni e alunne con disabilità. E ancora: sono stati creati oltre 6.000 nuovi posti attraverso l'organico del potenziamento. Particolare impegno è stato speso sul capitolo autismo con l'attivazione di 106 sportelli su tutto il territorio nazionale, nati per favorire l'inclusione scolastica di studenti autistici, valorizzando le buone prassi e mettendole in rete, oltre a 14 Master in didattica e psicopedagogia per circa 1.500 docenti che hanno potuto così rafforzare le proprie competenze specifiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il