BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie Mini pensioni, quota 100, quota 41 per meno austerità Boschi in missione alla Ue

La Boschi torna a rilanciare all’Ue l’importanza di rendere meno austere le sue politiche e di concessione di nuovi soldi anche per novità pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): C'è una figura che sta emergendo con sempre maggiore insistenza nel panorama politico italiano ed è quella del ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi. Da un'attenta analisi delle ultime e ultimissime notizie emerge sempre più chiaramente come rappresenti l'alter ego pubblico del premier e i rapporti che sta curando potrebbero rivelarsi strategici in ottica riforma quella sulle novità per le pensioni incluse.

Il ministro italiano delle Riforme, Maria Elena Boschi, ha incontrato a Bruxelles il Primo vice presidente della Commissione Frans Timmermans e il vice presidente Valdis Dombrovskis, per discutere di riforma del mercato del lavoro e riforme costituzionali. La Boschi si è detta consapevole del fatto che le riforme costituzionali italiane sono particolarmente attese, soprattutto per il fatto che garantiscono maggiore stabilità al nostro Paese e potrebbero rivelarsi decisive per affrontare tutte le altre riforme strutturali che si stanno preparando in Italia. E la stessa Boschi ha dichiarato che i vertici europei hanno apprezzato le riforme che si stanno facendo nel nostro Paese nell’attesa di capire come si concluderà il referendum costituzionale in programma ad ottobre.

Durante il vertice europeo, il ministro Boschi è tornata a rilanciare la necessità di revisione della politica di austerità che l’Europa sta portando avanti e in moltissimi casi sta bloccando la ripresa in tanti Paesi stessi europei, chiedendo, di nuovo, una nuova concessione di fondi che potrebbero essere importanti non solo per la soluzione della questione bancaria, cui sembra avere aperto finalmente anche la Germania, ma anche per un rilancio di novità per le pensioni, bloccate nel nostro Paese per la mancanza di soldi necessari, oltre che il fatto che è la stessa Europa a dirsi contraria da sempre alla realizzazione di novità per le pensioni di uscita prima. A questo punto molto farebbe la volontà politica, perché se si avessero davvero nuovi soldi da investire toccherebbe alla politica decidere quali siano i provvedimenti prioritari da realizzare.

Eppure, come spesso ricordato, è l’Europa ad aver incitato l’Italia a mettere a punto misure per il rilancio dell’occupazione giovanile, una occupazione che potrebbe avvenire proprio grazie all’attuazione di novità per le pensioni di uscita prima perché grazie a sistemi e novità pensioni di quota 100, novità pensioni di quota 41 o mini pensione, ma modulata in maniera diversa da quanto sta facendo l’esecutivo al momento, i lavoratori più anziani potrebbero avere la possibilità di lasciare prima il lavoro, permettendo ai più giovani di avere maggiori opportunità occupazionali, così da sostenere il ricambio generazionale a lavoro. E non sarebbe questo l’unico vantaggio, perché da queste novità per le pensioni si potrebbero mettere da parte anche nuovi risparmi, pur se nel lungo periodo, derivanti dalle penalità imposte da ogni sistema di uscita prima.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il