BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie aspettative riforma pensioni novità questa settimana per novità quota 100, quota 41, mini pensioni

Nuovi possibili assetti politici, dibattiti novità per le pensioni e prospettive possibili per i prossimi giorni: le questioni ancora aperte e obiettivi maggioranza




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:01): Nell'elenco sotto, il secondo delle novità per le pensioni collegate seppur non strettamente solo a questa tematica, diventa molto importante le trattative per ricercare i 7-15 miliardi per il bilancio prossimo visto che il Responsabile del Dicastero Occupazione ha parlato in quetso fine settimana per la prima volta di pochi soldi per le nvoità per le pensioni finora resi disponibili e che altri ne dovranno essere aggiunti come confermano le ultime notizie e ultimissime ufficiali. Se, dunque, 7-12 miliardi dovrebbero servire per coprire già voci che si sa mancano di soldi, altri 3 miliardi potrebbero, se ci fosse, la volontà, essere spesi proprio per le novità delle pensioni allargando e di molto le potenzialità di quanto si potrebbe fare.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Sono attese poi ultime notizie e ultimissime che non paiono a prima strettamente correlate alle novità per le pensioni, ma lo sono, forse, anche di più di quelle che abbiamo anche detto sotto, perchè senza queste sono difficili o impossibili da realizzare:

- pensioni novità da trattative con Comunità per il bilancio con si cercano 7-15 miliardi in più che non servirebbero, però, tutti per le pensioni, anzi...
- pensioni novità con la ricerca di una soluzione strutturale comunitarie per gli istuti di credito che lascerebbe più spazio, se ci fosse volontà di farlo, per le pensioni.
- pensioni novità da trattative tra maggioranza e opposizione interna ed esterna e coalizione per il mantenimento dell'equilibrio e del rilancio della vittoria per il voto referendario.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:07): Ci attendono una serie di novità per le pensioni sia ufficiali che ufficiose come confermano le ultime notizie e ultimissime. Si avvicinano le ferie estive, ma il bilancio è dietro l'angolo da approvare considerarando appunto anche le feri estive. Iniziamo a vedere alcune novità per le pensioni ufficiali attese:

- pensioni novità Comitato Ristretti per la scrittura del testo unico che richiama quota 100 da far arrivare entro i primi di settembre
- pensioni novità riscrittura del bilancio 
- pensioni novità confronto continua su Fondo Indigenza a Montecitorio con importanti collegamenti per le pensioni
- pensioni novità continuano tavoli tecnici tra forze sociali e tecnici della maggioranza

(segue...)

Manca poco alla pausa estiva ma in queste ultime settimane sembra si stia creando sempre più scompiglio intorno alle possibilità di revisione degli equilibri politici, sia interni alla maggioranza, che con la coalizione e le opposizioni, e siano sempre più aperti i dibattiti sulle novità per le pensioni, come dimostrano le ultime notizie sui recenti incontri tra maggioranza e forze sociali e tra consiglieri economici e gruppo online di Quota 41, occasioni importanti per la definizione di quelli che potranno essere i reali cambiamenti da apportare alle attuali norme previdenziali nella prospettiva di un nuovo equilibrio sociale da ristabilire. Da tempo, infatti, si continua a spiegare che l’applicazione di novità per le pensioni è necessaria per riuscire a rendere il nostro sistema previdenziale più sostenibile e più equo per tutti. Ad influire, però, su questo progetto di cambiamento potrebbe essere certamente l’andamento politico.

Scongiurata, come sembrava fino a qualche giorno fa, la rottura tra maggioranza e coalizione, con Angelino Alfano leader di Ncd che in questi ultimissimi giorni ha dichiarato che continuerà a sostenere l’esecutivo almeno fino al referendum costituzionale d’autunno, e placatisi gli scontri anche con l’opposizione interna,  a cambiare gli scenari potrebbe essere ora, inaspettatamente, l’annuncio del leader di Ala Verdini, pronto a costituire una nuova forza politica di centro, che comprenderebbe anche parte di Scelta Civica, che si separerebbe così dalla maggioranza. Si tratta di un’ultima notizia che potrebbe avere certamente ripercussioni sui provvedimenti su cui l’esecutivo sta lavorando ma soprattutto sull’esito del referendum d’autunno. Ormai sappiamo che in caso di sconfitta del premier al referendum, situazione che lui stesso esclude al momento, potrebbe nascere un governo istituzionale che dovrebbe traghettare il Paese fino alle prossime elezioni che si potrebbe anticipare al 2017 e certamente si tratterebbe di un importante decisione in cui particolare peso avranno quelle novità per le pensioni particolarmente care ai cittadini.

A sfidare la maggioranza ci sarebbe poi quel Movimento 5 Stelle che continua a riscuotere grandi consensi tra gli italiani e che punta particolarmente sulle novità per le pensioni, da novità per le pensioni di quota 41, a uscita per tutti a 60 anni, a introduzione dell’assegno universale, da sempre fiore all’occhiello del M5S. E u occhio dovrebbe essere puntato anche a ciò che deriverà dalla crisi che sta emergendo nella destra: secondo le ultime notizie, infatti, vi sarebbe una spaccatura tra Forza Italia e Lega e l'ex premier Berlusconi si starebbe preparando a ‘rottamare’ la sua Forza Italia per dare vita ad una’altra formazione politica moderata, L'Altra Italia. In questo quadro si inserisce anche una nuova apertura al dialogo tra premier e Berlusconi in vista di un possibile Nazareno bis per mantenere in piedi l’esecutivo. Tutto però p ancora molto incerto e tutto certamente avrebbe effetto sulla realizzazione di novità per le pensioni e nei prossimi giorni probabilmente ne sapremo di più.

Sempre nei prossimi giorni continuerà il lavoro del Comitato ristretto per le pensioni impegnato a mettere a punto un nuovo teso unico che comprenda anche la novità per le pensioni di quota 100, al momento di chiaramente messo da parte dalla maggioranza, ma che si intende rilanciare e l’attesa presentazione di questo nuovo testo dovrebbe avvenire nei primi dieci giorni del prossimo mese di settembre. Intanto vanno avanti le trattative per il salvataggio da parte dell’Europa degli istituti bancari, con la speranza che venga concesso un nuovo fondo da cui si potrebbero recuperare nuove risorse che, volendo, potrebbero essere investite anche per novità per le pensioni. E insieme alle trattative per fondi per arginare la crisi creditizia, andranno avanti anche le trattative europee sulla richiesta di quegli ulteriori 15 miliardi di euro presentata dal premier e che sarebbero particolarmente importanti per la revisione del bilancio interno. Parte di questi soldi, se effettivamente concessi, sempre in base alla volontà politica, potrebbero essere usati per l’attuazione di novità per le pensioni ulteriori, anche se la maggioranza continua a portare avanti solo il piano basato sulla mini pensione e se la sua priorità, come spesso ultimamente ribadito, resta il piano di riduzione delle imposte, che secondo molti non porterebbe gli stessi vantaggi che invece verrebbero garantiti dalla realizzazione di novità per le pensioni di uscita prima, sia da un punto di vista di rilancio occupazionale, produttività ed economia, sia in termini di risparmi, che si avrebbero nel lungo periodo.

A Montecitorio, poi, nei prossimi giorni continuerà anche l’iter del Fondo Indigenza, iniziato la settimana scorsa e che dovrebbe concludersi entro la fine di questo mese di luglio, con un chiaro piano di revisione di agevolazioni, prestazioni assistenziali e servizi sociali e con la definizione, come emerso negli ultimissimi giorni, di una misura unica di sostegno all’indigenza che sembrerebbe ricalcare, in parte, quanto previsto dall’assegno universale, anche se con qualche minima differenza. Di certo c’è che non varrebbe indistintamente per tutti e che dovrebbe aggregare diversi aiuti oggi esistenti. Per saperne di più, però, bisognerà attendere la prossima settimana e seguire gli ulteriori eventuali sviluppi delle misure da definire ufficialmente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il