BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie su mini pensioni, quota 41, quota 100 da Verdini, Beppe Grillo, Giulia Di Vita, Dona

Ultime posizioni e affermazioni Dona, Verdini, Giulia Di Vita, Grillo su novità per le pensioni e prossimi progetti che potrebbero creare ancora squilibri politici




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:01): Sul fronte delle novità per le pensioni continua ad essere molto attivo il Movimento 5 Stelle che dopo aver criticato l'assegno universale, ha precisato che vi sono già delle coperture disponibili di almeno 600 milioni già stanziate per le novità per le pensioni e mai utilizzate per chi ha iniziato presto una occupazione o ha fatto una occupazione faticosa. E come riferiscono le ultime notizie e ultimissime ha chiesto l'immediato uso.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:28):  Ma certamente trovano se non un ostacolo un ulteriore salita le novità per le pensioni con la ricerca di equilibrio e stabilità che la maggioranza sta ricercando con Verdini e il suo Gruppo Ala con il sostegno di Zanetti e dei suoi senza dimenticare il centro destra che potrebbe essere pronto ad un Nazareno Bis come sembrano confermare le ultime notizie e ultimissime. E tutto questo a favore del referendum e delle prossime elezioni eventuali a discapito ovviamente delle novità delle pensioni che per questa maggioranza non sono così prioritarie rispetto ad esempio alle imposte

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:36): Una forte richiesta arriva ancora da esperti e studiosi come Dona per le novità per le pensioni che nel commento dele ultime notizie e ultimissime vede come i più danneggiati al momento sono i più anziani, con pensioni basse e i giovani che, molti, seppur non tutti si ritrovano con un tappo all'occupazione dato dal blocco dei pensionamenti di fatto. E così, ancora una volta, le novità per le pensioni diventano sempre più urgenti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:33): Non è una novità per le pensioni in senso stretto, ma partirebbe proprio per coloro che non hanno nè pensione nè occupazione e sopra una certa età almeno secondo quanto vorrebbero alcune autorità. Si tratta dell'assegno universale che viene affrontato a Montecitorio come riportano le ultime notizie e 'è ultimissime. E c'è un ennesimo netto scontro tra quello che vorrebbe fare la maggioranza che al momento è solo una norma abbozzata in Aula e il programma del M5S molto più netto al momento ( e lo diciamo apoliticamente) come dice Grillo ma anche in sede istituzionale Giulia di Vita

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01):  Continuano ad alternarsi interesssanti affermazioni, magari poco conosciute, seppur alcune anche istituzionali, riportate dalle ultime notizie e ultimissime sulle novità per le pensioni. In questo caso abbiamo ripreso sia quelle di Grillo che Giulia di Vita per l'assegno universale che Dona per le novità delle pensioni prima e le decisioni di Verdini che avranno potenzialmente un impatto sulle novità per le pensioni

Oltre 4,5 milioni di persone vivono oggi in condizioni di assoluta indigenza, numero record dal 2005, e, stando alle ultime notizie, nel 2015 l’indigenza relativa è rimasta stabile considerando le famiglie (2 milioni 678 mila, pari al 10,4% delle famiglie residenti dal 10,3% del 2014), ma è aumenta in termini di persone (8 milioni 307 mila, pari al 13,7% delle persone residenti dal 12,9% del 2014), ed è risultata più diffusa soprattutto tra le famiglie numerose, in particolare tra quelle con 4 componenti (da 14,9 del 2014 a 16,6%,) o 5 e più (da 28,0 a 31,1%). Massimiliano Dona, segretario dell'Unione Nazionale Consumatori, commentando questi ultimi dati ha parlato di una vera e propria ‘vergogna nazionale’, che rappresenta lo specchio del nulla di fatto di concreto finora per sostenere i cittadini , cercare di risolvere gli errori causati dall’attuale legge pensioni e cancellare le diseguaglianze sociali che, invece, con il passare del tempo, si sono sempre più acuite.

Per Dona, che è tra coloro da sempre dalla parte della realizzazione di novità per le pensioni, il piano che l’esecutivo ritiene al momento prioritario, vale a dire il taglio delle imposte, non porterà i benefici sperati e potrebbe risultare inutile, soprattutto se confrontato con i vantaggi che invece si ricaverebbero dall’attuazione di quelle novità per le pensioni che, tra novità pensioni di quota 100, novità pensioni di quota 41, novità pensioni con mini pensione per tutti, sia in riferimento a rilancio di occupazionale giovanile e produttività, e quindi economia in generale, sia in riferimento alla possibilità di recuperare, seppur nel lungo periodo, nuovi risparmi. A cambiare quadro politico, priorità di lavoro e forse intenzioni sulle novità per le pensioni potrebbero influire anche le ultime notizie relative alle intenzioni e ai progetti espressi dal leader di Ala Verdini, che si è detto pronto a lavorare per la formazione di una nuova forza politica di chiaramente di centro.  

E, sempre stando alle ultime notizie, si tratterebbe di una forza che comprenderebbe anche esponenti di Scelta Civica, pronti a cambiare rotta. Si tratta di una inaspettate uscita dall'esecutivo che sta creando scompiglio e che ha nuovamente portato a critiche dall'opposizione interna, dopo che negli ultimi giorni sembrava fosse tornato il sereno nell'esecutivo. Ma tutto continua ad essere in continuo divenire e tutti guardano al prossimo referendum costituzionale d'autunno come una sorta di prova del nove che potrebbe decidere sorti di maggioranza, opposizione interna, coalizioni, nuovi partiti di forza, nonchè interventi necessari per soddisfare finalmente i reali bisogni dei cittadini. A partire proprio dalle novità per le pensioni ancora tanto attese.

Mentre continua l'iter del Fondo Indigenza in Parlamento, che si sta occupando di mettere a punto misure di sostegno a chi si ritrova a vivere in condizioni di grosse difficoltà economiche, con una revisione delle prestazioni assistenziali, delle agevolazioni e dei servizi sociali, nonchè la proposta di un sistema unico di aiuto, una sorta di assegno universale, per cui non si sono fatte attendere critiche e commenti negativi da parte degli esponenti del Movimento 5 Stelle, a partire dalla deputata Giulia Di Vita, che ha accusato la maggioranza non di proporre una novità utile al sostegno degli indigenti e rivista in base alle attuali condizioni di crisi che il nostro Paese sta affrontando, ma di 'riciclare' la vecchia social card, semplicemente cambiandone il nome. E ha giudicato questa mossa un tentativo di copiare la proposta di assegno universale del Movimento 5 Stelle, che in realtà, a dispetto dei giochi della maggioranza volti a recuperare consensi senza dare effettivamente particolare attenzione ai bisogni della gente, è un provvedimento serio, da prendere seriamente in considerazione per tutti anche se dovesse comportare l’investimento di ulteriori fondi perché innanzitutto adeguerebbe l’Italia al resto degli altri Paesi europei dove questa misura è già in vigore e poi perché permetterebbe a coloro che oggi vivono in condizioni quasi disperate di avere un po’ di tranquillità.

Critiche sono arrivate anche da parte del leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, che ha accusato la maggioranza di cercare di realizzare le stesse misure proposte dal Movimento, riferendosi in particolar modo alla volontà, nuova, di introdurre l’assegno universale. Sembra infatti sia stato avviato un dibattito parlamentare su questa misura, di cui la maggioranza parla come misure di inclusione sociale, che, secondo Grillo, altro non sarebbe che una sorta di rivisitazione della social card con accorpamento di altre prestazioni, il tutto contenuto nel Indigenza. Ma ci si chiede perché non mettere a punto, vista l’eventuale disponibilità di soldi allora, il provvedimento di quell’assegno universale per tutti, come da sempre richiesto, e che sarebbe un vero aiuto per tutti coloro che si ritrovano in condizioni di grosse difficoltà, che hanno perso il lavoro in tarda età e non possono ancora andare in pensione?

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il