BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 41, quota 100 urgenti e fondamentali per Confidustria, Coop, Confesercenti

Associazioni Commercianti, Industriali, Coop continuano a chiedere novità pensioni soprattutto perché collegate a lavoro: ultime notizie e situazione




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 14:02): Tra l'altro come abbiamo anche detto nelle ultime e notizie, essendo andate all'onore delle cronache, non mancano neppure singole aziende e imprese grandi e piccole che hanno deciso di intraprendere novità per le pensioni e il sociale da sole in modo indipendente per aumentare il ricmabio generazionale e la produttività ma dare servizi sociali utili anche ai propri dipendenti. E in questa lista ad esempio vi è Enel o Luxotica.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:48): Anche gli stessi Istituti Bancari e la loro associazione si è schierata in favore delle novità per le pensioni e anch'essi hanno criticato le decisioni prese finora a livello generale, anche se a dir la verità hanno ricevuto e probabilmente riceveranno importanti fondi come richiesti per la gestione delle pensioni e i cosidetti scivoli come risulta dalle ultime notizie e ultimissime. E qui riappare una delle differenze sostanziali del nostro sistema per le novità per le pensioni per chi è impegnato in una piccola o grande aziende, tutte a favore di queste ultime. Una ulteriore disparità che andrebbe sanata al più presto con le novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Sempre più importanti sono le novità per le pensioni non solo per milioni di cittadini e famiglie ma anche dalle stesse categorie di commercianti e industriali che richiedono novità per le pensioni reali e funzionanti criticando anche quelle messe in atto finora come confermano le ultime notizie e ultimissime. In ordine di tempo ad esprimersi in questo senso l'ultima è stata l'Associazione dei Commercialisti, ma anche le Coop e le Associazioni Industriali si sono dette più volte pronte a fare la loro parte e le hanno collecitate per aumetare occupazione soprattutto giovanile e la produttività con le nuove tecnologie.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Continua ad allargarsi e succede al di fuori dei contesti istituzionali, il fronte di chi invoca novità per le pensioni. E come abbiamo approfondito in questo articolo, le ultime e ultimissime notizie ricordano come il punto in comune di associazioni dei commercianti, industriali e mondo delle cooperative sia la richiesta di prevedere una vera staffetta generazionale.

Non solo forze politiche e forze sociali chiedono ormai da mesi novità per le pensioni ma a sostenerle, da sempre, ci sono anche le Associazioni degli Industriali e quelle dei Commercianti, senza dimenticare le Coop. Stando alle ultime notizie, infatti, non soltanto, come avevamo già spiegato mesi fa, Confindustria, per esempio, si starebbe particolarmente impegnando per far capire alla maggioranza quanto sia fondamentale agire con novità per le pensioni di uscita prima che servirebbero, senza alcun dubbio, a dare nuovo slancio ad occupazione giovanile, e quindi produttività, competitività ed economia in generale, ma anche altre Associazioni. A sostenere l’urgenza di novità per le pensioni per rilanciare occupazione giovanile e produttività, anche l'Associazione dei Commercianti, che si dice pronta a impegnarsi per cambiare le attuali norme previdenziali. La necessità, secondo i Commercianti, sarebbe quella di mettere a punto soluzioni pensionistiche organiche e strutturali, esattamente come auspicato dal presidente dell’Istituto di Previdenza, andando oltre quelle continue soluzioni temporanee che rappresentano solo un inutile spreco di soldi.  

Particolare attenzione poi bisognerebbe anche prestare al peso fiscale che pesa sui pensionati italiani, così come sui cittadini del Belpaese in generale, che risultato i più tartassati d’Europa. Secondo l’Associazione dei Commercianti sarebbe giusto garantire ai lavoratori che volessero andare in pensione prima la possibilità di farlo, a fronte di penalità, lasciando, allo stesso tempo, nuovi posti di lavoro liberi per i più giovani. E proprio a tal fine si è dimostrata decisamente favorevole alla proposta di staffetta generazionale, che sostiene l’ingresso dei più giovani nel mondo occupazionale, senza penalizzare in particolar modo i lavoratori più anziani, garantendo loro così la possibilità di vivere un futuro pensionistico dignitoso. Si tratta di una scelta che, come anche sostenuto da altre associazioni, potrebbe essere quella migliora tra le altre proposte di novità per le pensioni, già fondamentalmente in vigore, visto il via al part time, ma che non sta poi avendo i risultati sperati.

Dalla parte di novità per le pensioni anche Confindustria, i giovani industriali e le Cooperative, anch'esse a sostegno della staffetta piuttosto che, al momento, di novità per le pensioni di quota 100, novità per le pensioni di quota 41, e novità per le pensioni di mini pensione, come quella che sta portando attualmente avanti la maggioranza, ma che non risponderebbe, così come formulata, all'esigenza di non provvisorietà, visto che sarebbe in vigore per qualche anno e interesserebbe solo una platea decisamente ristretta di persone, cioè i nati tra il 1951 e il 1953, coinvolgendoli tra l'altro non tutti, ma in maniera e tempi diversi in base al reddito pensionistico che ognuno riceve, privilegiando, come facilmente immaginabile, i disoccupati di lungo corso e quindi coloro che percepiscono redditi pensionistici più bassi.

Sulle esigenze occupazionali dei più giovani dovrebbe continuare a focalizzarsi la maggioranza che è già ben consapevole della situazione che bisogna risolvere in tal senso, così come, allo stesso tempo, dell’urgenza di mettere a punto soluzioni pensionistiche che siano in grado di correggere errori e distorsioni che sono state chiaramente create dall’entrata in vigore delle attuali norme pensionistiche. Manca però una certezza sui tempi di lavoro per modifiche e mancano, soprattutto, i soldi necessari per l’attuazione delle novità per le pensioni richieste.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il