BusinessOnline - Il portale per i decision maker






770 2016 proroga ufficiale in Consiglio dei Ministri con decreto o per norma Ministero della Finanze-Agenzia Entrate

Ancora grande attesa per l’ufficialità della proroga di presentazione del modello 770 2016: quando e come potrebbe arrivare




Ancora grande attesa per l’ufficialità della proroga di presentazione del modello 770 2016 che dovrebbe rientrare in un decreto che dovrebbe arrivare al prossimo Consiglio dei Ministri, anche se al momento non ne sono previsti, o in una nuova norma che sarebbe messa a punto dal Ministero delle Finanza, accompagnata almeno da un’apposita circolare dell’Agenzia delle Entrate, e che potrebbe contenere anche altre misure. Attualmente la data di scadenza di invio è fissata al 22 agosto, ma le associazioni di categoria hanno chiesto una proroga al prossimo 15 settembre, con la speranza che la decisione ufficiale non arrivi, come spesso accaduto, all’ultimo minuto, perché si tratterebbe di una proroga inutile, visto che nell’incertezza, Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati, comunque provvederebbero ad una loro compilazione e all’invio. Devono presentare il 770 semplificato i sostituti d’imposta che hanno corrisposto somme e valori per cui hanno trattenuto la ritenuta alla fonte, i contributi previdenziali e assistenziali, i premi assicurativi dovuti all’Inail.

Presentano il modello 770 all’Agenzia delle Entrate: le società di capitali ed enti commerciali a esse equiparate (pubblici e privati) situate in territorio statale e le società ed enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato; gli enti non commerciali, sia pubblici (Regioni, Province, Comuni) che privati residenti sul territorio nazionale; condomini; le associazioni non riconosciute, consorzi, aziende speciali; e trust. Il modello 770 è disponibile sia in versione semplificata, che deve essere presentato da sostituti d’imposta e pubbliche amministrazioni e riporta  dati relativi alle certificazioni rilasciate ai contribuenti, come redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati; dati sui redditi di lavoro autonomo; dati relativi alle indennità di fine rapporto; e sulle prestazioni in forma di capitale erogate da fondi pensione e alle provvigioni; sia in versione ordinaria, che spetta a sostituti d'imposta, intermediari e altri soggetti coinvolti in operazioni fiscalmente rilevanti e con i dati relativi alle trattenute sui redditi di capitale, sui proventi di partecipazione, sui dividendi, su operazioni finanziarie e indennità di esproprio, e su versamenti effettuati e crediti di imposta usati.

L’invio del modello 770 2016 deve essere effettuato esclusivamente in via telematica attraverso i canali Fisconline, se si tratta di un numero pari o inferiore a 20 soggetti, o attraverso i canali Entratel, se interessa un numero superiore ai 20 soggetti. Restiamo, dunque, in attesa di eventuali nuove comunicazioni ufficiali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il