BusinessOnline - Il portale per i decision maker






770 2016 proroga ufficiale: tutto quello che si conosce e osa ci sarÓ insieme

Si va verso la conferma della proroga dei tempi per la trasmissione del modello 770 2016 all'Agenzia delle entrate.




La prossima è la settimana decisiva per sapere se, come probabile, la proroga dei tempi per l'invio del modello 770 2016 è confermata. In ballo ci sono due date: il 22 agosto, come indicato nello scadenzario dell'Agenzia delle entrate e il 15 settembre come richiesto dalle associazioni di categoria. La comunicazione dell'Agenzia delle entrate attestante l'avvenuta presentazione della dichiarazione per via telematica, è trasmessa attraverso lo stesso canale, all'utente che ha effettuato l'invio.

La necessità di una corretta imputazione delle ritenute operate e dei versamenti eseguiti, a fronte del rilascio di certificazioni attestanti il corretto adempimento degli obblighi fiscali da parte dei sostituti succedutisi nel periodo d'imposta, comporta l'esigenza di una gestione unitaria che consenta di verificare che gli adempimenti siano stati correttamente effettuati dal sostituto d'imposta; che quanto certificato al sostituito, con titolo fiscalmente idoneo, abbia puntuale corrispondenza nella dichiarazione resa dal sostituto. Nel gestire gli obblighi dichiarativi e le modalità di compilazione della dichiarazione dei sostituti d'imposta è necessario distinguere le situazioni che determinano l'estinzione o meno del sostituto d'imposta.

E così per quanto riguarda la compilazione del 770 2016, in caso di mancata prosecuzione dell'attività da parte di altro soggetto, la dichiarazione deve essere presentata dal liquidatore, curatore fallimentare o commissario liquidatore, in nome e per conto del soggetto estinto. In particolare, nel frontespizio del modello, nel riquadro "dati relativi al sostituto" e nei prospetti che compongono la dichiarazione, devono essere indicati i dati del sostituto d'imposta estinto e il suo codice fiscale. Il liquidatore, curatore fallimentare o commissario liquidatore che sottoscrive la dichiarazione, deve invece esporre i propri dati esclusivamente nel riquadro del frontespizio "dati relativi al rappresentante firmatario della dichiarazione".

La stessa modalità di compilazione deve essere osservata per i compensi direttamente erogati dal curatore fallimentare o commissario liquidatore. Nel caso di prosecuzione dell'attività da parte di altro soggetto (fusioni anche per incorporazione, scissioni totali, scioglimento di una società personale e prosecuzione dell'attività sotto la ditta individuale di uno soltanto dei soci, cessione o conferimento da parte di un imprenditore individuale dell'unica azienda posseduta in una società di persone o di capitali, trasferimento di competenze tra amministrazioni pubbliche), chi succede nei precedenti rapporti è tenuto a presentare la dichiarazione dei sostituti d'imposta che deve essere comprensiva anche dei dati relativi al periodo dell'anno in cui il soggetto estinto ha operato.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il