BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa terzo ciclo nuovo 2016: novità questa settimana

Le attenzioni dovrebbero adesso essere concentrate sulla definizione e pubblicazione del bando del nuovo Tfa ordinario.




A questo punto resta solo il Tfa terzo ciclo tra le grandi partite del mondo della scuola da avviare a conclusione. Il Ministero dell'Istruzione ha infatti reso note le indicazioni operative che consentiranno alle istituzioni scolastiche di individuare gli insegnanti che dovranno coprire i posti vacanti secondo le novità previste dalla cosiddetta buona scuola. Poi le attenzioni saranno concentrate sulla definizione e pubblicazione del bando del nuovo Tfa ordinario, rispetto a cui i posti sarebbero 16.436, di cui 11.328 comuni (3.270 per le scuole medie e 8.058 per gli istituti superiori) e 5.108 sul sostegno (392 per la scuola dell'infanzia, 1.749 per la scuola primaria, 1.932 per le scuole medie, 1.035 posti le superiori).

Si va comunque verso l'attivazione del Tfa 2016 per tutte le classi di concorso previste dal Miur, tra cui A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera e A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

L'accesso al Tirocinio formativo attivo 2016 è a numero programmato. Va messa in conto la triplice prova preselettiva per l'accesso ovvero un test nazionale con domande a risposta chiusa, una scritto e una orale differenti in base alla classe di concorso. Sarà possibile presentare la domanda di partecipazione alla selezione per più classi di abilitazione. Tuttavia, al termine della procedura selettiva, in caso di collocazione in posizione utile in diverse graduatorie è necessario scegliere un solo percorso.

Si ricorda poi la presa di posizione dell'Associazione docenti abilitati per merito, che accoglie tra i propri soci docenti abilitati e abilitandi con Tirocinio formativo attivo, secondo cui "se da un lato è vero che un nuovo ciclo di Tfa andrebbe a congestionare le graduatorie dei docenti abilitati in discipline affollate (si pensi alle discipline giuridiche e aziendali, a titolo di esempio), esso rappresenta anche una opportunità d'oro, l'unica al momento, per quei laureati che desiderino intraprendere la carriera di insegnante, ma che sono fuori per ragioni anagrafiche dalla terza fascia graduatorie d'istituto".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il