BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie mini pensioni, quota 100, quota 41 bilancio peggiora ancora così non si può fare nulla

Peggiora sempre più il bilancio, diminuiscono le stime del Pil e sempre più difficile attuare novità per le pensioni: la situazione difficile della maggioranza




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 10:44): Rimangono ovviamente ancora delle carte da giocare soprattutto in sede comunitaria ricercando un accordo per maggiori disponibilità di soldi con una serie di trattative che stanno avvenendo e con confronti già previsiti ufficiali confermati nelle ultime notizie e ultimissime per poter rilanciare le novità per le pensioni e gli altri temi. E sempre dalle ultime notizie arriva l'idea di una maggiore Spending Review, riprendendo anche gli effetti della prossima che è in fase di progettazione avanzata, ma oviamente centrarsi su numeri non certi non è così positivo

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): E in attesa dei nuovi dati per la stesura del bilancio che si avranno dall'Istat a metà di Agosto anche il Centro Studi economico del Parlamento conferma che il Prodotto Interno Lordo calerà e sarà un calo anche abbastanza forte ulteriore conferma delle ultime notizie e ultimissime. Dunque, le novità per le pensioni rimangono sempre difficili sia perchè seconde da un punto di vista di priorità rispetto al taglio delle imposte, sia per una mera questione di soldi disponibili.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Mancano i soldi, è questa dura la realtà che la maggioranza sta affrontando per le novità per le pensioni e e gli altri temi che saranno inseriti nel bilancio come confermano le ultime notizie e ultimissime che vedono tutti i dati in peggioramento. Ed è paradossale, quando servirebbe alla stessa maggioranza fare una serie di norme importanti non riuscire sia per gli errori del passato fatti anche da lei stessa, la mancanza di revisione della spesa mai realizzata (sempre anche da lei stessa) e una congiuntura economica in netto peggioramento. E non si può dare sempre le colpe alla Comunità. Diciamo, piuttosto che i nodi stanno incominciando a venire al pettine.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:01): Inutile girarci troppo attorno: non ci sono i soldi per intervenire in modo adeguato sulle novità per le pensioni. Ma stando alle ultime e ultimissime notizie, la scialuppa di salvataggio è rappresentata dall'Europa ovvero dal vertice del 22 agosto a Ventotene con Hollande e Merkel il simbolo del nuovo corso dell'Italia a Bruxelles. L'incontro seguirà di due mesi quello avvenuto a Berlino dopo la Brexit.

Sono sempre più confuse le ultime notizie sulle discussioni previdenziali che ancora vedono in ballo le novità per le pensioni di uscita prima da approvare per tutti e su cui non si riesce a trovare un accordo, ma soprattutto per cui non sono disponibili le risorse economiche necessarie. Quattro principalmente le novità per le pensioni su cui si sta concentrando la maggioranza e vale a dire: novità per le pensioni con mini pensioni, per cui si stanno tenendo confronti e incontri tra esecutivo e forze sociali per definirne funzionamento e modifiche rispetto al piano inizialmente presentato; cumulo gratuito dei soldi versati nelle differenti gestioni previdenziali; riduzione delle imposte; e novità per le pensioni di quota 41 con contributi figurativi che potrebbero avere un riconoscimento di tempo ulteriore di 3 o 6 mesi per permettere alla categoria di lavoratori interessati di raggiungere prima la soglia di pensionamento, considerando che si tratta di persone che hanno iniziato a lavorare da giovanissimi, cioè a 14, 15 anni, o di chi è impegnato in occupazioni decisamente faticose.  

Ma, come accennato, mancano i soldi e le ultime notizie sull’andamento finanziario del nostro Paese e le stime eventuali lo confermano sempre più: la situazione, infatti, continua a peggiorare tra bilancio sempre più negativo, Pil in calo, calo di ordini e fatturato per quanto riguarda l’industria, e sempre meno soldi da poter usare per ulteriori provvedimenti positivi da attuare, a partire dalle stesse novità per le pensioni, per arrivare al piano di riduzione delle imposte, sui cui hanno sempre spinto i tecnici dell'Economia. Anch'esso ora incerto.  Come spiegato dagli stessi tecnici, il calo di Pil, risultato anche dell’effetto del voto inglese che ha portato l’Inghilterra a lasciare l’Europa, si traduce in minori possibilità per l’esecutivo di attuare misure di miglioramento, da riduzione delle imposte, appunto, a novità per le pensioni, e, secondo le ultimissime notizie, per evitare l’aumento dell’Iva servirebbero ulteriori 8 miliardi di euro. Se non si troveranno, sarà inevitabile ritoccare l’imposta all’insù. Ma ci si chiede dove si potrebbero recuperare questi ulteriori soldi necessari?

Momento cruciale e cui si guarda ora con particolare attenzione sarà il 12 agosto quando saranno diffuse le nuove stime sul Pil e solo allora si capirà andamento possibile di diverse situazioni, anche se all’orizzonte non si prospetta nulla di positivo considerando, per esempio, che secondo Confindustria, l'aumento del Pil sarà decisamente inferiore a quanto previsto e cioè dello 0,15% invece che dello 0,25. Rallentamenti previsti anche da Bankitalia. Da questo quadro emerge come ci sia , e sia stata ribadita, la volontà di attuare novità per le pensioni per tutti, ma il problema è che ancora non si capisce con quali soldi possano essere attuate tali novità. Nonostante, infatti, la maggioranza abbia esplicitamente affermato che saranno aumentati i soldi da investire in novità per le pensioni, alcune recenti voci indicano cifre nell’ordine di un miliardo o al massimo un miliardo e mezzo di euro, cifra che comunque non basterebbe per attuare cambiamenti seri per le pensioni, per cui servirebbero minimo 4, 5 miliardi di euro.

A questo punto, anche se si dovesse risolvere il problema delle sofferenze degli istituti bancari grazie agli aiuti chiesti dall’Italia a livello comunitario, senza il necessario impiego di soldi prettamente nostri, mancherebbero comunque le risorse per attuare tutti i provvedimenti che si vorrebbero, e la cifra ulteriore, di 15 miliardi di euro, richiesta dal premier italiano in occasione dell’ultimo vertice Ue, sulla scia dell’effetto Brexit, e cui inizialmente erano state chiuse le porte, sembra essere in trattativa. Occhi puntanti, dunque, su come tale trattativa sui concluderà, ma pur se concessi si creerebbe un ulteriori problema, vale a dire decidere in cosa investire tali soldi, che non basterebbero per tutte le novità chela maggioranza vorrebbe fare, tra taglio delle imposte e novità per le pensioni. Se, infatti, dovessero esserci più soldi, sarebbero sempre pochi, tanto che si è parlato di una ipotesi di aumento delle risorse, da circa 700 milioni di euro ad un miliardo e 500 milioni che insieme alla novità con mini pensione potrebbe prevedere anche la cancellazione degli elevati costi richiesti a chi vuole riunire tutti i propri contributi versati in diverse gestioni previdenziali.

A questo punto, potrebbero saltare sarebbe innanzitutto il piano di taglio delle imposte Irpef, ma anche, secondo alcune indiscrezioni, anche alcune misure sulle pensioni a partire dalla stessa riduzione delle imposte per i pensionati, e potrebbe tramontare dunque l’ipotesi di aumentare da 10 a 13 mila euro lordi l’anno il reddito massimo per beneficiare di questo beneficio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il