BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni i confronti attesi per decisioni

Continuano nei prossimi giorni e fino ai primi giorni di agosti incontri e confronti per definire concrete novità per le pensioni: attese modifiche entro fine anno




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:01): Sembra delinearsi una serie di confronti per le novità per pensioni prima delle ferie estive e dopo come risulta dalle ultime notizie e ultimissime (e l'impegno dei tecnici sembra confermato anche durante le ferie):

- pensioni novità da confronto tra maggioranza e forze sociali da venerdì e poi tra dieci giorni
- pensioni novità riunione tra Gruppo Online Quota 41 e tecnici Palazzo Chigi entro dieci giorni circa
- pensioni novità riunione comunitaria per sblocco fondi il 28 di Agosto
- pensioni novità riunioni a settembre finali con forze sociali, tecnici e Ragioneria di Stato entro il 20 settembre dato in cui il bilancio dovrebbe avere una sua revisione completa presentata alle Aule.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Questi in corso sono giorni decisivi per le novità per le pensioni? Forse sì, considerando le tante riunioni formali e informali in agenda che, in attesa della quantificazione delle risorse messe sul tavolo da Palazzo Chigi, aiuteranno a capire la direzione scelta. Tra gli appuntamenti da segnare sul calendario c'è naturalmente quello con le forze sociali, meno convinte, stando alle ultime e ultimissime notizie, rispetto al passato sulle reali intenzioni dell'esecutivo.

Le novità per le pensioni continuano ad essere cruciali e al centro di incontri e confronti tra maggioranza e forze sociali, che stanno proseguendo le loro riunioni a porte chiuse e in totale silenzio, gruppi online e consiglieri economici, ma non solo. E le ultime notizie confermano anche incontri che si svolgeranno ancora nei prossimi giorni alla ricerca di soluzioni pensionistiche che siano finalmente universali e definitive. Lo stesso responsabile del Dicastero dell'Occupazione, in riferimento agli incontri con le forze sociali, ha chiaramente detto che i confronti stanno andando vanti in maniera positiva e l'auspicio è quello di continuare ad approfondire determinate questioni in modo da mettere a punto novità per le pensioni precise e puntuali entro la fine dell'anno. Queste parole fanno chiaramente riferimento alla prossima Manovra, stessa data limite per la definizione di novità per le pensioni indicata anche dal consigliere economico del premier, che in questi ultimi giorni ha garantito che ci saranno novità per le pensioni nella nuova Manovra.

Lo stesso consigliere ha anche annunciato che una volta conclusi gli incontri tecnici tra maggioranza e forze sociale sarà convocato un tavolo politico che potrebbe tenersi anche a inizio agosto. Prima della pausa estiva, dunque, potrebbero arrivare prime indicazioni ufficiali sulle reali novità per le pensioni da aspettarsi entro la fine dell'anno. Al centro comunque degli incontri tra forze sociali e maggioranza il piano di uscita prima basato sulla mini pensione che continua a non piacere, per cui sia le forze sociali che il Comitato ristretto per le pensioni a Montecitorio hanno chiesto modifiche sia in merito a penalità, che dovrebbero essere ridotte dal 15 all'8%, sia in merito agli anni di uscita prima, da alzare, invece, da tre a quattro. Ma il motivo per cui questo sistema continua a non piacere è che non rappresenta una reale correzione alle attuali norme pensionistiche che hanno creato tanti problemi, perchè innanzitutto non vale per tutti ma solo per i nati tra il 1951 e il 1953, certamente i più penalizzati dall'entrata in vigore delle attuali norme, ma l'obiettivo da sempre è quello di trovare una soluzione universale per tutti e non continuare con le cosiddette soluzioni tampone, come auspicato dallo stesso presidente dell'Istituto di Previdenza, secondo cui sarebbe meglio investire i soldi disponibili e quelli che si riescono a recuperare in provvedimenti pensionistici universali piuttosto che sprecare le risorse economiche in novità che risultano poi solo e sempre temporanee e poco utili realmente.  

Mentre continuano, sottotraccia, gli incontri tra maggioranza e forze sociali, nell’attesa di un tavolo politico ad agosto, negli ultimi giorni di questo mese di luglio dovrebbe tenersi un nuovo incontro tra il gruppo online del Comitato Quota 41 di Facebook e il consigliere economico del premier, occasione durante la quale dovrebbero essere resi noti i nuovi costi richiesti alla Ragioneria di Stato che servirebbero per la realizzazione di novità per le pensioni di quota 41. Lo scorso incontro, infatti, si era chiuso con una nuova apertura da parte del consigliere a novità per le pensioni di quota 41 per chi è entrato giovanissimo nel mondo occupazionale, ma con la nuova richiesta alla Ragioneria di Stato di valutazione dei costi che sarebbero necessari per l’attuazione di questo meccanismo di uscita prima ormai rilanciato sempre più e che sarebbe davvero importante per risolvere le situazioni di tanti lavoratori ritrovatisi in difficoltà a causa delle norme pensionistiche attuali.
 
I confronti dei prossimi giorni continueranno anche in merito alla questione degli istituti bancari e, probabilmente tra la fine di questo mese di luglio e i primi giorni di agosto, dovremmo finalmente aver ben chiare le idee di cosa fare e come continuare a lavorare in base ad una ulteriore disponibilità di soldi che potrebbe essere concessa al nostro Paese. La speranza è che i lavori sopra detti, tra incontri e discussioni, proseguano in maniera concreta, visto che sono diversi coloro che iniziano a pensare che le riunioni tra maggioranza e forze sociali siano in realtà sottotraccia perché prove di significato e senza alcun obiettivo concreto, organizzate solo per far vedere che qualcosa si sta e si vorrebbe fare per le novità per le pensioni e a riprova di questa teoria ci sarebbero diverse mancanze messe in luce: dalla confusione su cosa si sta discutendo realmente, se le modifiche alla mini pensione richieste dalle stesse forze sociali, o altre novità per le pensioni, all’incertezza relativa alle stesse misure da attuare considerando che nessun riferimento è stato finora sulla questione soldi e le ipotetiche risorse che bisognerebbe impiegare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il