BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie accordo novità Governo Renzi-Opposizione su reali e concrete novità quota 100, quota 41, mini pensioni

La questione delle novità per le pensioni sembra essere uscita dai temi del confronto tra il segretario e l'opposizione interna al Partito democratico.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 13:44): Cosa, dunque, potrebbe realizzarsi davvero nonostante la spinta che continua per le novità per le pensioni su differenti punti nonostante gli ostacoli economici in continua crescita nelle ultime notizie e ultimissime? 
E' probabile una mini pensioni ai minimi termini anche peggio di quella visto finora, un cumulo contributi gratuito e un quota 41 anch'esso minimo o proprio annullato. Più possibile un aumento del valore delle pensioni più basse perchè è la mossa che porta più voti e concentrando lì la maggior parte dei pochi soldi si potrebbe arrivare ad avere 3 milioni di voti. Senza però, aver risolto i veri problemi e aver sfruttato le novità per le pensioni per dare un impulso all'economia a giovamento di tutti.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 12:03: D'altra parte i problemi sono almeno due da affrontare e anche l'opposizione se ne rende conto e quasi lascia la patata bollente, e non lo fa per caso, al Governo Renzi. Il primo è che serve ritrovare consenso come confermano tutte le ultime notizie e ultimissime e si dovrebbe farlo anche con le novità per le pensioni. Ma la situazione economica è difficile e oltre ai metodi il problema sulle novità per le pensioni come per tutte le misure si è chiaramente spostato sui soldi disponibili che tra emergenze e gestione sbagliate dello stesso Governo Renzi scarseggiano in maniera davvero preuccupante.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Se da una parte c'è un Comitato Ristretto e i suoi membri di cui i responsabili fanno parte dell'opposizione che continua a spingere per le novità per le pensioni e non si rassegna al no su quota 100 e continua a criticare i metodi portati avanti come nelle ultime notizie e ultimissime i dati di fatto apppaiono contrari con una opposizione che ha deciso di sancire nell'ultima Assemblea un cessate il fuoco, una sorta di armistizio con il Governo Renzi lasciando al momento ampi poteri decisionali su tutti gli argomenti, novità per le pensioni comprese.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 17:01): C'è un dato che desta preoccupazione in ottica novità per le pensioni ed è quello relativo all'ammorbidimento della posizione dell'opposizione interna alla maggioranza. Stando almeno alle ultime e ultimissime notizie sulla riunione di pochi giorni fa, la questione, così come la riduzione delle imposte prospettate dal premier, è stata letteralmente messa da parte.

Ci sono diversi focolai accesi che sono destinati ad avere ripercussioni sulle scelte per le novità per le pensioni. Tra i più rilevanti c'è quello europeo, rispetto a cui Roma sta discutendo non solo per spuntare maggiori margini di manovra con la prossima manovra. Ma anche in riferimento alla questione del salvataggio delle banche e agli aiuti pubblici. Il filo che unisce tutti questi punti è quello della disponibilità economica: i soldi sono pochi, le urgenze sono tante e le novità per le pensioni non rientrano di certo tra le priorità dell'esecutivo. Se ci saranno maggiori spazi di intervento, l'idea è di finanziare piuttosto la riduzione delle imposte.

Tra qualche mese il governo dovrà rivedere gli obiettivi di crescita e di finanza pubblica con ripercussioni sulle novità per le pensioni, ma il titolare del Tesoro spiega che il rallentamento globale si vedeva già prima della Brexit e non farà venire meno gli impegni assunti. E anche sulle banche, che venerdì affronteranno gli stress test, rassicura: non c'è nessun rischio, il sistema è solido, e al momento non è necessario alcun bail in. Intanto però ci si attende che i test metteranno in evidenza le difficoltà di Monte dei Paschi. E poi, attenzione al fronte interno del Partito democratico, sempre vigile sulle novità per le pensioni.

È dal giorno dopo le amministrative che si discute di un rinnovo della segreteria del Partito democratico, e in questi giorni sono circolate voci che indicavano in Luca Lotti il possibile nuovo vicegretario unico. Ma l'ipotesi è stata definita inesistente da Palazzo Chigi. I vertici restano così. Piuttosto, dice il numero 2 Guerini, ci può essere nelle prossime settimane qualche nuovo innesto in segreteria. Congelata fino al referendum costituzionale anche la questione partito: rafforzamento dei circoli sul territorio anche attraverso il web; albo degli elettori del Partito democratico e niente più voto per i minorenni e gli immigrati per quanto riguarda le primarie; riforma dello statuto con il rafforzamento del ruolo degli iscritti, ai quali è riservata l'elezione dei segretari regionali fino a ora eletti con primarie aperte assieme al segretario.

La questione Italicum è rimasta fuori dall'ultima assemblea democratica: se ne riparlerà dopo l'estate, e comunque prima del referendum costituzionale tutti convengono che si interverrà. Matteo Orfini propone il sistema greco (proporzionale con premio del 15%), i bersaniani sono per il ritorno al Mattarellum corretto con il premio di maggioranza, mentre Renzi continua a essere convinto che l'Italicum non abbia reali alternative. Almeno per ora, le novità per le pensioni e le varie ipotesi su cui si ragiona dentro e fuori le aule del parlamento, dall'assegno universale alle mini pensioni, da quota 100 a quota 41, non sono la priorità assoluta. Non può comunque che essere sorpresi, considerando che il premier aveva promesso maggiore concretezza sulle questioni più vicine alla gente mentre la stessa opposizione interna pare aver perso smalto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il