BusinessOnline - Il portale per i decision maker








770 2016 proroga finalmente firma finale e proroga ufficiale dopo comunicazione Ministero Tesoro-Economia, Agenzia Entrate

Si attende pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della proroga di invio del modello 770 2016 alle Entrate: termine slittato al 15 settembre




AGGIORNAMENTO: E' stato comunicato che è avvenuta la firma finale anche di Renzi e per il 770 2016 così scatta la proroga ufficiale oggi giovedì 28 Luglio 2016. La novità è ufficiale e arriva dalle ultime notizi e ultimissime del Ministero del Tesoro e aggiornamenti in tempo reale dell'Agenzia delle Entrate. Entro venerdì sarà pubblicata in Gazzetta ufficiale

AGGIORNAMENTO: Manca sempre la firma finale di Renzi per la proroga del 770 2016 e al momento non ci sono novità che sia stata apposta. E così dopo che le ultime notizie e ultimissime hanno confermato le firme del Ministero del Tesoro e dell'Agenzia Entrate già da due giorni ancora oggi giovedì 28 Luglio la giornata inizia senza la prooga ufficiale e in attesa di novità. Si rischia il solito pasticcio, ovvero che arrivi davvero all'ultimo giorno con tutti i documenti già preparati dai professionisti e, dunque, una proroga che in effetti non serve a nulla. Vi daremo novità, notizie e aggiornamenti in in tempo reale come sempre qualora ce ne fossero.

Rinviata al prossimo 15 settembre la scadenza dell'invio del modello 770 2016: non sarà più dunque il termine del 22 agosto da considerare per l'invio del modello all'Agenzia delle Entrate da parte di Caf, commercialisti o altri professionisti abilitati. L'ufficialità si attendeva da giorni e finalmente è arrivata la firma del ministro dell'Economia ora si attende solo quella del Presidente del Consiglio Renzi e la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, con la speranza che il tutto si concluda in uno, due giorni, e non si vada oltre per arrivare, come sempre, all'ultimo momento.

Sono previste novità per il modello 770 semplificato di quest’anno, in particolare in riferimento ai quadri relativi alle certificazioni di lavoro dipendente, assimilati ed assistenza fiscale e lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi dichiarati nella Certificazione Unica e che quindi non devono più essere riportati nel modello 770 semplificato. La presentazione 770 Semplificato riguarda i sostituti d’imposta, comprese le amministrazioni dello Stato, che nel 2015 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte o che nel 2015 hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali dovuti all’Inps, all’Inps Gestione ex Inpdap e premi assicurativi dovuti all’Inail.

Per quanto riguarda la compilazione del modello, che deve essere inviato, ricordiamo, in via telematica alle Entrate attraverso i canali Fisconline o Entratel, nel quadro St devono essere riportati i dati delle i dati delle ritenute operate unitamente ai relativi versamenti e alle eventuali compensazioni effettuate; e nel quadro SX i dati relativi ad eventuali crediti maturati; mentre per quanto riguarda la compensazione dei crediti, il sostituto d’imposta deve applicarla quando opera conguagli a credito per assistenza fiscale o recupera eccedenze di ritenute alla fonte o crediti erogati. E le compensazioni devono essere indicate direttamente nel modello F24.  Altra novità prevista per quest'anno è la possibilità di trasmissione del modello 770 semplificato in due parti: una da parte di chi gestisce gli adempimenti fiscali dei lavoratori autonomi, e una da parte di chi invece gestisce i rapporti lavorativi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il