BusinessOnline - Il portale per i decision maker






770 2016 proroga. Nessun documento firmato ancora da Renzi. Siamo alle solite

Confermata proroga a settembre dell’invio del modello 770 2016 ma mancano ancora firme per ufficialità: ancora attesa e ancora dubbi




La scadenza originaria prevista per l’invio del modello 770 2016 ordinario e semplificato è fissata al 31 luglio, che cadendo quest’anno di domenica è naturalmente slittato al primo agosto, considerando, però, che gli adempimenti fiscali sono sospesi dal primo al 20 agosto, l’ultimo giorno utile per la trasmissione per via telematica del modello 770 sarebbe ulteriormente slittata al 22 agosto perché il 20 cade di sabato. Ma le associazioni di categoria hanno chiesto una ulteriore proroga dei termini di invio del modello 770 2016 al prossimo 15 settembre, proroga che sembrerebbe essere stata confermata ad oggi dal decreto firmato dal ministro dell’Economia. Il problema è che ad oggi, mercoledì 27 luglio, non è ancora arrivata la firma del presidente del Consiglio allo stesso decreto e né sul sito del Ministero delle Finanze né su quello dell’Agenzia delle Entrate si legge alcuna nuova comunicazione che si deve, evidentemente, ancora attendere.

Probabilmente, nonostante Caf, commercialisti e altri professionisti abilitati avessero puntualizzato la richiesta di non andare troppo oltre con l’ufficializzazione della proroga, altrimenti sarebbe stata inutile, ecco che sembra ancora una volta ripetersi la solita storia di proroghe approvare, in teoria, ma ancora non ufficiali, tanto da dover portare commercialisti e gli altri professionisti abilitati comunque ad ottemperare ai loro adempimenti, nel dubbio, per evitare sanzioni e problemi tanto a loro carico quanto a carico dei contribuenti stessi. Anche in questo caso del 770 siamo arrivati, infatti, all’ultimo momento e per alcuni sarà inutile leggere le firme di ufficializzazione perché entro la fine di questa settimana, che si conclude domani in pratica, o al massimo i primi giorni della prossima, chiuderanno alcuni adempimenti.

Il modello 770 è disponibile in versione semplificata o ordinaria: il modello ordinario deve essere inviato da coloro che sono intervenuti in operazioni fiscalmente rilevanti e devono comunicare i dati relativi alle ritenute operate su dividendi, proventi da partecipazione, redditi di capitale erogati nell’anno precedente o operazioni di natura finanziaria; enti commerciali equiparati alle società di capitali, pubblici e privati, residenti nel territorio dello Stato; enti non commerciali, pubblici e compresi enti statali, regioni, province, comuni, privati non aventi per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali; residenti nel territorio dello Stato, consorzi, trust, società ed enti di ogni tipo, con o senza personalità giuridica, non residenti nel territorio dello Stato.

Il 770 semplificato riguarda i sostituti d’imposta e le amministrazioni pubbliche che nel 2015 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte o che nel 2015 hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali dovuti all’Inps e all’Inps Gestione ex Inpdap e premi assicurativi dovuti all’Inail.  Il modello 770 deve essere inviato in via telematica all’Agenzia delle Entrate attraverso i canali Fisconline o Entratel.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il