BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie e prospettive novità Legge Stabilità 2016 per novità mini pensioni, donna, quota 41, imposte

Mini pensioni, cumulo gratis e aumento della quattordicesima sono alcune delle novità per le pensioni allo studio.




Pilastro portante del piano sulle novità per le pensioni sono appunto le mini pensioni. Si tratta dello strumento con cui consentire l'uscita un po' prima agli over 63 grazie a una somma garantita dalla banche ed erogata con la preventiva certificazione dell'Istituto nazionale della previdenza sociale. Questo importo dovrà essere rimborsato a rate in 20 anni e sarà previsto un meccanismo di detrazioni fiscali. Ma oltre alle agevolazioni, sono ancora da definire il Tan e il costo dell'assicurazione contro il rischio di pre-morienza. L'appuntamento non avverrà comunque prima della prossima manovra.

Palazzo Chigi sta studiando una misura finalizzata a garantire il cumulo gratis, adesso incredibilmente costoso, per tutti, anche per andare in pensione un po' prima. In particolare si punterebbe a cancellare il vincolo del requisito minimo in una singola gestione che attualmente impedisce questa operazione. Tra le ipotesi allo studio dei tecnici c'è anche consistente estensione della platea dei beneficiari della quattordicesima mensilità. In alternativa si valuta l'aumento dell’assegno di chi già ne beneficia o l'estensione della no tax area.

Accanto alle pensioni e alla riduzione delle imposte, vera priorità di questo esecutivo in vista della prossima legge di bilancio, Palazzo Chigi è impegnato anche sul fronte del lavoro e sta provando a cambiare approccio nella gestione delle grandi crisi aziendali nel contesto di complesso mosaico che include anche la previdenza. Se c'è un piano industriale serio, valutato caso per caso, e sono esauriti gli ammortizzatori, si pensa di concedere una sorta di ponte, autorizzando interventi di sostegno al reddito legati a misure di riqualificazione professionale finalizzate alla successiva ricollocazione del personale in esubero. Per tale finalità si potrebbe anche decidere di utilizzare i fondi europei.

La novità dell'ultim'ora è comunque rappresentata dall'addio alla legge di Stabilità e dall'arrivo del nuovo bilancio dello Stato. Il disegno di legge di riforma, all'esame del Senato per l'ultima lettura, dei documenti di finanza pubblica ha incassato il via libera definitivo del Parlamento. E così la prossima sessione di bilancio partirà con nuove regole: è una rivoluzione culturale, ha commentato il presidente della commissione Bilancio della Camera dei deputati, anche se dal punto di vista sostanziale cambierà ben poco per le novità per le pensioni. Scompariranno invece le clausole di salvaguardia che in questi anni hanno riempito i conti pubblici e ci sarà uno stop anche alle norme localistiche, le cosiddette marchette.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il