BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa terzo ciclo nuovo 2016: come e quando potrebbero iniziare corsi e iscrizioni dopo ritardi

Si percepisce un evidente disagio per i ritardi del Ministero dell'Istruzione nell'attivazione del Tfa terzo ciclo.




Nonostante le aspettative, il mese di luglio 2016 si è rivelato un buco nell'acqua sul fronte del Tfa terzo ciclo. Non c'è stata alcuna comunicazione ufficiale da parte del Ministero dell'Istruzione e i mal di pancia degli atenei, che saranno alle prese con la solita corsa contro il tempo, stanno diventando pubblici. Di certo c'è solo che il Tfa sarà attivato, forse per l'ultima volta. Il punto di partenza sono le disponibilità, che da tempo circolano su documenti istituzionali. I posti messi a disposizione per gli insegnanti in cerca di abilitazione per la partecipazione ai futuri concorsi scuola saranno 16.000, di cui 11.328 per posto comune e 5.128 su sostegno.

Più precisamente, per quanto riguarda il posto comune, sono 3.270 per la scuola secondaria di primo grado, 8.058 per quella secondaria di secondo grado. In merito ai posti sul sostegno, 392 all'infanzia, 1.749 alla primaria, 1.932 alla scuola secondaria di primo grado, 1.035 per quella secondaria di secondo grado. Le porte della partecipazione potrebbero essere aperte a coloro in possesso di una laurea del vecchio ordinamento e degli eventuali esami richiesti per poter avere accesso all'insegnamento, di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale e degli eventuali crediti formativi per poter avere accesso all'insegnamento, del diploma Isef, già valido per l'accesso all'insegnamento di educazione fisica, per i Tfa di Scienze Motorie.

Le modalità di accesso passeranno da un test preliminare che prevede la risoluzione di una serie di domande a risposta chiusa con quattro opzioni di cui una sola corretta. Per conseguire l'abilitazione sarà poi necessario sostenere una prova scritta con domande a risposta aperta relative alle discipline oggetto di insegnamento delle relative classi di concorso, e una prova orale sulla delle specificità delle varie classi di laurea.

Tra le novità per il prossimo anno scolastico ci sono già le classi di abilitazione A-23 per l'insegnamento di Lingua italiana per studenti di lingua straniera e A-53 Storia della musica; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza; A-63 Tecnologie musicali; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione, oltre a due nuove classi di concorso su materie tecnico-pratiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il