BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, quota 41, mini pensioni dietrofront Governo Renzi, tappe previste, anno scorso differenze

Quali sono le verità del governo Renzi su piani da approvare e novità per le pensioni: le ipotesi al vaglio e il problema soldi




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 11:30): Se come abbiamo spiegato il dietrofront del Governo Renzi sulle novità per le pensioni appare piuttosto evidente anche se come abbiamo visto il percorso è ancora lungo ci sono delle differenze rispetto all'anno scorso sia nel bene che nel male per le novità per le pensioni come riferiscono le ultime notizie e ultimissime. Per quanto riguarda le prime, è da sottolineare come il tema delle novità per le pensioni è diventato davvero centrale e che c'è una convergenza di numerose economiche, industriali e commerciali per fare qualcosa di realmente concreto criticando le precedenti scelte. E poi, nonostante le critiche, si è avviato un percorso di confronto con le forze sociali e gruppi di cittadini. Certo per alcuni queste ultime notizie possono essere interpretate come delle finte del Govermo Renzi ma non ci si può scordare che a differenza dell'anno scorso, sempre nelle note positive, vi è il voto sulla costituzione dove bisogna assolutamente recuperare consensi.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:30): Vi è, quindi, un ridimensionamento rispetto alle novità per le pensioni inizialmente dette, un passo indietro del Governo Renzi almeno dalle ultime notizie e ultissime, seppur qualche sorpresa vi potrebbe essere, pur difficile, anche perchè le scadenza e tappe per le stesse novità per le pensioni sono ancora numerose e importanti:

- pensioni novità dai dati Pil ed economici definitivi tra una quindicina di giorni attesi ufficialmente dallo stesso Dicastero del Tesoro per poter procedere alla terza stesura del documento di bilancio
- pensioni novità da confronti con Comunità per avere un bilancio più "libero", anche se questo non dovrebbe bastare per recuperare tutte le novità per le pensioni
- pensioni novità da confronto subito dopo le ferie già ufficiale sempre per avere maggior budget tra i tre leader europei
- pensioni novità confronto sempre dopo le ferie con Gruppi Online cittadini e ulteriore confronto con le forze sociali
- pensioni novità con una terzo o quarto documento riscritto di bilancio che sarà presentato alle Camere entro il 10-15 settembre

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:30): Per quanto riguarda quello che sempre oggettivamente e in base ai numeri salvo sorprese per le novità per le pensioni non dovrebbe rientrare come iniziano anche confermare differenti fonti nelle ultime notizie e ultimissime vi sono:

- pensioni novità cumulo semplificato è gratuito anche se potrebbe essere ripreso alla fine visto i costi molto bassi
- pensioni novità quota 100 che nonostante gli sforzi pare che ufficialmente non siano più considerati
- pensioni novità quota 41 che ancora una volta potrebbero essere i grandi assenti
- pensioni novità per chi ha fatto o sta facendo una occupazione pesante 

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Detto questo, vi sono comunque delle novità per le pensioni che sono più probabili che possano esserci, visto i numeri e le priorità che sembra avere il Governo Renzi dalle ultime notizie e ultimissime. E i numeri sono oggettivi e quasi sempre non si sbaglia:

- pensioni novità con mini pensioni sembrano le più certe anche se ridotte davvero rispetto a tutto quello che si voleva fare
- pensioni novità taglio imposte e in questo caso si cercherà di allargare al massimo la platea

Tutto il resto, come vedremo, è fortemente a rischio di eliminazione, di non fare nulla.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:30): E poi bisogna capire quali sono le novità per le pensioni che potrebbero finalmente andare in porto, nonostante occorre sottolineare come abbiamo detto che tutto è ancora in divenire come dimostrano le ultime notizie e ultimissime, tanto è vero che probabilmente neppure chi se ne sta occupando lo sa in quanto sono ancora diversi sia finanziari che di volontà e priorità i parametri che devono essere stabiliti dalla maggioranza.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:01): Quale è la verità per le novità per le pensioni del Governo Renzi? E' semplice da dire e difficile di accettare ovvero lo stesso Governo Renzi non sa ancora neppure lui quali saranno le novità per le pensioni reali e l'iter si prevede ancora lungo e pieno di ostacoli senza nessuna certezza positiva. Anzi, al momento più negative che positive come confermano le ultime notizie e ultimissime

Come fare a risolvere la questione pensionistica in Italia? La risposta potrebbe essere abbastanza semplice: vale a dire mettere a punto una soluzione universale e condivisa per una revisione dei requisiti di uscita dal lavoro ma ci sono due problemi da risolvere: innanzitutto quello della mancanza di soldi necessari per l’attuazione di novità per le pensioni, e quindi quello della mancanza di questa auspicata soluzione universale considerando che forze sociali e forze politiche nonché gruppo online composti dai cittadini spingono su novità per le pensioni diverse, tra novità per le questioni di quota 100, novità per le pensioni di quota 41, novità per le pensioni con mini pensione ma per tutti. La verità, dunque, è che non si è ancora deciso esattamene cosa fare, visto che i soldi mancano e che si attende l’esito della trattativa con la Comunità per cui, però, sembrano essersi aperte nuove speranze all’indomani delle ultime notizie che hanno interessato Spagna e Portogallo.

La commissione europea ha, infatti, cancellato le sanzioni a carico dei due Paesi per non aver rispetto gli impegni di riduzione del deficit degli anni 2013-2015, essendosi resa conto delle contingenze economiche decisamente difficili esistenti e concedendo più tempo per raggiungere gli obiettivi previsti. Questa apertura potrebbe dimostrare conseguenti nuovi spiragli di concessione delle risorse richieste dall’Italia all’Europa, circa 15, 20 miliardi, per l’attuazione dei provvedimenti che la maggioranza vorrebbe mettere in atto, anche se la cifra richiesta, pur se concessa, non basterebbe per realizzare sia piano di riduzione delle imposte sia novità per le pensioni di uscita prima. Per la definizione di provvedimenti certi e delle misure che potrebbero eventualmente rientrare nella prossima norma di Bilancio, si attendono dunque importanti appuntamenti, dalla diffusione dei nuovi dati Istat su andamento e previsioni del Pil, alla riunione del 28 del prossimo mese tra premier Renzi, e presidente Hollande e Cancelliera Merkle, alle altre riunioni in programma nelle prossime con i diversi tecnici sull’andamento delle trattative europee.

Nel frattempo, tra gli impegni dello stesso governo dovrebbe esserci, insieme a riduzione delle imposte e attuazione di novità per le pensioni, anche quello di cercare di recuperare nuovi soldi dalla revisione della spesa pubblica, nuovamente annunciata dal commissario Gutgeld, con indicazioni sul provvedimento anche per il prossimo anno, considerando che ad oggi non sembra chiaro cosa davvero si farà. Il problema è che quello che si vuole fare è già stato chiarito: dagli ultimissimi incontri tenutisi tra governo e forze sociali e tra governo e gruppi online di quota 41 sono infatti emersi orientamenti nei confronti di novità per le pensioni di quota 41, per coloro che hanno iniziato a lavorare giovanissimi o che sono impiegati in occupazioni faticose, per la definizione di quei contributi figurativi, per cui si è ultimamente pensato di far valere la misura per l'interno anno di lavoro, dai 14, 15 in cui si è iniziato a lavorare fino al compimento del 18esimo anno di età, misura che chiaramente è già stata contestata dagli stessi interessati, che preferirebbero al massimo accettare il calcolo dei contributi figurativi per i mesi. Ma la proposta su cui si rilancia è la novità di quota 41 per uscita per tutti gli interessati con 41 anni di contributi, senza penalità e indipendentemente dall'età anagrafica. La quota 41 dovrebbe interessare, secondo le stime, 4, 5 milioni di persone

Altri provvedimenti su cui si intende lavorare sono le novità pensioni per chi ha fatto occupazione faticose con delle procedure semplificate e revisione delle speranze di vita; e novità pensioni con il taglio delle imposte, per pensioni fino a 1250 euro, misura che interesserebbe circa 3 milioni di beneficiari a cui si punterebbe per ragioni elettorali soprattutto in vista del voto costituzionale in programma in autunno. Il problema è che non si può fare tutto perché con 1,5 miliardi di euro non è possibile realizzare tutti gli interventi previsti ed è facile capirne il perché: secondo i conti fatti, per le novità per le pensioni di mini pensione servirebbero seicento milioni e altri 900 sarebbero necessari per l'aumento delle pensioni più basse e, complessivamente, si dovrebbe poi arrivare ad una cifra di circa 2,5 milioni per coprire meglio le mini pensioni, i contributi figurativi per quota 41 e le novità per le pensioni per chi è impegnato in occupazioni faticose. E’ bene evidente quindi che in base ai dati non tutto si potrà fare e che ciò che si farà, presumibilmente le mini pensioni, sarà decisamente meno di quanto necessario e, soprattutto voluto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il