BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie in vigore novità subito locali ulteriori per novità quota 100, quota, mini pensioni

Ancora una regione che anticipa i tempi sulle novità per le pensioni introducendo l'assegno universale.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 20:45): Continuano gli esempi regionali di norme già concrete ed entrate in vigore legate sua alle novità per le pensioni che al sostegno come riportano le ultime notizie e ultimissime. È questa volta dopo il Friuli, la Lombardia, la Puglia,  il Piamonte è la volta dell'Emilia Romagna.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:45): Ancora una volta prima dello Stato centrale arrivano novità per le pensioni e di sostegno a livello locale come confermano le ultime notizie e ultimissime. Comuni, enti locali continuano a fare norme che entrano in vigore da subito e precedono quelli centrali che sembrano non arrivare mai.

Continuano ad arrivare a livello locale le novità per le pensioni pià interessanti. Laddove la maggioranza a Palazzo Chigi non vuole o non può arrivare, ci pensano le amministrazioni regionali, nei limiti delle loro competenze, a prevedere correzioni alla normativa in vigore per favorire l'uscita un po' prima, incoraggiare il ricambio generazionale o fornire strument di sostegno al reddito. Il caso più recente arriva adesso dall'Emilia Romagna con il progetto di legge, presentato dalla maggioranza, per l'introduzione dell'assegno universale per chi si trova in condizioni di difficoltà economica. Circa 90.000 cittadini, secondo le stime, a cui corrispondere un assegno fino a 400 euro al mese.

Il funzionamento è simile a quello già introdotto in altre regioni. Occorre essere al di sotto di un tetto di reddito e dimostrare di essere impegnati a cerare un lavoro. Ma c'è una particolarità: al termine dei 12 mesi di percepimento di assegno universale, ci sarà una pausa di sei mesi e poi si potrà nuovamente ricevere il contributo. L'impegno di spesa è di cerca 35 milioni di euro e, come precisato dai promotori, si tratta di una forma di sostegno economico legato a progetti di attivazione sociale e lontano quindi da una mera logica assistenziale.

Viene in mente il caso dell'assegno universale adottato in Friuli Venezia Giulia. La misura di sostegno al reddito prevede l'erogazione di 550 euro al mese fino a due anni ai residenti nella regione da almeno due anni e mostra un Isee inferiore ai 6.000 euro annui. Viene richiesta la volontà dei beneficiari alla sottoscrizione di un Patto d'inclusione finalizzato alla formazione e alla disponibilità a cercare un'occupazione. Da parte sua, la Regione Piemonte permette agli over 50 di uscire un po' prima grazie a una somma, da restituire integralmente, messa a disposizione dagli istituti di credito.

E poi, attenzione a quanto accade a livello comunale sul fronte delle novità per le pensioni. I riflettori sono puntati sulle città di Roma e Torino, passate alla guida del Movimento 5 Stelle. Non sono da escludere misure per le piccole imprese, come la spinta al part time dei lavoratori nell'ambito di una politica che favorisca la staffetta generazionale. Il tutto mentre è nota la posizione del Movimento 5 Stelle sulle novità per le pensioni ovvero la priorità assegnata all'assegno universale come strumento di sostegno al reddito.

Stando a quanto proposto dai pentastellati, chi riceve l'assegno deve rendersi disponibile a lavorare e iscriversi presso i Centri per l'Impiego pubblici; iniziare un percorso di ricerca attiva di lavoro; dimostrare di essersi attivato nella ricerca di lavoro; offrire un piccolo contributo a favore della collettività in progetti sociali; comunicare qualsiasi modifica di variazione del reddito al Centro per l'impiego. L'intenzione è di far passare la misura non come una forma di assistenza sociale passiva, ma di protezione sociale collegata direttamente al lavoro che impone obblighi precisi per il beneficiario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il