BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Tfa terzo ciclo nuovo 2016: rimangono tre giorni ancora per evitare l'ennesimo ritardo

Ancora attesi chiarimenti su prossimo Tfa ma da venerdý prossimo saranno sospesi i lavori parlamentari: tutto potrebbe slittare ancora




Ancora nessuna novità sul prossimo ciclo del Tfa, il terzo, da parte del Ministero dell'Istruzione: il tempo passa e si resta ancora in attese di notizie e informazioni che se non arriveranno entro 5 giorni, cioè entro venerdì 5 agosto, rischiano di far saltare tutto. Sono in particolare attese modalità e tempi di attivazione del terzo ciclo del Tfa che, come sappiamo, è propedeutico ormai alla possibilità di sostenere il prossimo concorsone per la scuola. Ma, come detto, per ulteriori informazioni il limite è quello di venerdì prossimo, considerando che poi saranno sospesi i lavoratori parlamentari per le vacanze estive e tutto dovrebbe essere rimandato ormai quasi alla fine di agosto. E questo significherebbe spostare ancora date di approvazione novità e inizio dei corsi.

Dovrebbero, invece, restare invariati i requisiti già resi noti per accedere al terzo ciclo del Tfa e che cioè prevedono: aver conseguito una laurea del vecchio ordinamento ed esami sostenuti richiesti per poter avere accesso all'insegnamento; una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale e aver conseguito eventuali crediti formativi per l'insegnamento; diploma Isef; o abilitazione in altre classi di concorso. Possono accedere al nuovo ciclo del Tfa anche i congelati Siss in sovrannumero.

Coloro che presenteranno domanda di iscrizione al terzo ciclo del Tfa dovranno sostenere tre prove: una prova preselettiva che consiste nello svolgimento di un test a risposta multipla che sarà uguale per ogni ateneo e di supera con un punteggio minimo di 21/30; una prova scritta e una prova orale, che  saranno definite dalle singole università e che per essere superate prevedono l’obbligo di raggiungere, rispettivamente, un punteggio di 21/30 e un punteggio minimo di 15/20.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il