BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie e prospettive novità per salvare banche ostacolate con mini pensioni, quota 41, quota 100

Salvare le banche in difficoltà attraverso il ricorso alle pensioni: nuove ipotesi di lavoro e ancora meno soldi per novità pensioni di uscita prima




Salvare le banche in difficoltà ricorrendo ai soldi dei fondi pensione dei cittadini e alle casse previdenziali provate: queste le ultime notizie di cui si parla in questi giorni e che, insieme alla possibilità di salvataggio anche grazie alla liquidità per la mini pensioni, hanno scatenato non poche polemiche. Nonostante i piani di salvataggio che si stanno mettendo a punto per risolvere i problemi delle sofferenze degli istituti di credito italiani, gli ultimi giorni dimostrano come non si tratti di una situazione semplice da risolvere e che, secondo alcuni economisti, avrà bisogno ancora di molto tempo per essere chiusa definitivamente. E la possibilità di coprire i buchi degli istituti di credito ricorrendo ai fondi pensione dei lavoratori e alle casse previdenziali private dei professionisti è stata considerata una vera assurdità. Nonostante questo,però, è stata avanzata e alcune casse private hanno anche dimostrato disponibilità a fare parte di questo piano.

Si tratta, tuttavia, di una situazione, e di una proposta, che ancora una volta dimostra come se la maggioranza ha intenzione di fare qualcosa di importante e necessario, pur non essendoci i soldi comunque lo fa, trovando i modi per recuperare le contestuali risorse economiche che eventualmente servirebbero. A fronte di questi impegni, però, nulla si continua a fare per le novità per le pensioni di uscita prima, da quota 100, a quota 41, a mini pensione per tutti: si continua infatti a dire che non ci sono i soldi ma si continua a discutere senza ricorrere a provvedimenti da cui recuperare gli stessi soldi considerando l’importanza che avrebbe mettere in atto novità per le pensioni di uscita prima per tutti, soprattutto perché collegate al rilancio occupazionale.

Considerando l’incertezza, ma anche l’eventuale temporaneità, del salvataggio banche attraverso le pensioni, l’unica certezza è che per la definizione di misure definitive potrebbero esserci ripercussioni sul prossimo bilancio, il che significherebbe sottrarre ancora soldi alla possibilità di attuazione di novità per le pensioni per un provvedimento considerato ancora prioritario rispetto a novità di quota 100, quota 41, mini pensione, sempre più urgenti, soprattutto alla luce delle ultime notizie sull’andamento dell’occupazione giovanile che continua a far registrare numeri negativi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il