BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie confronto novità Governo Renzi - Gruppo Online. Le novità dette mini pensioni, quota 41, quota 100

Nuovi resoconti confronti tra governo e gruppi online su novità pensioni di quota 41 e proroga ulteriore contributivo femminile




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:45): Con l'augurio di prossime novità per la pensioni, continua il confronto Governo Renzi con i vari gruppi online che riuniscono i vari lavoratori in procinto di andare in pensioni che sono rimasti fuori in qualche modo dalle regole rigide della riforma della pensione. Le ultime notizie e ultimissime infatti ci raccondo di incontri profittevoli in cui il Governo ha appreso le esigenze dei lavoratori esclusi e che in qualche modo si è preso l'impegno di prendere in considerazione per il futuro.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 21:45): Proseguono i confronti per le novità per le pensioni tra esponenti del Governo Renzi e i diversi Gruppi Online di cittadini che stanno portando avanti l'impegno per ottenere delle reali e concrete novità per le pensioni. E i risultati sono al momento interlocutori come da ultime notizie e ultimissime, come d'altra parte tutta la situazione per le novità per le pensioni.

Attenzione puntata sulle situazioni dei lavoratori impegnati in attività importanti e faticose e per chi è entrato prestissimo nel mondo occupazionale, con continue richieste di attuazione della novità per le pensioni di quota 41: sono questi gli obiettivi per cui si sono costituiti diversi gruppi online su Facebook che attraverso esperienze dirette, indirette e eventi vissuti, hanno iniziato a svolgere un ruolo decisamente importante nel dibattito sulla questione previdenziale in Italia, avviando anche una serie di confronti con lo stesso governo. Solo qualche settimana fa, quello tenutosi con il consigliere economico di Palazzo Chigi, quindi le ultime notizie che riportano il resoconto di Roberto Occhiodoro, amministratore del gruppo Facebook dei quota 41, secondo cui è possibile che la maggioranza apra a nuove modifiche delle attuali norme pensionistiche, anche se nessuno dei presenti degli esponenti del governo ha dichiarato o spiegato in che modo.

Le aperture però ci sono tanto per modifiche dell’attuale sistema di uscita prima basato sulla mini pensione che merita di essere rivisto per avere vantaggi, quanto per le novità per le pensioni di quota 41 che si stanno rendendo sempre più necessarie. Occhiodoro si è detto comunque fiducioso del fatto che l’impegno da parte della maggioranza ci sarà e che si arriverà a qualche conclusione concreta e importante perché si ha ormai piena consapevolezza di errori nati e soluzioni da porre, per cui non si può più attendere oltre.

L’incontro di Occhiodoro con esponenti della maggioranza si è svolto più o meno in contemporanea con quello che Vania Barboni, membro del gruppo online per il contributivo femminile, ha avuto il presidente del Comitato ristretto Damiano, particolarmente propenso tanto a chiudere questa partita, che però dovrebbe effettivamente concludersi positivamente, forse propria con la  nuova norma di Bilancio e una ulteriore proroga che permetta alle donne di andare in pensione prima, possibile, però, perché vi sono già le risorse disponibili da impiegare, derivanti da ciò che avana da quei 2,5 miliardi di euro già stanziati per la proroga per tutto quest’anno di uscita prima con contributivo per le lavoratrici.

Anche la Borboni ha parlato di un confronto positivo e sereno anche su altre questioni per le novità per le pensioni, da piani di uscita prima e ricordiamo che Damiano è stato fautore della proposta di pensione a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalità fino ad un massimo dell’8%, a novità pensioni di quota 41, ma anche a cancellazione degli alti costi che devono attualmente essere sostenuti da tutti coloro che decidono di riunire i contributi previdenziali versati nelle diverse gestioni. Gli incontri tra maggioranza e gruppi online, esattamente come quelli con le forze sociali, proseguiranno anche dopo la pausa estiva, per la definizione, si spera, di misure che finalmente potrebbero rientrare nella nuova norma di Bilancio che già ad ottobre dovrà essere sul tavolo di Bruxelles, quindi subito i primi di settembre i lavori riprenderanno in tal senso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il