BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie quota 100, 41, mini pensioni e novità prospettive differenti tra le varie novità forze politiche

Non è solo la politica a muoversi sulle novità per le pensioni, ma anche il mondo delle imprese e le aule dei tribunali.




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:40): Sono tante le associazioni, gli enti che richiedono novità per le pensioni da Confindustria, ai partiti di minoranza fino alle Regioni e Province. Dall'altra parte le ultime notizie e ultimissime dal Governo non sembrano far smuovere Renzi dalla posizione presa poco tempo fa sulle minipensioni (con un meccanismo di rinuncia di una piccola percentuale del trattamente pensionistico) e quindi finchè non si indentificano fonti di recupero di soldi difficilmente saranno fatto interventi se non a costo zero.

Il fronte delle novità per le pensioni è più ampio di quel che sembra e anche se non sono tra loro comunicanti, succede che imprese, enti locali, magistratura, parte della politica e lo stesso Istituto di previdenza convergono verso un unico obiettivo: modificare l'attuale legge sulla previdenza italiana ovvero facilitare l'uscita un po' prima. Da tempo Confindustria sollecita gli esecutivi a Palazzo Chigi a facilitare il ricambio generazionale tra chi, avanti con l'età, è intenzionato a ritirarsi a vita privata e chi, più giovane e motivato e magari senza occupazione, vuole prendere il suo posto. Nella scia si è inserita anche l'associazione dei commercianti. E in attesa di politiche concrete c'è già chi si è attivato in autonomia a livello aziendale.

Ecco poi come ci sono anche le Regioni, nei limiti del loro potere legislativo e dell'autonomia organizzativa, a introdurre misure sulle pensioni. Tra i tanti esempi c'è quello della Regione Piemonte che consente agli over 50 di uscire un po' prima grazie a una somma messa a disposizione dagli istituti di credito e da restituire integralmente, e c'è quello del Friuli Venezia Giulia e dell'assegno universale. La misura prevede l'erogazione di 550 euro al mese fino a due anni ai residenti nella regione da almeno due anni e mostra un Isee inferiore ai 6.000 euro annui. Per intascare l'assegno i beneficiari devono sottoscrivere un Patto d'inclusione finalizzato alla formazione e alla disponibilità a cercare un'occupazione.

Nelle aule dei tribunali si discute spesso di novità per le pensioni, come dimostrato dal recente ricorso all'Alta Corte di ex magistrati, ex professori universitari e dirigenti di enti pubblici e privati. Le disposizioni incriminate erano contenute nel comma 486 dell'articolo 1 della legge 147 del 2013, sul contributo di solidarietà, nonché nel comma 483 del medesimo articolo, che disciplina, per il triennio 2014-2016, la rivalutazione automatica dei trattamenti pensionistici.

Secondo la Corte dei conti (sezione di Reggio Calabria), anche questa disposizione dissimulava l'introduzione di una misura volta a realizzare un introito per l'Erario sotto forma di un risparmio realizzato forzosamente mediante la compressione di un diritto (quale quello all'adeguamento dei trattamenti) attribuito in via tendenziale ai pensionati. Si trattava di una sorta di ulteriore prelievo fiscale settoriale, come nel caso del contributo di solidarietà, dissimulato. Per i giudici, tuttavia, il contributo era perfettamente legale.

E poi ci sono anche le forze politiche alternative alla maggioranza di Palazzo Chigi a chiedere vere novità per le pensioni. Tuttavia l'esecutivo non si smuove dall'ipotesi delle mini pensioni con cui dare la possibilità al lavoratore che ha raggiunto i 63 anni di andare in pensione un po' prima. Per ottenerla il pensionando deve essere disposto a rinunciare a una percentuale del trattamento stesso. La decurtazione media dovrebbe essere del 3-4%, con una forchetta tra l'1 e l'8%. L'operazione verrà fatta azionando la leva con il coinvolgimento di banche e assicurazioni attraverso l'Istituto nazionale della previdenza sociale, che dovrà poi essere restituita a rate.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il