BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni ultime notizie quota 100, mini pensioni, quota 41 dopo ultime contrastanti Governo rilancio ufficiale Premier Renzi

AGGIORNATO OGGI 14:05Ultime notizie e novità sulle pensioni contrastanti: parlano Padoan e il Consigliere Economico di palazzo Chigi. Ultimissime contrastanti tra loro che da una parte fanno ben sperare ma dall'altra invece, riducono le aspettative.




Pensioni ultime notizie e ultimissime, novità pensioni (AGGIORNAMENTO ore 14:05): Il premier Renzi oggi annuncia due grandi novità per le pensioni. Qualora il referendum costitutivo vincesse, e qui ammette il suo errore di averlo personalizzato, i risparmi sarebbero nell'ordine di 500 milioni di euro che andrebbero nelle tasche dei pensionati più poveri. Quindi i soldi possono esserci ma non saranno utilizzati per i vari problemi che interessano ancora alcune persone in attesa della pensione, ma per ritoccare leggermente in su le pensioni più povere.

Pensioni ultime notizie e ultimissime, novità pensioni (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Dopo i problemi spiegati da Padoan e il rilancio da parte del Consigliere Economico per le novità per le pensioni, arriva la conferma ufficiale da parte del Premier che si dovranno trovare budget nuovi e importanti per le novità per le pensioni da rilanciare come nelle ultime notizie e ultimissime detto ufficialmente alla festa dell'Unità. Ci si dovrà concentrare secondo il Premier su novità per le pensioni come il taglio delle imposte e metodi per uscire prima, ma non ha specificato nulla su mini pensioni o altri sistemi come per quota 41, precoci e usuranti

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 19:20): Se da una parte il ministo dell'Economia Padoan non promette novità per le pensioni dichiarando che nella manovra economica di fine anno ci saranno poche misure molto mirate a causa della manca di fondi, dall'altra il Consigliere Economico di Palazzo Chigi nelle ultime notizie e ultimissime informa che qualche speranza c'è, soprattutto per il cumulo gratuito, le mini pensioni e poi a seguire quota 41.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 22:30): Abbiamo pubblico le ultime novità pensioni in questo articolo.

Grande nelle ultime settimane è stato l'interrogativo sulla legge di bilancio che verrà presentata entro il 20 ottobre. Pier Carlo Padoan, ministro dell'Economia, dà finalmente conferma -purtroppo- di come questa manovra economica sarà realizzata con vincoli stretti e con un budget limitato. Si tratterà infatti di ''poche misure molto centrate'' per evitare di sforare le stime fatte che andrebbero a mettere a rischio la finanza pubblica.

Sul versante produttivo è più che probabile venga effettuato il taglio dell'Ires di 3,5 punti percentuali (circa 3 miliardi) e verrà confermato il ''super ammortamento'' ossia la detraibilità al 140% dei cespiti (beni strumentali), (un miliardo). Oltretutto sembra non ci saranno problemi per la riproposizione della detassazione dei premi di produttività (tra i 500 e i 600 milioni circa). Ciò che rimane equivarrà a spese nulle o meglio, saranno gli attori pubblici come Ferrovie e Anas a dover accelerare l'attuazione dei piani di investimento.

Notizia contrastante è quella invece che proviene dal Consigliere Economico di Palazzo Chigi che vuole ancora dare speranze per le novità riguardanti le pensioni e soprattutto le minipensioni e il cumulo gratuito; si parlerà poi di novità per la quota 41 e novità per coloro che sono entrati sin da giovani nel mondo del lavoro, ma ciò sarà possibile solamente nella seconda fase della riforma.

La legge di bilancio a cui il Consigliere di Palazzo Chigi sta lavorando è mirata ad una serie di interventi strutturali di riforma in vista di un rilancio economico del Paese. Interventi che verranno avviati con un provvedimento che creerà l'infrastruttura di mercato per l'Ape e verrà poi finalizzato con alcune misure all'interno della legge di bilancio; si parla dunque di un'anticipazione di tre anni, periodo temporale non definitivo, ma con la speranza che si possa ottenere l'uscita pensionistica all'età di 63 anni rispetto agli attuali 66 anni e 7 mesi.

Queste misure sono improntate sul far sì che l'uscita anticipata -per alcune categorie di lavoratori meritevoli di tutele e con pensioni basse- sia effettuata a costo zero. Si parla anche di misure per il cumulo gratuito pro rata e provvedimenti in favore di lavoratori precoci  e per coloro che hanno svolto lavori pesanti.
Inoltre rientra in quest'ottica delle nuove misure anche la quattordicesima che sarà più alta per funzionare come sostegno al reddito delle pensioni più basse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il