BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni ultime notizie tensioni novità quota 100, mini pensioni, quota 41 per novità Governo Renzi e M5S

Tra Pd e M5S è sfida sempre più aperta e in vista delle prossime elezioni la partita decisiva si potrebbe giocare sul campo delle novità per le pensioni




Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 9:45) Sembra che le tensioni tra M5S e Governo Renzi non vadino in vacanza. I primi continueranno tutta l'estate con un tour di Di Battista contro il referndum, Renzi invece dichiaranzo piccole novità per le pensioni.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 8:12) La sfida tra Governo Renzi e M5S porterà novità per le pensioni? Se a Torino il M5S è partito bene attuando i primi punti del programma, a Roma l'avvio risulta essere molto più tortuoso e difficile e di questo si fa forte il Governo pronto a sbandierare l'incapacità del movimento 5 Stelle nel governare. Le ultime notizie e ultimissime parlando di Di Maio pronto a candidarsi premier e un'eventuale vittoria, ricordiamo, porterebbe con se la possibilità che venga introdotto l'assegno universale.

Pensioni ultime notizie e ultime, ultimissime notizie e pensioni novità (AGGIORNAMENTO ore 18:01): Le ultime notizie su pensioni parlano di possibili novità interessanti, dopo il pressing del M5S e delle varie forze sociali e industriali, il Premier Renzi ha finalmente dato qualche dettaglio in più sugli interventi previsti per le pensioni. Oltre ai 500 milioni eventualmente recuperati dalla vincita del si al quesito costituzionale in autunno, sarebbe necessario recuperare circa 2 milardi e mezzo per poter corregge tutte le problematiche dell'attuale sistema pensionistico. Il problema è il recupero dei fondi in quanto le attuale strategie per il lavoro e per le pensioni non hanno avuto esiti positivi.

Ultime notizie pensioni, ultimissime e pensioni novità (AGGIORNAMENTO 20:01) Estate bollente in tutti i sensi, il M5S forte del successo delle comunali, si fa sentire sempre in modo più forte, è per esempio alla ricerca di novità per le pensioni e proposte che siano efficacie per i lavoratori colpiti dall'attuale sistema pensionistico. 

Sempre più aperta la sfida tra governo Renzi e Movimento 5 Stelle, con il premier da una parte alla ricerca di nuovi consensi e nuova fiducia da recuperare cercando di superare tutti gli ostacolo e i problemi, obiettivo decisamente difficile da raggiungere a causa di un bilancio così stretto che potrebbe portare la maggioranza a non fare ancora una volta nulla di concreto sulle novità per le pensioni, e non solo, con ennesima somma delusione da parte dei cittadini che invece attendono una svolta; e un M5S che però sembra, da un lato, alla prese con il difficile avvio della gestione di Roma, che però potrebbe certamente cambiare come percorso di lavoro, ma che, dall’altro, sta facendo decisamente bene a Torino con la neo sindaco Appendino che sembra stia realizzando tutto quello annunciato durante la sua campagna elettorale, particolarmente sostenuta anche dagli imprenditori.  

La particolare situazione romana sembra agitare Grillo ma rasserenare Renzi, il punto è che ancora presto sia per esultare sia per dichiararsi sconfitti, ancora presto per il premier per poter dire di aver dimostrato che il M5S non ce l’ha fatta, e ancora presto per Grillo per trarre le sue conclusioni sulle posizioni da mantenere nei confronti di confusione creatasi e stessa neo sindaco Raggi. Intanto, continua a farse conoscere e sentire quel Luigi di Maio che si è già detto pronto a candidarsi come sfidante del premier alle prossime elezioni. E’ chiaro, dunque, come la sfida tra quelle che oggi sono le due formazioni politiche più forti sia decisamente aperta e lo sottolineiamo in un articolo del tutto apolitico ma che si pone solo di mettere in evidenza l’attuale situazione politica principale e le conseguenze che potrebbero derivarne per le novità per le pensioni.

I sondaggi, che al momento vedono una sorta di vicinanza tra i due partiti ma con un M5S molto cresciuto negli ultimi mesi, cambieranno ancora, come facilmente immaginabile, e si tratta comunque di indicazioni importanti per il voto costituzionale. Se, infatti, il premier vincesse probabilmente nulla cambierebbe né nelle sue intenzioni di lavoro, comprese le novità per le pensioni, né nelle sue strategie, perché la vittoria dei sì rappresenterebbe per il premier la conferma che nonostante attacchi e critiche comunque ‘piace’ e che è in grado di andare avanti per la sua strada, anche da solo se necessario. Ma se vincesse il no al voto d’autunno allora la situazione diventerebbe decisamente più confusa: tra annunci di nuove formazioni politiche di centro e moderate e nuovo progetto di formazione di una grande fazione che riunisca tutti i partiti di destra, guidata da Stefano Parisi, il M5S comunque resterebbe il grande rivale del Pd in vista delle prossime elezioni che potrebbero, a quel punto, anche essere anticipate al 2017 piuttosto che tenersi nel 2018 come attualmente in programma.

E allora la battaglia si giocherebbe quasi interamente sulle novità per le pensioni: da una parte, infatti, il governo è già ben consapevole che per recuperare elettori e consensi puntare su novità per le pensioni di uscita prima rappresenterebbe una mossa vincente perché si tratta di un tema particolarmente caro ai cittadini e per cui da tempo ormai sono attese risposte e soluzioni importanti e certamente si rimetterebbe a lavoro su novità per le pensioni di quota 100, novità per le pensioni di quota 41, mini pensione per tutti cercando di rilanciare la soluzione possibile migliore; dall’altra parte c’è un M5S che, invece, sulle novità per le pensioni da attuare ha già le idee abbastanza chiare, a partire dalla necessità di introduzione dell’assegno universale per tutti gli over 50, 55, per arrivare alla pensione per tutti a 60 anni, alla novità per le pensioni di quota 41, alla totale abolizione delle ricche pensioni erogate agli alti esponenti politici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il